Hilton licenzia due impiegati per razzismo

| Avevano allontanato, chiamando la polizia, un afro-americano che aveva una prenotazione regolare. La direzione: "Procedura contraria ai nostri principi". Il cliente aveva postato un video su Instagram

+ Miei preferiti

Un hotel ha licenziato due dipendenti dopo che avevano obbligato un ospite afroamericano, che aveva prenotato una stanza, ad andarsene. Per farlo allontanare avevano chiamato la polizia. Jermain Massey, di Washington, che ha postato un video su Instagram, ha accusato "The DoubleTree Hotel" di Portland di averlo discriminato razzialmente dopo che una guardia di sicurezza gli aveva detto che la polizia stava per arrivare per scortarlo al di fuori dalla proprietà. Nei video del cliente, affidati alla CNN, l'uomo viene sentito chiedere alla guardia: "Ma perché devo andarmente? Resto qui”. La guardia di sicurezza, soprannominata "Hotel Earl" sui social media, ha risposto: "Non è possibile”. Ad un certo punto del filmato, mostra ai due uomini la prenotazione con il numero della stanza e la data.

Il personale dell'hotel ha contattato l'ufficio di polizia di Portland chiedendo ad un ufficiale di parlare con il cliente dopo che gli impiegati gli avevano chiesto di allontanarsi, secondo una dichiarazione rilasciata della polizia.

Gli agenti hanno scortato Massey nella sua stanza per riprendere valigia e vestiti offrendogli di accompagnarlo  in un hotel differente, ma l'uomo ha rifiutato. In una nota, l'hotel ha precisato che il trattamento del “signor Massey” non coincide con gli standard e l'etica della catena alberghiera.

"Abbiamo subito troncato il rapporto di lavoro dei due uomini coinvolti nel maltrattamento del signor Massey", hanno detto su Twitter. "Le loro azioni sono state incoerenti con i nostri standard e valori. Ribadiamo le nostre sincere scuse per ciò che ha sopportato e lavoreremo con esperti di diversità per garantire che questo non accada mai più”. La direzione dell'hotel ha detto in precedenza che l'incidente era dovuto a un "malinteso" tra il signor Massey e i dipendenti, affermando che l'azienda rifugge lai discriminazione. "La sicurezza dei nostri ospiti e collaboratori è la priorità assoluta del DoubleTree by Hilton Portland", spiega l'hotel in una dichiarazione. "Questo sfortunato incidente è probabilmente il risultato di un malinteso tra il nostro hotel e l’ospite. Siamo spiacenti che questa faccenda si sia conclusa in questo modo. Non discriminiamo nessun individuo o gruppo”. Licenziati gli impiegati, la direzione ha “deciso misure appropriate per garantire che questo non accada di nuovo".

 
Stati Uniti
Russiagate: la resa dei conti
Russiagate: la resa dei conti
Consegnato il rapporto Mueller, l’America con il fiato sospeso: a giorni Trump potrebbe finire sotto accusa o scagionato del tutto
Prete palpeggia una donna sul letto di morte
Prete palpeggia una donna sul letto di morte
Un sacerdote texano ha molestato una donna mentre le impartiva l’estrema unzione. Denunciato dal marito, è stato sospeso dalla Diocesi e rischia la galera
Lo scoop su Bezos era un ricatto
Lo scoop su Bezos era un ricatto
È stato lo stesso magnate a ingaggiare un investigatore per capire come il materiale osè sulla sua relazione extraconiugale fosse arrivato nelle mani del National Enquirer. Lo scoop del Wall Street Journal
Collin Richards, il killer della giovane golfista
Collin Richards, il killer della giovane golfista
La 22enne atleta spagnola Celia Barquin Arozamena fu uccisa il 17 settembre 2018 sul campo di un circolo nello Iowa. Il presunto assassino si è dapprima dichiarato innocente, per poi cambiare idea e incolparsi dell’omicidio
Miami sotto assedio
Miami sotto assedio
Sono le settimane dello “Spring Break” e la celebre città della Florida è invasa da giovani in cerca di trasgressione: risse, pestaggi, violenze e abusi di ogni tipo sono all’ordine del giorno. La polizia assicura pugno di ferro
Paris Jackson tenta il suicidio
Paris Jackson tenta il suicidio
La figlia del Re del Pop si sarebbe tagliata le vene nella sua abitazione di Los Angeles. È stata ricoverata ed è tenuta sotto osservazione. Lei smentisce con forza la notizia
Frankieboy voleva riprendersi Palermo: ucciso
Frankieboy voleva riprendersi Palermo: ucciso
Il boss "invisibile" della famiglia Gambino di New York, Francesco Calì, 53 anni, centrato da sei colpi di pistola davanti alla sua villa. Primo delitto di mafia dopo 30. E' l'ora degli eredi 40enni
Ex sacerdote pedofilo ucciso in Nevada
Ex sacerdote pedofilo ucciso in Nevada
Il nome di John Capparelli era finito fra i 188 sacerdoti accusati di molestie sessuali nella diocesi del New Jersey. Non aveva mai pagato le sue colpe davanti alla giustizia, ma qualcuno si è vendicato
Sospese le esecuzioni in California
Sospese le esecuzioni in California
Il governatore Gavin Newsrom ha firmato una moratoria che di fatto blocca fino alla fine del suo mandato le 737 esecuzioni in attesa nelle carceri dello Stato
Tre manifesti a Baltimora, Maryland
Tre manifesti a Baltimora, Maryland
Come nel film premiato con l’Oscar, una donna ha affittato tre manifesti in promette denaro a chiunque sia in grado di dare informazioni sull’omicidio della sua gemella, avvenuto 23 anni fa e tutt'ora irrisolto