Qui non prende (più)

| Arrivano sanzioni pesantissime per chi telefona mentre guida: sospensione della patente e multe salate per mettere la parola fine a un'inciviltà tutta italiana

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Tempi duri per gli "auto-telefonisti". In un primo momento, pareva essere passata una linea dai toni lassisti, con un atteggiamento molto italiano che evitava lo stralcio della sospensione della patente fin alla prima infrazione. Ma in campo è scesa la Polizia Stradale che, dati alla mano, ha denunciato un vertiginoso aumento del 18,1% nel primo semestre dell'anno di gente colta impunemente a telefonare mentre guida.

Così, dalla Commissione Trasporti della Camera, è arrivata l'ennesima inversione: linea dura, anzi durissima, e tolleranza zero.

La questione si concentra sulla modifica dell'articolo 173 del Codice della Strada, che da poche ore inasprisce pene e sanzioni per chi utilizza apparecchi telefonici mentre guida. In pratica, per andare sulle cose che contano, la sospensione della patente da 1 a 3 mesi scatta già dalla prima infrazione, con una sanzione compresa fra i 160 ed i 640 euro e 5 punti in meno sulla patente. In caso di recidiva, la sospensione passa da 2 a 6 mesi, la multa sale da 320 a 1.282 euro e i punti persi diventano 10. Nella legge, è inserito anche l'obbligo dei dispositivi anti abbandono dei bimbi in auto.

Un'abitudine non soltanto odiosa e incivile, quella dell'uso del telefono alla guida, ma anche estremamente pericolosa. Secondo dati recentissimi diffusi dal "Tavolo sulla sicurezza stradale" che ha riunito Anas, Ania, Aci, Polizia Stradale e alcune aziende del settore automotive, l'81% degli incidenti stradali che ogni anno si verificano in Italia sono dovuti a distrazioni, ed il maggior colpevole è proprio l'uso del cellulare. Che sia per telefonare o per leggere e scrivere sms, è stato calcolato che il rischio di incidente aumenta del 23%, più o meno come mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici. Comportamenti figli di un mix di motivi che finora potevano contare soprattutto sulla mancanza di norme certe.

In Francia, già dal 2015, agli automobilisti non è concessa alcuna distrazione, e nel resto dell'Unione non va certo meglio: il cellulare va tenuto in tasca. Punto e basta.

Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo