Uno squadrone azzurro
alla conquista della Corea

| Il presidente del Coni Malagò ha annunciato che la rappresentativa italiana sarà composta da 121 atleti. Ufficializzati i primi 84 nomi. Grande attesa per Goggia, Brignone, Fanchini protagoniste di una tripletta in Austria

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

E’ scattato il conto alla rovescia per le Olimpiadi invernali che si terranno a Pyeong Chang, in Corea del Sud, dal 9 al 25 febbraio. È la seconda Olimpiade ospitata nel Paese asiatico dopo l’edizione estiva 1988, disputatasi nella capitale Seul. Stamane la giunta nazionale del Coni, riunita a Firenze, ha ufficializzato i primi 84 azzurri - sui 121 previsti come numero finale in base alle qualificazioni ottenute - in vista dei Giochi. In particolare è stata definita la rosa degli atleti degli sport del ghiaccio (Fisg), mentre nei prossimi giorni verrà completata la squadra degli sport invernali (Fisi).

"Portiamo in Corea la più alta spedizione con la fiducia e la convinzione di poter arrivare alla doppia cifra di medaglie - ha precisato il presidente del Coni Giovanni Malagò -. Ci sono molte gare in cui potremo farcela e sono convinto che ci riusciremo. Da quale disciplina mi aspetto qualcosa di importante? Sarei molto contento per ovvii motivi che negli sport invernali arrivasse una medaglia da Nadia Fanchini (nella foto, ndr), mentre nelle discipline di ghiaccio sarebbe bellissimo veder far bene una nostra squadra".

A proposito di Nadia Fanchini, l’atleta delle Fiamme Gialle, nonostante gli infortuni, le operazioni alle ginocchia e i gravi problemi familiari che ha dovuto affrontare in questi ultimi mesi, la settimana scorsa, alla “veneranda” età di 32 anni, ha messo a segno un colpo incredibile nella discesa libera di Bad Kleinkirchheim, gara valida per la Coppa del Mondo: è giunta infatti terza alle spalle delle altre azzurre Sofia Goggia e Federica Brignone. Una prestazione inaspettata e che fa ben sperare il presidente Malagò che si è anche soffermato sull'entità economica dei premi per i medagliati, che sarà la stessa come per le Olimpiadi estive: 150 mila euro per la medaglia d'oro, 75 mila per l'argento, 50 mila per il bronzo. "Per quanto riguarda le competizioni multiple - ha spiegato - in caso di vittorie i premi saranno moltiplicati secondo il numero dei partecipanti della squadra".

Era dai tempi di Torino 2006 che gli azzurri non contavano su un collettivo così nutrito, peraltro impegnato in 14 discipline sulle 15 in programma. Di fatto l’Italia è assente soltanto nell’hockey ghiaccio. Complessivamente verranno assegnate 102 medaglie di cui 50 maschili, 44 femminili e  8 miste ossia assegnate ai bambo i sessi.  La disciplina che assegnerà il maggior numero di titoli sarà lo sci di fondo con 12 seguito da sci alpino e biathlon con 11, freestyle e snowboard con 10.

Di seguito tutti gli azzurri convocati e i posti ancora da assegnare.

CURLING (5). Maschile: Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner, Andrea Pilzer, Joel Retornaz.

PATTINAGGIO ARTISTICO (11).  Uomini: Marco Fabbri, Matteo Guarise, Ondrej Hotarek, Luca Lanotte, Matteo Rizzo. Donne: Anna Cappellini, Nicole Della Monica, Charlene Guignard, Carolina Kostner, Valentina Marchei, Giada Russo.

SPEED SKATING (9). Uomini: Riccardo Bugari, Davide Ghiotto, Andrea Giovannini, Michele Malfatti, Mirko Nenzi, Nicola Tumolero. Donne: Francesca Bettrone, Yvonne Daldossi, Francesca Lollobrigida.

SHORT TRACK (7). Uomini: Yuri Confortola, Tommaso Dotti. Donne: Arianna Fontana, Cecilia Maffei, Cynthia Mascitto, Lucia Peretti, Martina Valcepina.

BIATHLON (10). Uomini: Thomas Bormolini, Thierry Chenal, Lukas Hofer, Giuseppe Montello, Dominik Windisch Donne: Nicole Gontier, Alexia Runggaldier, Federica Sanfilippo, Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer.

BOB (5). Uomini: Simone Bertazzo, Lorenzo Bilotti, Francesco Costa, Simone Fontana, Mattia Variola

COMBINATA NORDICA (5). Alessandro Pittin. I rimanenti quattro posti devono ancora essere assegnati.

SCI FREESTYLE (4). I posti devono ancora essere assegnati.

SALTO CON GLI SCI (6). I posti devono ancora essere assegnati.

SCI ALPINO (20). Uomini: Luca De Aliprandini, Peter Fill, Stefano Gross, Christof Innerhofer, Manfred Moelgg, Dominik Paris, Riccardo Tonetti. Donne: Marta Bassino, Federica Brignone, Chiara Costazza, Irene Curtoni, Nadia Fanchini, Sofia Goggia, Manuela Moelgg, Johanna Schnarf. I cinque posti rimanenti devono ancora essere assegnati.

SCI DI FONDO (15). Uomini: Francesco De Fabiani, Dietmar Noeckler, Federico Pellegrino. I dodici posti rimanenti devono ancora essere assegnati.

SKELETON (1). Uomini: Joseph Luke Cecchini

SLITTINO (9). Uomini: Dominik Fischnaller, Kevin Fischnaller, Emanuel Rider, Fabian Malleier, Ivan Nagler, Patrick Rastner, Ludwig Rieder. Donne: Sandra Robatscher, Andrea Voetter

SNOWBOARD (14). Uomini: Michele Godino, Lorenzo Sommariva, Emanuel Perathoner, Omar Visintin. Donne: Sofia Belingheri, Raffaella Brutto, Francesca Gallina, Michela Moioli. Gli altri sei posti rimanenti devono ancora essere assegnati.

Sport
Lo scandalo del calcio belga
Lo scandalo del calcio belga
Riciclaggio, corruzione, passaggi di proprietà fumosi: diversi nomi eccellenti fra le 29 persone arrestate finora
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Der Spiegel annuncia centinaia di documenti che proverebbero lo stupro. I legali di CR7 invece annunciano la disponibilità del campione portoghese ad essere interrogato dalla polizia del Nevada
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
Arruolato nella Guardia Nazionale, Bruce Grobbelaar viene spedito sui campi di battaglia nella guerra civile in Rhodesia: “Ho ucciso tanti uomini, troppi. Mi ha salvato il calcio”
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
Denise Mueller-Korenek ha stabilito il record del mondo sul lago salato di Bonneville, nello Utah, usando come “lepre” un mostruoso dragster
Tutta la forza di Shaquem Griffin
Tutta la forza di Shaquem Griffin
È cresciuto senza una mano, ma questo non gli ha impedito di diventare un professionista di football americano: ha debuttato nella NFL qualche giorno fa
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
Giudicate voi, ma questa vignetta è razzista o no?
L'ha disegnata Mark Knight per l'Herald Sun, un giornale australiano. Riproduce Serena Williams in preda a una crisi di infantilismo, con tratti somatici afro-americani accentuali. Per la scrittrice Rowling è "razzismo"
Raikkonen lascia la Ferrari
Raikkonen lascia la Ferrari
L’annuncio della scuderia ufficializza le voci di un divorzio che era nell’aria da tempo. Al suo posto il ventenne Charles Leclerc
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Fenati, la mamma lo difende, il team lo scarica
Il pilota di Moto2, dopo un contatto con il rivale Andrea Manzi, lo affianca e gli pinza la leva del freno: poteva avere gravi conseguenze. Sospeso per due gare. Punito anche Manzi. Minacce di morte sul web
Allegri prepara le valigie?
Allegri prepara le valigie?
Si dice e si mormora che il tecnico della Juventus a fine campionato possa emigrare verso altre società, probabilmente all’estero. Al suo posto il ritorno di Zinedine Zidane
Serena, 17mila dollari di multa
Serena, 17mila dollari di multa
"Arbitro ladro e sessista", arriva la sanzione. Le ha tolto un set perché lo ha definito "ladro". Poi un altro punto per un intervento del suo allenatore. Vince la gelida 20enne Osaka. Le grandi del tennis con Williams