Di corsa con la moglie in spalla

| Sempre più partecipanti volano ogni anno in Finlandia per prendere parte al campionato mondiale di Eukonkanto, una competizione dove gli ingredienti sono: forza, agilità e un po' di follia...

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

 

I finlandesi, che l’hanno inventata, la chiamano Eukonkanto, in inglese Wife Carrying, che tradotto letteralmente significa  “il trasporto della moglie”. Si tratta di una disciplina sportiva relativamente nuova. La prima competizione risale, al 1992, ma ci sono voluti almeno vent’anni prima che cominciasse a farsi conoscere nel resto Europa. A dominare la scena sono da sempre i finlandesi e gli estoni che si dividono equamente il palmares  mondiale.

La disciplina prevede squadre miste su un percorso ad ostacoli nel quale l’uomo deve trasportare in spalle una donna. Vince, ovviamente la coppia  che ottiene il tempo migliore. La tratta da percorrere è realizzata su un terreno sabbioso (misura 253,5 metri) sulla quale i concorrenti devono portare in spalla le loro mogli, o compagne, superando un paio di ostacoli ed una pozza d’acqua profonda circa un metro. La caduta della donna (non è necessario, naturalmente, che sia la moglie dell'uomo) comporta una penalità di 15 secondi. Il primo arrivato vince una quantità di birra equivalente al peso della moglie, oltre naturalmente al prestigioso titolo di campione mondiale di trasporto delle mogli.

Le regole di base sono che la donna deve avere più di 17 anni di età e deve pesare almeno 49 chilogrammi. Se non raggiunge questo peso, deve essere zavorrata con uno zainetto pesante quanto basta perché il peso della zavorra più quello della donna sia esattamente di 49 chili. L'unico strumento ammesso è una cinghia della quale può servirsi il portatore.

Il campionato mondiale di Wife Carrying si svolge tutti gli anni a a Sonkajärvi, piccolo centro finlandese nei pressi di Iisalmi. Si può partecipare sia in coppia che in gruppo e facendo una staffetta. E’ prevista una classifica a parte per i “senior”, in pratica chi supera i 40 anni di età e vengono riconosciuti dei premi speciali alla coppia più divertente, al miglior costume ed il trasportatore più forte.

Il record del mondo risale al 2000. A stabilirlo furono gli estoni Margo Uusorg e Birgit Ullrich con il tempo di 55,5 secondi. Margo Uusorg vanta ben sette vittorie nella prova mondiale tra il 2000 e il 2007.

Per la ventiduesima edizione che si è disputata nel luglio scorso, sono giunte coppie da ogni parte del mondo: dalla Somalia a Singapore. E' sicuramente questa un’occasione per fare sport divertendosi, praticando questa corsa a ostacoli che ha alle “spalle” una lunga tradizione. Anche se riportata alla luce 25 anni fa, pare risalga addirittura alla fine dell’Ottocento e sia legata al nome del bandito Rosvo-Ronkainen che saccheggiava cibo alle famiglie della zona, e non solo. Secondo la leggenda il bandito rubava anche le mogli dei villaggi, trasportandole proprio in spalla. Secondo altri invece l’Eukonkanto rievocherebbe un’antica usanza finlandese che consisteva nel rapire le donne dei villaggi vicini per poi prenderle in moglie. Qualunque sia l’origine della competizione, una cosa è certa: ormai il campionato è diventato un appuntamento imperdibile per tante coppie, a tal punto che la gara è registrata anche nel libro dei Guinness dei primati.

Galleria fotografica
Di corsa con la moglie in spalla - immagine 1
Di corsa con la moglie in spalla - immagine 2
Di corsa con la moglie in spalla - immagine 3
Di corsa con la moglie in spalla - immagine 4
Sport
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Morde avversaria, sospesa idolo rugby
Liz Patu, capitano della nazionale australiana, per sei mesi non potrà più giovare. "Ho sbagliato, chiedo scusa a tutti". I precedenti di Tyson e del calciatore Luis Suarez che diede un morso anche a Chiellini
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
Il Nantes dichiara guerra al Cardiff
La squadra di calcio francese, che aveva ceduto lo sfortunato Emiliano Sala (morto in un incidente aereo) al club gallese, insiste nel voler essere pagata con i 17 milioni di euro concordati per il passaggio dell’attaccante
Nike nei guai per una scarpa
Nike nei guai per una scarpa
La “PG2.5” di Zion Williamson si è aperta in due causandogli un infortunio. Sotto accusa finiscono i contratti con gli sponsor che obbligano i campioni a indossare modelli economici. Il titolo Nike brucia milioni di dollari
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob, 25 kg di energia e intelligenza
Rob Mendez, privo di gambe e braccia per una malattia genetica, studia sino da bambino per diventare coach di Football Usa. Ha vinto un trofeo con una squadra junior. Straordinario
Cuneo-Pro Piacenza, il calcio nella vergogna
Cuneo-Pro Piacenza, il calcio nella vergogna
La società emiliana, in grave crisi, schiera 7 ragazzini contro i prof avversari: il risultato 20 a 0, è lo specchio del divario di cui si nutre il mondo del calcio
Wanda, Wanda...ma cosa combini all'Inter?
Wanda, Wanda...ma cosa combini all
La bella e irrequieta moglie dell'ex capitano degradato della squadra, Mauro Icardi, sta creando un terremoto con i suoi continui post sui social in cui critica società e compagni. Intanto lui salta l'Europa League
Il Superbowl vinto dai super-nonni
Il Superbowl vinto dai super-nonni
Vincono i Patriots del 41enne Tom Bradley, allenati dal coach Belichick, 66 anni, il più vecchio di sempre. La star LA Rams Goff "imbambolato e inconcludente". Squadre in difesa e poche emozioni. Half-time sotto tono
Ancora fiori per Davide Astori
Ancora fiori per Davide Astori
Continua la processione dei tifosi al Franchi per ricordare il 32 compleanno del capitano stroncato da un malore il 4 marzo
Un'altra ex accusa CR7
Un
L'ex modella inglese Jasmine Lennard, fiamma di CR7 ai tempi del Manchester United, accusa il campione portoghese di minacce e assicura: “Se il mondo sapesse chi è davvero, inorridirebbe”. Quasi pronta (e ovvia) la richiesta danni
Cori anti-semiti a Wembley, in cella 17enne
Cori anti-semiti a Wembley, in cella 17enne
Tolleranza zero negli stadi inglesi contro il razzismo. Il tifoso minorenne del Chelsea aveva insultato i giocatori del Tottenham durante un torneo giovanile. Perché non fare anche in Italia?