Federer, via col venti...

| A quasi 37 anni, il campione svizzero di tennis ha dominato gli Australian Open e conquistato il suo ventesimo Slam. Il sogno dell'eterno ragazzino che continua...

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Roger Federer fa sempre più parte del gotha del tennis. Nonostante il trascorrere degli anni (quest’anno ad agosto saranno 37)  il campione svizzero continua a stupire. E vincere. Oggi si è aggiudicato il ventesimo slam della sua carriera, conquistando per la sesta volta gli Open d’Australia. Anche secondo gli addetti ai lavori non è dato sapere tali quando cesserà di vincere e di stupire. Si accettano scommesse. «Non so nemmeno io quanto potrò continuare a giocare così - ha detto in conferenza stampa, gli occhi ancora inumiditi dal pianto irrefrenabile che, ancora una volta non era riuscito a controllare -. Sono un po’ arrabbiato con me stesso perché sul campo, al termine della finale avrei voluto dire altre cose e non sono riuscito, ma allo stesso tempo significa che provo ancora grandi emozioni, che la passione è sempre forte».

Nel 2016, dopo l’incidente nella semifinale a Wimbledon la sua carriera pareva conclusa. O comunque fortemente compromessa. Ovviamente, la classe di “The Swiss Maestro” (com’è simpaticamente soprannominato), lo straordinario talento, l’eleganza inarrivabile del suo tennis, nessuno si sognava di discuterli, ma i 35 anni suonati più un lustro di digiuno da Slam, parevano ostacoli ormai insormontabili, muraglie invalicabili anche per un fenomeno assoluto come lui. E invece nel 2017 ha vinto due Slam su quattro che da oggi sono diventati tre degli ultimi cinque. A Wimbledon aveva vinto senza perdere un set in tutto il torneo. In Australia ha bissato il trionfo dell’anno scorso, conquistando con il ventesimo Slam (Rafa ne ha 16) anche il sesto Australian Open come Novak Djokovic e come Roy Emerson. In quanto a primati nella storia del tennis Federer non è seconda a nessuno: è infatti il giocatore che è stato più a lungo il numero uno al mondo, sia come totale di settimane in vetta al ranking mondiale Atp (302), sia per il totale di settimane consecutive (237, dal 2 febbraio 2004 al 17 agosto 2008).E scusate se è poco!

Adesso Roger sarà il favorito anche a Indian Wells e Miami e soprattutto a Wimbledon, ma tutti gli appassionati sono curiosi di vedere quello che riuscirà a fare anche sulla terra rossa al Roland Garros che ha vinto una sola volta nel 2009. Il ventesimo Slam ha tutta l’aria di non essere l’ultimo.

 

SPORT
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
Cristiano Ronaldo rischia la galera per evasione fiscale e si pente: "Pago tutto ma chiudete l'inchiesta della procura di Madrid". Scoperta un'evasione di 150 milioni di euro, attraverso una rete di società off-shore
CR7, un cartoon e un telefilm
CR7, un cartoon e un telefilm
La stella del Real Madrid sta lavorando intensamente a due progetti legati al suo nome, ormai un vero marchio di fabbrica dai fatturati stellari
Peter Norman, il terzo della foto
Peter Norman, il terzo della foto
A dodici anni dalla scomparsa, l’Australia riabilita e premia lo sprinter che nelle Olimpiadi del 1969 in Messico diede la sua solidarietà ai due colleghi Usa affiliati ai Black Panther. Pugno chiuso guantato di nero
Miki Biasion: “La Delta Integrale? Potrei rifarla io”
Miki Biasion: “La Delta Integrale? Potrei rifarla io”
ESCLUSIVO - Due volte sul podio per il titolo mondiale, per questo alla Delta resta legato in modo indissolubile. Intervista piena di “amarcord” in cui il campione confessa di avere ancora un sogno da realizzare
Inglesi certi: Conte di nuovo ct della Nazionale
Inglesi certi: Conte di nuovo ct della Nazionale
A fine stagione non rinnoverà il contratto con il Chelsea e si appresta a riprendere la guida degli azzurri in vista degli Europei. Tabloid scatenati
1000 Miglia, il ritorno della leggenda
1000 Miglia, il ritorno della leggenda
Tutto pronto per la 36esima edizione della rievocazione storica del “museo viaggiante”: 725 equipaggi su e giù per l’Italia dal 16 al 19 maggio
“Voglio almeno un morto in carriera”
“Voglio almeno un morto in carriera”
È la frase shock pronunciata da Deontay Wilder, pugile americano con 40 vittorie per KO su 40 incontri disputati. Il mondo della boxe condanna e promette provvedimenti
"Auguri a tutti per fine campionato, a Sarri un po' meno"
"Auguri a tutti per fine campionato, a Sarri un po
Allegri vince la "Panchina d'oro 2017 per la quarta volta, al secondo e terzo posto Gasperini e Sarti. Il tecnico della Juve ringrazia società e calciatori. Un pensiero a Davide Astori e alla Nazionale
Si chiude la vicenda di Lance Armstrong
Si chiude la vicenda di Lance Armstrong
L’ex ciclista radiato e privato di tutti i titoli per doping, ha patteggiato davanti al tribunale chiedendo lo scandalo di cui era stato protagonista nel 2012
Dieci anni per il monomarca Lamborghini
Dieci anni per il monomarca Lamborghini
In scena in contemporanea in Nord America, Europa e Asia, il “Super Trofeo” arriva al giro di boa del primo decennale portando sulle piste la “Huracán Super Trofeo Evo”