120 candeline per il Bibendum

| Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo

+ Miei preferiti
Il 29 aprile 1894, si apre ufficialmente l’Exposition Universelle, Internationale ed Coloniale di Lione: un evento colossale, ospitato al neonato “Parc de la Tête d’Or”, il più grande parco urbano di Francia. Tanta maestosità attira l’attenzione di Edouard Michelin, fondatore della “Manufacture Française des Pneumaticques Michelin”, che durante la sua visita nota una pila di pneumatici avvolti in un telo, e pensa: “Gli mancano solo gambe e braccia”. La figura gli richiama alla mente un manifesto visto tempo prima, in cui un corpulento bavarese reggeva un boccale di birra, accompagnato dalla dicitura: “Nun est bibendum”, citazione di un’ode di Orazio in cui si esprimeva l’esultanza per la morte di Cleopatra, diventata di uso comune per accompagnare un avvenimento lieto.

Con l’idea di dare un’identità e un marchio riconoscibile alla propria azienda, Edouard Michelin racconta tutto a O’Galop, pseudonimo del disegnatore Marius Rossillon, che si mette al lavoro proponendo un manifesto in cui un personaggio di fantasia fatto di pneumatici, alza al cielo una coppa esclamando la citazione di Orazio, “Nunc est Bibendum”.

È la nascita di quello che in Italia sarà conosciuto come “l’omino Michelin”, un marchio che nel 2000 il “Financial Times” ha eletto come “miglior logo della storia”. Un personaggio che da 120 anni accompagna generazioni di automobilisti e viaggiatori in tutto il mondo, rimbalzato su pubblicità e spot televisivi animati. A renderlo una presenza familiare e una vera star internazionale ci pensa il lavoro di artisti delle “affiches” come Hautot, Grand Aigle, Riz, Cousyn e René Vincent, che mettono il loro stile al servizio del Bibendum.

La lunga strada del Bibendum è celebrata dalla mostra “L’aventure Michelin”, ospitata presso il quartier generale del gruppo, al 32 di Rue du Clos Four, a Clermon Ferrand. Un affascinante percorso scenografico su 2000 metri quadri che ripercorre la storia, il presente e il futuro di Michelin: dalla prima ruota smontabile a quella destinata alla Luna.

Galleria fotografica
120 candeline per il Bibendum - immagine 1
120 candeline per il Bibendum - immagine 2
120 candeline per il Bibendum - immagine 3
120 candeline per il Bibendum - immagine 4
120 candeline per il Bibendum - immagine 5
Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo
Tutti pazzi per l’escavatore
Tutti pazzi per l’escavatore
È l’ultima follia di Las Vegas: affittare un mezzo movimento terra e divertirsi a distruggere, smontare e spostare