E per targa, un tablet

| Cinque stati americani hanno già deciso di lanciarla in una fase di test: oltre a mandare in pensione la vecchia placca metallica, offre tantissimi vantaggi

+ Miei preferiti
Bye-bye targa dell’auto. In California, patria dell’hi-tech più sfrenato, la “Reviver Auto”, ha da poco brevettato la “RPlate Pro”, la prima targa digitale di cui si abbia notizia.

Presentata in anteprima al salone di Detroit, la RPlate Pro rappresenta una vera rivoluzione digitale all’antica e all’apparenza insostituibile targa in metallo con numeri e cifre impressi sopra. Un metodo di identificazione della vettura utilizzato dalla metà dell’Ottocento, quando a Parigi, già allora attanagliata dal traffico, il comune impose la “placca numerata”. Lo stesso, per pura combinazione, diventa una norma varata nel 1851 dallo Stato Pontificio, che obbligando una targa identificativa ai possessori di carri, calessi e vetture, tentava di arginare i furti e le fughe dei banditi su mezzi impossibili da riconoscere.

Altri tempi, che alla Reviver Auto sono convinti di aver sepolto per sempre. La targa 3.0 non è più in lamiera, ma uno schermo digitale della stessa misura, molto simile ad un tablet, visibile in qualsiasi condizione di luce in cui - ecco la novità - i numeri della targa, quando l’auto è ferma, possono lasciare il posto a messaggi personalizzabili, annunci e perfino pubblicità. E per risolvere il problema dei “License plate registration sticker”, l’adesivo che negli Stati Uniti attesta il pagamento della tassa annuale, la targa-tablet può essere rinnovata pagando il dovuto attraverso una app, risparmiando così tempo e denaro.

Vantaggi anche per le flotte aziendali, visto che il sistema permette di monitorare e rintracciare gli spostamenti del veicolo ed è abbinato al numero di telaio dell’auto, quindi inutilizzabile in caso di furto. A sfavore qualche dubbio ancora da risolvere: un sistema connesso presta il fianco al rischio “hacker”, potenzialmente in grado di cambiare i numeri di targa a piacere. Punto numero due: i costi di riparazione in caso di piccolo urto, visto che un display a cristalli liquidi è infinitamente meno robusto di una placca metallica.

Presto per dire se si tratta di una vera rivoluzione? Neanche tanto, visto che California, Florida, Arizona e Texas hanno già autorizzato una fase test che entro quest’anno immetterà almeno 100mila targhe hi-tech sui veicoli di nuova immatricolazione.

Fra i più soddisfatti per l’accoglienza Neville Boston, a.d. della Reviver Auto: “La targa è la stessa da quando Henry Ford ha svelato la Model T nel 1908. Ora, finalmente, è arrivata l’ora di cambiare”.

Galleria fotografica
E per targa, un tablet - immagine 1
Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo