Chiuse le indagini
sulla strage di Las Vegas

| Stephen Paddock agė da solo, pianificando il massacro in ogni dettaglio. Ma la parte peggiore č che non č stato possibile trovare uno straccio di movente

+ Miei preferiti
Punto e a capo. A 16 mesi di distanza dal massacro di Las Vegas, l’FBI ha chiuso l’inchiesta sulla folle sparatoria di Stephen Paddock, l’uomo di 64 anni che dalla sua camera, al 32esimo piano dell’hotel “Mandalay Bay Resort”, la sera del 1° ottobre 2017 ha falciato la vita di 58 persone, ferendone altre 851, prima di spararsi alla tempia senza lasciare neanche una riga o un frammento video che spiegasse il perché.

E la conclusione delle indagini, se possibile, è altrettanto agghiacciante: “Non si trattava di colpire un albergo, un casinò o un evento in un luogo preciso: l’intento era di fare il massimo dei danni possibili per avere in cambio una forma di infamia e arrivare alla morte”. Le parole di Aaron Rouse, l’agente speciale dell’FBI che da 16 mesi scandaglia l’esistenza di Stephen Paddock, sono una sorta di resa: “Non c’è alcun movente: banalmente e tristemente, è tutto qua”. Follia pura, innescata non si saprà forse mai da cosa, il corto circuito della mente di un ex uomo d’affari benestante, assiduo frequentatore dei casinò di Las Vegas, astemio, nessun contatto con gruppi terroristici e nessun fanatismo, ma in compenso una lucidità che dimostra lo studio e la premeditazione di un solo, possibile obiettivo: lasciare questo mondo portandosi dietro quanti più innocenti possibili. Le vittime erano fra i 22mila spettatori che stavano assistendo ad un concerto di musica country di Jason Aldean: qualcuno scambia i primi colpi per fuochi d’artificio, poi il sangue inizia a bagnare il prato di fronte al grattacielo del Mandalay Bay, e si scatena il panico. Per sette lunghissimi minuti, Paddock scarica verso il prato oltre 1.000 proiettili sparando a casaccio.

“Ha agito da solo in tutto, dalla pianificazione all’esecuzione dell’attacco”, aggiunge l’agente Rouse. Gli unici buchi neri emersi dalle indagini sono la figura del padre di Paddock, rapinatore di banche e nella lista dei “Most Wanted” dell’FBI, e le parole del fratello – Eric – che lo definisce narcisista, annoiato e con una gran voglia di diventare celebre per qualcosa. C’è anche il racconto di un venditore d’auto di Reno, a cui Paddock aveva confidato una forma di depressione che stava tentando di curare con dei farmaci. Nei due anni precedenti al massacro, Paddock arriva a spendere 1,5 milioni di dollari togliendosi ogni sfizio e capriccio, compreso l’acquisto di un vero arsenale, fra cui le 23 fra pistole e fucili che quella sera si porta nella stanza del Mandalay Bay per uccidere senza motivo. Forse, voleva esattamente quello che ha ottenuto: essere ricordato per la più grave e sanguinosa sparatoria nella storia degli Stati Uniti.

Galleria fotografica
Chiuse le indagini<br>sulla strage di Las Vegas - immagine 1
Stati Uniti
Trump contro il suo imitatore: fermatelo!
Trump contro il suo imitatore: fermatelo!
Tweet minaccioso del presidente contro Alec Baldwin e le reti tv che trasmettono i suoi sketch critici contro l'amministrazione. "Mi sta minacciando", denuncia l'attore
No Wall, sedici Stati contro Trump
No Wall, sedici Stati contro Trump
Azione legale di 16 governatori Usa contro la Casa bianca per lo stato d'emergenza relativo al muro al confine con il Messico
Allarme bomba a scuola, scrive addio sul braccio
Allarme bomba a scuola, scrive addio sul braccio
La mamma di una bambina di 7 anni scopre sul braccio della figlia un messaggio scritto con il pennarello: vi voglio bene. Sarebbe stato il suo addio, nel caso non ce l’avesse fatta
Trump alla UE: prendete 800 combattenti Isis da processare
Trump alla UE: prendete 800 combattenti Isis da processare
Dopo aver quasi sconfitto il califfato, il presidente ammonisce gli alleati europei che ora tocca a loro processare il migliaio di miliziani che altrimenti gli Usa libereranno. Dubbi degli analisti sul ritiro dalla Siria
Attore gay aggredito dai fans di Trump. Tutto falso?
Attore gay aggredito dai fans di Trump. Tutto falso?
Jussie Smollet, star Usa della serie tv Empire, era stato picchiato per strada da due uomini mascherati che invocavano l'estrema destra MAGA. Ma la polizia lo accusa di averli pagati 3500 dollari per simulare l'aggressione. Lui nega
Uccide 5 colleghi e spara agli agenti: morto
Uccide 5 colleghi e spara agli agenti: morto
Ennesima strage negli Usa, Il killer era stato forse licenziato da una fabbrica di Aurora, Illinois. Ha ucciso 5 persone e ferito 6 agenti. Colpito, č morto poco dopo. I Dem: "Armi vera emergenza non il muro con il Messico"
Ex consulente Trump rischia 20 anni di carcere
Ex consulente Trump rischia 20 anni di carcere
Frodi fiscali per decenni, multe anche per 25 milioni di dollari. L'ex responsabile della campagna elettorale di Trump avrebbe frodato lo Stato per "mantenere alto uno stile di vita stravagante". Coinvolto nel Russiagate
Il cardinale Usa spretato per sempre
Il cardinale Usa spretato per sempre
Theodore Edgar McCarrick, una delle figure pių influenti della Chiesta Cattolica Usa, č stato ridotto, senza appello, allo stato laicale dopo gli scandali su abusi sessuali e omissioni. Fedeli americani soddisfatti
Il vizietto dell’infermiera scolastica
Il vizietto dell’infermiera scolastica
In un liceo del Maryland, andare in infermeria significava cadere nella trappola di Samantha, 33 anni, infermiera famelica, appassionata di giovani
"Ucciso da un plotone di esecuzione"
"Ucciso da un plotone di esecuzione"
La famiglia di Willie Bo, il giovane rapper crivellato di colpi dalla polizia in California, ne č certa: č stato ucciso senza motivo. Indignazione da tutto il paese e imbarazzo del dipartimento di Six Vallejo