Il primo record di Pyeonchang

| Sarà ricordata come l’edizione con il maggior numero di condom a disposizione di atleti che ce la metteranno tutta in gara. Ma non solo

+ Miei preferiti
Alla faccia di Platone e di Areteo, medico greco convinto che trattenere gli istinti sessuali migliorasse le prestazioni sportive, e anche un po’ a quella di Mohammed Alì, che al culmine della carriera confidò di “chiudere bottega” almeno sei settimane prima di un incontro. Altri tempi, costumi che cambiano, atleti che gareggiano ma vogliono godersi la vita e federazioni sempre più disposte a chiudere un occhio e magari un orecchio, se nella camera a fianco i rumori si fanno intensi.

A Pyeonchang, Corea del Sud, è ormai così tutto pronto per le Olimpiadi invernali da aver già stabilito un record: i 110mila profilattici giunti al villaggio olimpico, e pronti all’uso attraverso distributori installati nei bagni. Significa 10mila in più di Vancouver e Sochi, le edizioni precedenti. Giusto per fare una media, i 2.925 atleti hanno a disposizione 37,6 condom a testa. Anche rinunciando al “virgola sei” c’è di che stare allegri.

Lapidario uno dei portavoce del comitato olimpico, che interpellato ha voluto precisare: “Ci aspettiamo che molti preservativi siano portati a casa come souvenir: non pensiamo che gli atleti li usino tutti”. Illusi.

Articoli correlati
SPORT
Volkswagen conquista la Pikes Peak
Volkswagen conquista la Pikes Peak
La I.D. R 100% elettrica ha fatto la storia, polverizzando il record nella cronoscalata più celebre del pianeta. Una vittoria epocale ma anche un laboratorio per la prossima generazione della I.D. Family del costruttore tedesco
Leo Borg, il talento di famiglia
Leo Borg, il talento di famiglia
Figlio quindicenne del campione svedese, sta scalando le classifiche puntando dritto verso il professionismo. Dal padre ha preso la forte somiglianza fisica, ma non il carattere burrascoso
CR7, la costruzione di un campione
CR7, la costruzione di un campione
Il campione più in forma e determinato dei mondiali di Russia è in realtà una macchina perfetta: allenamenti, diete ferree e nessuno strappo alla regola
Quando Boris era Boom Boom Beker
Quando Boris era Boom Boom Beker
Lo chiamavano così, per via di una battuta e un diritto fulminanti: a 17 anni conquista Winbeldon e in carriera mette insieme 64 titoli fra singolo e doppio, che gli valgono 25 milioni di dollari. Ormai finiti
La classifica dei paperoni dello sport
La classifica dei paperoni dello sport
Come ogni anno, Forbes ha stilato l’elenco degli sportivi meglio pagati del pianeta: in 100 posizioni si dividono qualcosa come 3,2 miliardi di euro
Il Bungee-Jumping dei record
Il Bungee-Jumping dei record
Sarà aperta dal prossimo agosto alla metà dello Zhangjiajie Bridge, in Cina, il ponte in vetro più alto e lungo del pianeta, la piattaforma di Bungee-Jumping vietata ai deboli di cuore
La crisi profonda delle Cheerleaders
La crisi profonda delle Cheerleaders
Il lato sexy dello sport professionistico americano vacilla di fronte a denunce e rivelazioni. Tante le squadre che hanno già deciso di rinunciare alle amatissime ragazze pon-pon
Diritti TV per il calcio? Ne parliamo lunedì
Diritti TV per il calcio? Ne parliamo lunedì
Durante l’inaugurazione del campo di calcio a 8 all’interno del Cottolengo di Torino, il presidente del CONI è stato accolto festosamente da centinaia di bambini e ha espresso qualche opinione su calcio e sport
La corsa più folle del mondo
La corsa più folle del mondo
La Red Bull 400 ha un terreno di gara unico: i trampolini del salto con gli sci, da percorrere di corsa nel minor tempo possibile
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
Cristiano Ronaldo rischia la galera per evasione fiscale e si pente: "Pago tutto ma chiudete l'inchiesta della procura di Madrid". Scoperta un'evasione di 150 milioni di euro, attraverso una rete di società off-shore