E' nata Maya Cagnotto

| Dopo il ritiro annunciato all’indomani delle Olimpiadi di Rio, la grande campionessa sta pensando ad un possibile ritorno alle gare. Merito dell’amica e collega Francesca Dallapè

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

La campionessa di tuffi Tania Cagnotto è diventata mamma. Ad annunciarlo è stata la stessa azzurra con un post sul suo profilo Instagram: «Ce l’abbiamo fatta, è nata la nostra piccola Maya. Stiamo tutti bene. Grazie per essermi stati vicini anche in questo momento magico!».

La bimba pesa 3 chili e 40 grammi e - si legge sul sito della Federnuoto - è venuta alla luce con una settimana di anticipo.  Per Tania questa è sicuramente la medaglia più bella che si aggiunge a un palmares praticamente ineguagliabile. La Cagnotto infatti nella sua carriera ha inanellato: complessivamente ha vinto 34 medaglie d’oro (delle quali una in un campionato mondiale), 15 argenti (tra cui quello vinto alle olimpiadi di Rio 2016) e 13  bronzi. Nessuna europea come lei, ovviamente in Italia è considerata la numero uno. Tania ha ereditato il suo grandissimo talento da papà Giorgio (straordinario tuffatore azzurro degli anni 70) e da mamma Carmen Casteiner: chissà che anche la piccola Maya possa proseguire in questa tradizione di famiglia che tante soddisfazioni ha dato i colori azzurri.

Tania Cagnotto, che è sposata con Stefano Parolin dal settembre 2016, proprio dopo le Olimpiadi di Rio aveva annunciato il suo ritiro dal mondo agonistico, ma qualche mese fa aveva riaperto le porte ad un possibile ritorno alle gare: «Vediamo, dico solo che prima era una porta chiusa adesso non più». A perorare la causa è soprattutto la sua amica e compagna di trampolino Francesca Dallapè, che un anno fa diventata mamma di Ludovica. In coppia con Francesca, Tania ha conquistato una prestigiosa quanto sofferta medaglia d’argento nella specialità “sincro” proprio alle ultime olimpiadi.  «Non mi sarei mai aspettata che mi facesse questa proposta - aveva raccontato Tania in un’intervista -, perché era lei quella che non vedeva l’ora di staccare. Anche lei voleva diventare mamma e lo ha fatto prima di me. Evidentemente la gravidanza le ha fatto bene, è piena di energia ed è felice, la vedo carica riguardo a questo obiettivo. Di sicuro non chiudo la porta perché ho visto tanti atleti cambiare idea dopo il ritiro e non vorrei dire di no, perché se poi dovessi ripensarci…».

I fan le aspettano. E con loro tornano a sognare.

Sport
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
Denise Mueller-Korenek ha stabilito il record del mondo sul lago salato di Bonneville, nello Utah, usando come “lepre” un mostruoso dragster
Tutta la forza di Shaquem Griffin
Tutta la forza di Shaquem Griffin
È cresciuto senza una mano, ma questo non gli ha impedito di diventare un professionista di football americano: ha debuttato nella NFL qualche giorno fa
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
L'ha disegnata Mark Knight per l'Herald Sun, un giornale australiano. Riproduce Serena Williams in preda a una crisi di infantilismo, con tratti somatici afro-americani accentuali. Per la scrittrice Rowling è "razzismo"
Raikkonen lascia la Ferrari
Raikkonen lascia la Ferrari
L’annuncio della scuderia ufficializza le voci di un divorzio che era nell’aria da tempo. Al suo posto il ventenne Charles Leclerc
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Il pilota di Moto2, dopo un contatto con il rivale Andrea Manzi, lo affianca e gli pinza la leva del freno: poteva avere gravi conseguenze. Sospeso per due gare. Punito anche Manzi. Minacce di morte sul web
Allegri prepara le valigie?
Allegri prepara le valigie?
Si dice e si mormora che il tecnico della Juventus a fine campionato possa emigrare verso altre società, probabilmente all’estero. Al suo posto il ritorno di Zinedine Zidane
Serena, 17mila dollari di multa
Serena, 17mila dollari di multa
"Arbitro ladro e sessista", arriva la sanzione. Le ha tolto un set perché lo ha definito "ladro". Poi un altro punto per un intervento del suo allenatore. Vince la gelida 20enne Osaka. Le grandi del tennis con Williams
Oro e nero, colori che sanno di storia
Oro e nero, colori che sanno di storia
Un’operazione da “ritorno al futuro” per la rediviva FC Torinese, vera progenitrice del calcio subalpino e di quello nazionale
Trump critica Nike, boom di vendite
Trump critica Nike, boom di vendite
Dopo avere assunto come testimonial Colin Kaepernick, vendite salite del 31 per cento. Il giocatore ex 49ers è un simbolo della lotta alle discriminazioni razziali, fortemente criticato dal presidente
Sorpresa Nike, sceglie Just do it
Sorpresa Nike, sceglie Just do it
Colpo a sorpresa della multinazionale che assume Colin Kaepernick, ex 49ers, come simbolo di una campagna contro la discriminazione raziale. Il quarterback era stato il primo a inginocchiarsi durante l'inno nazionale Usa