La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta

| Denise Mueller-Korenek ha stabilito il record del mondo sul lago salato di Bonneville, nello Utah, usando come “lepre” un mostruoso dragster

+ Miei preferiti
Vabbé, dai, nel 2018 che qualcuno abbia toccato i 296 km/h non fa più notizia: basta procurarsi una qualsiasi supercar e un tratto di strada dove poter spingere, e il gioco è fatto. Ma le cose cambiano, e anche di brutto, quando si scoprono due piccoli dettagli che mescolano le carte: primo, i 296 km orari non sono stati raggiunti su un’auto, ma su una bicicletta. Secondo, a toccarli non è stato un ex Navy Seal scavezzacollo con l’adrenalina in circolo, ma una tranquilla signora di 45 anni, mamma di tre figli.

Sono gli ingredienti del record stabilito il 16 settembre scorso da Denise Mueller-Korenek, appassionata di ciclismo che in gioventù aveva anche sfiorato l’agonismo. Da grande diventa imprenditrice, lasciandosi conquistare da altri sport come il paracadutismo e le gare in pista, a bordo di una Mini Cooper. Ma cinque anni fa, l’antica passione per i pedali torna a farsi viva: partecipa a gare per atleti senior, ma non le basta, Denise vuole qualcosa di più.

Si mette in testa di battere il record stabilito nel 1995 dall’olandese Fred Rompelberg, che sui 260 km quadrati del “Bonneville Salt Flats”, il celebre lago salato dello Utah, aveva pedalato fino a raggiungere i 268 km orari facendosi tagliare l’aria da un dragster.

Lo stesso Rompelberg era in realtà l’emulo di uno strano record inaugurato nel lontano 1899 da “Mile-a-minute Murphy”, soprannome di Charles Minthorn Murphy, un temerario che non si sa come, aveva convinto una società ferroviaria a prestargli una locomotiva da lanciare alla massima velocità: lui l’avrebbe seguita sfruttando la scia. Il record ci fu, anche se Murphy rischiò di lasciarci le penne: 96 km orari, che rispetto a Denise sono una scampagnata in bici.

Il principio però, che poi è lo stesso applicato al “Keirin”, la disciplina olimpica del ciclismo in cui gli atleti seguono un “derny”, non è cambiato neanche per Denise Mueller-Korenek. L’impresa è stata possibile grazie all’uso di una bicicletta particolare in fibra di carbonio, lunga oltre due metri e pesante 15 kg, a cui aggiungere una “lepre” rappresentata dagli 800 CV di un “dragster”, i celebri veicoli-razzo usati per brevissime gare di accelerazione, in questo caso guidato da Shea Holbrook, una pilota professionista americana.

All’impresa manca ancora il timbro del “Guinness World Record”, che proclamerà Denise Mueller-Korenek la donna più veloce della Terra: con i suoi 296 km/h ha viaggiato alla stessa velocità di un Boeing 747 in fase di decollo, macinando 40 metri ad ogni giro di pedali.

Galleria fotografica
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 1
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 2
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 3
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 4
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 5
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 6
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta - immagine 7
Sport
Spalletti, non ho cacciato Totti
Spalletti, non ho cacciato Totti
Precisazioni dopo Roma-inter, l'ex mister non ha incontrato Totti alla fine di una partita avvincente
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe
Christian Daghio si è accasciato sul ring a pochi secondi dalla fine di un incontro. Era stato il primo italiano a cui la Thailandia aveva concesso di poter praticare a livello professionistico la Thai Boxe
Leggenda del fitness muore a 42 anni
Leggenda del fitness muore a 42 anni
Mandy Blank, trainer di celebrità e stella del bodybuilding americano, è stata trovata morta nella sua abitazione
La nazionale carioca dei nani-giganti
La nazionale carioca dei nani-giganti
In Brasile gli atleti afflitti da nanismo rivelano straordinari talenti con la palla ai piedi. Ora vogliono il riconoscimento della Federazione per partecipare ai team paraolimpici
Morto tra le fiamme con la figlia
il patron del Leicester
Morto tra le fiamme con la figlia<br>il patron del Leicester
Era a bordo con figlia e due membri dell'equipaggio nell'elicottero che lo stava portando nella sua residenza dal parcheggio vicino allo stadio. Bilancio non ufficiale di 4 morti. Lutto in Europa, non solo nello sport
Calcio, De Laurentis sbanca Bari
Calcio, De Laurentis sbanca Bari
Il sindaco De Caro lo apprezza ma ammette "che ha un pessimo carattere, però la squadra fa bene". Ripartenza dalla serie B
Cina addio, il Parma torna italiano
Cina addio, il Parma torna italiano
Entra in gioco una cordata di imprenditori italiani, compreso il gruppo Barilla. Ai cinesi della Desport resta il 30 per cento
Lo scandalo del calcio belga
Lo scandalo del calcio belga
Riciclaggio, corruzione, passaggi di proprietà fumosi: diversi nomi eccellenti fra le 29 persone arrestate finora
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Der Spiegel annuncia centinaia di documenti che proverebbero lo stupro. I legali di CR7 invece annunciano la disponibilità del campione portoghese ad essere interrogato dalla polizia del Nevada
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
Arruolato nella Guardia Nazionale, Bruce Grobbelaar viene spedito sui campi di battaglia nella guerra civile in Rhodesia: “Ho ucciso tanti uomini, troppi. Mi ha salvato il calcio”