Da 0 a 400 km/h in quarantadue secondi

| È il record raggiunto dalla Bugatti Chiron, la mostruosa creatura in fibra di carbonio guidata dall'ex pilota Juan-Pablo Montoya

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Per le macchine "normali", quelle destinate a gente altrettanto normale, viene usato un parametro convenzionale ormai celebre: i secondi necessari per partire da fermi e arrivare sulla soglia dei 100 km/h. Solo nel caso di modelli dalle prestazioni elevate (supercar, hypercar, ecc.), la misurazione sale di categoria, passando da 0 a 200, ma succede di rado.

È il punto di partenza necessario per meglio capire il record di velocità da fermo polverizzato dalla Bugatti Chiron, la supersportiva erede della Veyron, con carrozzeria e telaio in fibra di carbonio, sospensioni indipendenti e trazione integrale permanente, portata a spasso dal monumentale propulsore W16 8 litri da 1.500 CV e 1.600 Nm.

Un record di velocità stabilito sul circuito di Erha-Lassien, in Bassa Sassonia, affidando la Chiron a uno che di auto e piste ne capisce: Juan-Pablo Montoya, ex pilota colombiano con un passato che in tempi neanche così lontani è transitato dai box di Williams, McLaren e BMW, per poi concludersi in America, nella Nascar e nella IndyCar.

Sotto gli occhi (e i cronometri) della squadra del SGS Tuv Saar, l'ente chiamato a certificare il record, Montoya ha spremuto la cavalleria della Chiron, partendo da 0 per fermarsi dopo aver raggiunto i 400 km/h in appena 41,96 secondi, più o meno tre km dopo. Se non fosse ancora chiaro il concetto, è sufficiente pensare che gli aerei di linea decollano ad una velocità in genere compresa fra 250 e 300 km/h.

Il grande mestiere di Juan-Pablo si è visto soprattutto nel momento in cui è stato necessario fermare la corsa della Bugatti, operazione riuscita in 9,3 secondi e 491 metri.

Sia chiaro, nessun "aiutino" da casa per Montoya, anzi, visto che per la Chiron viene dichiarata una velocità massima di 380 km/h, i tecnici del marchio controllato da Volkswagen hanno aggiunto nell'abitacolo un comando necessario per modificare i parametri, alzando la velocità massima fino ai 420 km/h.

Già fissato l'appuntamento per l'ennesima fatica della Chiron: il prossimo anno, tenterà di battere il record di velocità massima stabilito dalla Veyron in 431,072 km/h.

Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo