La Land Rover Discovery di Jamie Oliver: l'alta cucina ora viaggia su quattro ruote

| Scordatevi i fornelletti da campeggio e gli angoli cottura da campo: quella che il celebre chef inglese ha chiesto a Land Rover è una vera e propria evoluzione mobile di una moderna cucina da ristorante

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Jamie Oliver è instancabile: chiamarlo semplicemente chef è quasi volergli fare un dispetto. È un imprenditore, divulgatore, scrittore, viaggiatore  e filantropo, che con la sua fondazione ha deciso di guidare una rivoluzione alimentare globale. Un ragazzotto di Clavering, un piccolo villaggio dell'Essex, che partendo dai semplici fornelli del pub di famiglia, è arrivato ad essere il signore assoluto degli astro-chef, con un patrimonio stimato in 400 milioni di dollari.

Inglese classe 1975, Jamie affina l'arte in un ristorante italiano di Londra, fin quando la BBC lo preleva per piazzarlo davanti alle telecamere: è un successo planetario che trasforma il suo faccione simpatico nel simbolo unico di un impero che oggi conta 29 ristoranti più una lunga teoria di libri, programmi, tour teatrali, ricettari e riviste.

Ma a lui, per mestiere e diletto, piace viaggiare, così tanto da chiedere l'aiuto dello "Special Vehicle Operations", il reparto allestimenti speciali di Jaguar Land Rover, per farsi realizzare - finalmente - un veicolo attrezzato di tutto punto per viaggiare & cucinare, o viceversa. Non una semplice cucina da campo in stile militare, ma una vera e propria riproduzione su ruote di una zona cottura perfettamente attrezzata con ogni diavoleria renda più semplice l'arte di preparare piatti.

E i tecnici del reparto dove nascono versioni uniche del marchio anglosassone, una sorta di sartoria automobilistica, hanno fatto di tutto per accontentarlo, sfruttando ogni anfratto di una Land Rover Discovery per infilarci, nell'ordine: una cucina, un barbecue, una gelatiera, un distributore d'olio d'oliva e una zangola, com'è chiamata la macchina da cui si produce il burro. Quella di Jamie, è anche l'unica Discovery al mondo a montare un tostapane nella consolle centrale, un piano cottura a gas, un tavolo da lavoro estraibile ed un piccolo orticello per spezie ed erbe aromatiche.

Lui stesso ha ammesso di aver chiesto qualcosa al limite dell'impossibile: "Ho dato a Land Rover una sfida enorme: ma quello che ho sempre sognato, loro sono riusciti a realizzarlo".

La "Cook Discovery" sarà la protagonista di uno speciale diviso in tre parti trasmesso su "Food Tube Jamie", il canale YouTube dello chef.

Per essere ancora più precisi, la Discovery di Jamie Oliver è dotata di un piano cottura, un "herb garden" per otto piantine alloggiato sul finestrino posteriore destro, un cassetto per le spezie, un dispenser per l'olio ed uno per l'aceto da 500 ml ognuno, un piano di lavoro alto 1,5 metri e largo 1,1, lavello in alluminio rivestito in pelle, un televisore a schermo piatto da 40", una zangola da 5 litri, una macchina per il gelato da 5 litri con corpo in alluminio, un tostapane a due fette, un frigorifero che può contenere 3 polli, un tacchino e una coscia d'agnello e un barbecue che si collega direttamente al vano motore della Discovery. Altro che panini.

Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo