Frankieboy voleva riprendersi Palermo: ucciso

| Il boss "invisibile" della famiglia Gambino di New York, Francesco Calì, 53 anni, centrato da sei colpi di pistola davanti alla sua villa. Primo delitto di mafia dopo 30. E' l'ora degli eredi 40enni

+ Miei preferiti

Sei colpi di arma da fuoco esplosi da un killer fuggito a bordo di una berlina blu che, per essere sicuro, ha stritolato il copo della vittima passandosgli sopra. Così è morto a New York, il boss Francesco Calì, 53 anni, referente strico della famiglia Gambino. Subito dopo l'agguato, secondo i testimoni oculari, alcuni membri della sua famiglia sono usciti in strada e sono stati visti accanto al suo corpo piangendo. Finora la polizia non ha eseguito alcun arresto. I media riportano che si tratta del primo assassinio su commissione di un boss della criminalità organizzata di New York dal 1985. L'italoamericano Francesco 'Frank' è stato ucciso davanti alla sua lussuosa villa di Staten Island (New York City) ed è morto in ospedale a causa delle ferite riportate da colpi di arma da fuoco: lo riferiscono i media Usa, che citano la polizia locale. Secondo i media si tratta del primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzata di New York da oltre 30 anni. L'agguato è avvenuto alle 21. Un delitto "eccellente" che cambierà gli equilibri della mafia Usa per i prossimi anni a venire. Alle spale del padrino ucciso, c'è una linea di aspiranti boss tra i 35 e i 40 anni, saldamente legati alle mafie asiatiche, le più infiltrate nelle strutture economiche dell'Occidente.

Prima di lui, sempre a  New York dal 1985, Paul “Big Pauly” Castellano venne freddato all’esterno di un ristorante dei Gambino, una delle cinque famiglie mafiose italoamericane di New York con i Genovese, Colombo, Bonanno e Lucchese.

 FrankieBoy è stato membro del comitato direttivo della famiglia Gambino per diversi anni e nel 2015 ne è diventato il capo, al posto del sessantatreenne Domenico Cefalù. Originario della Sicilia, Calì ha profonde radici nella mafia siciliana e sua moglie è la nipote del boss italoamericano Giovanni “John” Gambino. Anche suo fratello Joseph e il cognato Peter Inzerillo fanno parte della cosca.

 

Stati Uniti
Miami sotto assedio
Miami sotto assedio
Sono le settimane dello “Spring Break” e la celebre città della Florida è invasa da giovani in cerca di trasgressione: risse, pestaggi, violenze e abusi di ogni tipo sono all’ordine del giorno. La polizia assicura pugno di ferro
Paris Jackson tenta il suicidio
Paris Jackson tenta il suicidio
La figlia del Re del Pop si sarebbe tagliata le vene nella sua abitazione di Los Angeles. È stata ricoverata ed è tenuta sotto osservazione. Lei smentisce con forza la notizia
Ex sacerdote pedofilo ucciso in Nevada
Ex sacerdote pedofilo ucciso in Nevada
Il nome di John Capparelli era finito fra i 188 sacerdoti accusati di molestie sessuali nella diocesi del New Jersey. Non aveva mai pagato le sue colpe davanti alla giustizia, ma qualcuno si è vendicato
Sospese le esecuzioni in California
Sospese le esecuzioni in California
Il governatore Gavin Newsrom ha firmato una moratoria che di fatto blocca fino alla fine del suo mandato le 737 esecuzioni in attesa nelle carceri dello Stato
Tre manifesti a Baltimora, Maryland
Tre manifesti a Baltimora, Maryland
Come nel film premiato con l’Oscar, una donna ha affittato tre manifesti in promette denaro a chiunque sia in grado di dare informazioni sull’omicidio della sua gemella, avvenuto 23 anni fa e tutt'ora irrisolto
NY verso il default, colpa dell'esodo
NY verso il default, colpa dell
Su ogni famiglia grava un debito di 81mila dollari, il sindaco pronto a chiedere un finanziamento di 3 miliardi di dollari per evitare il crack
Il pistolero delle parti intime
Il pistolero delle parti intime
Un uomo dell’Indiana, negli Stati Uniti, si è sparato inavvertitamente ferendosi al pene. Privo di porto d’armi, dovrà anche rispondere di possesso illegale di arma da fuoco
Montana, vendesi stato inutile
Montana, vendesi stato inutile
Una proposta lanciata sul sito change.org, sta scatenando polemiche e approvazioni: considerato un posto del tutto ininfluente per l’economia statunitense, un americano ha proposto di venderlo in blocco al Canada
Immondizia, topi e tifo a Los Angeles
Immondizia, topi e tifo a Los Angeles
La città degli angeli, invasa dai rifiuti e dai ratti, è alle prese con un principio di epidemia di tifo portato dalle pulci. Oltre 120 i casi già segnalati, alcuni anche tra dipendenti del Comune, che lo avrebbero contratto sul lavoro
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide
Aggredito da un puma cucciolo, lo uccide
La brutta avventura di giovane aggredito in Colorado da un baby-leone di montagna durante una sessione di jogging: è riuscito a uccidere l’animale prima di fare la stessa fine