Fabbricini alla Figc, Malagò in Lega Calcio

| Commissario della Lega lo stesso presidente del Coni. Qualcuno dice che è stato un golpe ma la speranza è quella di una rinascita del calcio italiano dopo la disastrosa eliminazione dai Mondiali

+ Miei preferiti
La giunta esecutiva del Coni ha scelto il nome del commissario straordinario chiamato a far uscire dalle sabbie mobili la Federcalcio. E' Roberto Fabbricini, segretario generale del Coni. Nel suo mandato, che durerà non meno sei mesi, sarà affiancato dai sub-commissari Billy Costacurta e Angelo Clarizia. A rendere necessario il commissariamento è stata la mancata elezione di un presidente da parte del consiglio federale convocato lunedì scorso a Roma. 

A completare la squadra sono stati chiamati  Massimo Proto, ordinario di diritto privato, e Alberto De Nigro, già presidente del collegio dei revisori dei conti del Coni. Questi ultimi non avranno un ruolo specifico, ma su proposta del presidente Malagò la giunta ha approvato il loro coinvolgimento nel team capeggiato da Fabbricini. Il commissariamento, ha fatto sapere Malagò, «durerà sei mesi e al momento non sappiamo se saranno sufficienti o dovremo prorogarli. Ritengo che questa sia la strada migliore, quella giusta. Il criterio è chiaro: queste persone hanno un connotato, nessuno ha ruoli precedenti con la Figc. C'è una discontinuità con la governance e sui loro nomi la giunta ha dato mandato pieno, condiviso e compatto. Dobbiamo evitare che quando si concluderà questo commissariamento, ci sia il rischio rischiare di far ritrovare Figc in situazioni analoghe a questa».

A parlare è stato anche Fabbricini che ci ha tenuto a sottolineare come  non ci si debba nascondere dietro un dito:  «Il Coni deve metterci la faccia. Il mio primo atto ufficiale da commissario della Federcalcio sarà nominare Giovanni Malagò commissario della Lega di serie A. Ovviamente, ci sono tanti argomenti sul tavolo, ho una grande squadra con cui lavorare per dare al calcio il ruolo che merita.  Una cosa sola voglio precisare quando ha cominciato a circolare il mio nome, ho sentito mormorii come se fossi una persona nuova di questo mondo, quasi un parvenue. Io non sono un carneade».

In chiave Nazionale il neo commissario ha detto: «Dobbiamo riallacciare un discorso d'amore fra la Nazionale ed il nostro. L'affetto non è mai mancato ma bisogna dare subito indicazioni e certezze. Una delle priorità sarà quella di dare un allenatore alla Nazionale per questi due incontri amichevoli che ci sono. Provvederemo e su questo ci aiuterà Costacurta. Una soluzione non tampone ma una presenza qualificata per dare poi un'impalcatura più stabile a tutto il settore».

Alla fine del suo intervento Fabbricini ha voluto anche ricordare e salutare Azeglio Vicini, l’ex ct della Nazionale scomparso nella notte di ieri.

 

Sport
Lo scandalo del calcio belga
Lo scandalo del calcio belga
Riciclaggio, corruzione, passaggi di proprietà fumosi: diversi nomi eccellenti fra le 29 persone arrestate finora
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Der Spiegel annuncia centinaia di documenti che proverebbero lo stupro. I legali di CR7 invece annunciano la disponibilità del campione portoghese ad essere interrogato dalla polizia del Nevada
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
Arruolato nella Guardia Nazionale, Bruce Grobbelaar viene spedito sui campi di battaglia nella guerra civile in Rhodesia: “Ho ucciso tanti uomini, troppi. Mi ha salvato il calcio”
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
Denise Mueller-Korenek ha stabilito il record del mondo sul lago salato di Bonneville, nello Utah, usando come “lepre” un mostruoso dragster
Tutta la forza di Shaquem Griffin
Tutta la forza di Shaquem Griffin
È cresciuto senza una mano, ma questo non gli ha impedito di diventare un professionista di football americano: ha debuttato nella NFL qualche giorno fa
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
L'ha disegnata Mark Knight per l'Herald Sun, un giornale australiano. Riproduce Serena Williams in preda a una crisi di infantilismo, con tratti somatici afro-americani accentuali. Per la scrittrice Rowling è "razzismo"
Raikkonen lascia la Ferrari
Raikkonen lascia la Ferrari
L’annuncio della scuderia ufficializza le voci di un divorzio che era nell’aria da tempo. Al suo posto il ventenne Charles Leclerc
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Il pilota di Moto2, dopo un contatto con il rivale Andrea Manzi, lo affianca e gli pinza la leva del freno: poteva avere gravi conseguenze. Sospeso per due gare. Punito anche Manzi. Minacce di morte sul web
Allegri prepara le valigie?
Allegri prepara le valigie?
Si dice e si mormora che il tecnico della Juventus a fine campionato possa emigrare verso altre società, probabilmente all’estero. Al suo posto il ritorno di Zinedine Zidane
Serena, 17mila dollari di multa
Serena, 17mila dollari di multa
"Arbitro ladro e sessista", arriva la sanzione. Le ha tolto un set perché lo ha definito "ladro". Poi un altro punto per un intervento del suo allenatore. Vince la gelida 20enne Osaka. Le grandi del tennis con Williams