Tempi duri per gli "sballati" alla guida

| A breve entrerà in servizio un dispositivo che in pochi minuti è in grado di accertare se chi guida ha assunto droghe

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Otto minuti: è il tempo necessario che permette di individuare con esattezza chi guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Il "Drogometro", questo il nome del dispositivo, sta per entrare in servizio effettivo, dopo una lunga fase di test i cui risultati (piuttosto shoccanti), saranno resi noti a breve dalla Polizia Stradale.

Il Drogometro è un piccolo apparecchio, del tutto simile all'etilometro e attendibile quanto un esame del sangue, dotato di una piccola parte che attraverso la saliva, permette di stabilire l'uso o meno di sostanze stupefacenti. Il protocollo prevede che sia effettuato prima il test del tasso alcolico, per stabilire l'automobilista rientra nello 0,5 g/litro ammessi dal Codice della Strada, quindi il soggetto viene invitato a salire sul camper della stradale, dove viene spiegato il test, con tanto di firma per il consenso informato.

Il tampone del Drogometro va tenuto in bocca fino all'accensione di una spia blu: a quel punto è sufficiente attendere otto minuti per avere l'esito. In caso di positività, gli agenti procedono con altri due test salivari, sigillati e conservati in un frigorifero per essere inviati al Laboratorio di Tossicologia Forense della Polizia di Roma.

Se anche in quel caso l'esito risulta positivo, nel giro di 10 giorni l'automobilista riceverà a casa la comunicazione di reato dalla Procura della Repubblica con la relativa apertura del procedimento penale. Il rischio, secondo l'articolo 187 del Codice della Strada, prevede una multa da 1.500 a 6.000 euro e l'arresto dai sei mesi a un anno.

Un fenomeno in preoccupante crescita, con una letteratura composta da decine di casi di incidenti anche mortali causati dalle precarie condizioni psicofisiche di persone che si sono messe alla guida dopo aver assunto droghe. È di pochi giorni fa il caso di Domenico Diele, l'attore che in preda agli effetti di cannabis ed eroina, ha investito e ucciso una donna.

Stories
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo
Tutti pazzi per l’escavatore
Tutti pazzi per l’escavatore
È l’ultima follia di Las Vegas: affittare un mezzo movimento terra e divertirsi a distruggere, smontare e spostare
Jaguar D-Type, un nuovissimo pezzo d’epoca
Jaguar D-Type, un nuovissimo pezzo d’epoca
La leggendaria barchetta ritorna da dove si era fermata: 25 esemplari per completare i 100 previsti, a sessant’anni di distanza. Ma targa a parte, è un pezzo d’epoca appena uscito dalla fabbrica