All'asta le armi del killer di Las Vegas

| Un vero arsenale che l’avvocato incaricato di gestire il patrimonio dell’autore della strage del Mandalay Bay non sa come trattare. Venderle e dare il denaro alle famiglie delle vittime o distruggerle?

+ Miei preferiti
L’avvocato che si occupa di gestire il patrimonio di Stephen Paddock, il killer della strage di Las Vegas del 1° ottobre 2017, si trova di fronte ad un “dilemma morale”. L’arsenale di Paddock, che nella suite al 32esimo piano del Mandalay Bay aveva con sé 23 armi da fuoco e centinaia di caricatori, potrebbero finire all’asta. In realtà si tratta di una piccola parte delle 50 pistole e 40 fucili che l’ex ragioniere milionario di 64 anni custodiva in casa, per un valore stimato pari a 62.340 dollari.

Dopo i rilievi e le analisi di rito, le armi sono attualmente custodite dall’FBI, ma per legge andranno riconsegnate ad Alice Denton, avvocato dell’amministratore speciale del patrimonio di Paddock che comprende alcune residenze in Nevada, decisamente più semplici da gestire rispetto alle armi con cui ha l’uomo aperto il fuoco sugli spettatori di un festival country uccidendo 59 persone e ferendone altre 869.

L’avvocato sta gestendo il patrimonio di Paddock, stimato in 1,4 milioni di dollari, ma ha confessato il proprio dilemma al New York Times: “Il denaro che deriverebbe dalla vendita delle armi non è una cifra enorme, ma forse potrebbe aiutare a fare la differenza nella vita di qualcuno. Ma al tempo stesso, distruggere quell’arsenale di morte sarebbe un messaggio forte lanciato al mondo intero”. Con molta cautela, l’avvocato sta prendendo contatti con le famiglie delle vittime per spiegare la situazione e lasciare che siano loro a decidere cosa è meglio fare. La sorella di una vittima, Mynda Smith, ha affermato che è inutile distruggere l’arsenale, perché “non cambierà nulla e non porterà alcun gesto di bontà”. È d’accordo anche Kyle Taylor, 32 anni, il cui padre è stato ucciso, anche se ha ammesso che si sentirebbe a disagio, ricevendo denaro dalla vendita di qualcosa che ha spezzato così tante vite.

Di recente, intorno alla strage del Mandaly Bay sono nate polemiche sulla tempestività dell’intervento della polizia, che avrebbe lasciato a Paddock il tempo di sparare dalle finestre 1.000 colpi in 11 minuti e di togliersi la vita prima dell’irruzione.

Tutt’oggi, resta senza risposta il motivo della strage, meticolosamente organizzata in ogni dettaglio. Nel dicembre dello scorso anno, l’amministrazione Trump ha vietato i “bump stock”, gli accessori che permettono alle armi semiautomatiche di sparare come mitragliatrici, tristemente utilizzati nelle peggiori stragi nella storia moderna degli Stati Uniti. Il regolamento lascia tempo ai proprietari fino a fine marzo per consegnare o distruggere i dispositivi dopo di che il possesso sarà considerato illegale.

Stati Uniti
IL POPOLO ALLA FAME
RIVOLTA IN VENEZUELA
IL POPOLO ALLA FAME<br>RIVOLTA IN VENEZUELA
L'opposizione che ha la maggioranza in Parlamento elegge presidente il 35enne Juan Guaidò. Scontri dopo il giuramento, 14 morti e 270 arresti. Maduro attacca gli Usa: "Golpe Yankee". Il riconoscimento di Usa e 7 Paesi. Polizia spara
Stupra donna in coma, arrestato infermiere
Stupra donna in coma, arrestato infermiere
Il 29 dicembre una donna in stato vegetativo dal '92 aveva partorito un bambino che sarà adottato. Una ricerca sul Dna di chi l'accadeva in un ospedale di Phoenix ha fatto scoprire il responsabile. Rischia decenni di carcere
Incubo droni, bloccato aeroporto Usa
Incubo droni, bloccato aeroporto Usa
Due velivoli avvistati dagli aerei che stavano atterando a Newark. Sono stati immediatamente dirottati su altri scali. Indagine federale dopo due avvistamenti in poche ore. I precedenti di Gatwick e Heathrow
Il caso delle due sorelle annegate nell’Hudson
Il caso delle due sorelle annegate nell’Hudson
A conclusione delle indagini arriva il responso dei medici legali: sono entrate in acqua volontariamente, legandosi i polsi fra loro per essere sicure di andarsene insieme. Erano chiesto asilo politico in USA
Huawei, gli Usa vogliono Meng
Huawei, gli Usa vogliono Meng
Chiesta l'estradizione della top manager del colosso cinese delle telecomunicazioni sotto accusa in Canada per spionaggio e per i suoi rapporti con l'Iran. Si aggrava la tensione tra Cina e Stati Uniti
Sposi felici, lei 72 anni e lui 19
Sposi felici, lei 72 anni e lui 19
Stupore in Usa per il singolare matrimonio tra una vedova con quattro figli e un 19enne. Amore a prima vista, raccontano. La famiglia divisa tra favorevoli e contrari
Visita lampo di Trump al MLK Day
Visita lampo di Trump al MLK Day
Un minuto e mezzo, senza dire una parola, davanti al memoriale dedicato a Martin Luther King. E in America scoppia la polemica
Veterani indiani Usa derisi da studenti pro-Trump
Veterani indiani Usa derisi da studenti pro-Trump
Provengono da una scuola cattolica del Kentucky che ha duramente stigmatizzato l'episodio. I ragazzi circondano gli ex militari durante una cerimonia a Washington: ripresi mentre li deridono e li insultano
Due anni di Donald
Due anni di Donald
Il bilancio dei primi 24 mesi di Trump alla Casa Bianca, fra annunci, presi di posizioni e battaglie testarde. Sulla sua testa pende il fascicolo del Russiagate, mentre l’economia rallenta e gli americani iniziano a voltargli le spalle
"Prego ogni giorno per l'anima di chi ho ucciso"
"Prego ogni giorno per l
Jason Van Dyke, ex poliziotto di Chicago, è stato condannato a 6 anni di carcere per avere ucciso un 17enne armato di coltello. Delusi familiari e attivisti afroamericani: "Pena mite, uno schiaffo per i genitori". Lui: "E' stato un errore"