Una Fiat 3 ½ hp del 1899 alla London to Brighton

| Alla 121 edizione della più celebre sfilata di auto d'epoca, anche un piccolo segno di italianità: la più antica Fiat presente al di là della Manica

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Era stata incontenibile, la gioia per la "Locomotives on Highway Act", la legge del 14 novembre 1896 che finalmente concedeva la libera circolazione sulle strade inglesi alle "locomotive leggere", com'erano chiamate le prime automobili. Prima di allora, andare in auto equivaleva a una iattura cosmica, visto che ogni auto doveva essere preceduta da un uomo munito di bandierina rossa che segnalava vistosamente l'arrivo del "bolide". Qualcuno quel giorno gridò allo scandalo, perché la legge non solo aboliva gli sbandieratori, ma alzava la velocità massima da 4 a 14 miglia orarie: per dirla alla nostra maniera, da 6,5 a 22,5 km/h. Velocità ridicole per i parametri attuali, perfino i tricicli vanno più forte, ma non nel 1896, anno di enormi rivoluzioni, contando anche la prima sconvolgente proiezione di Louis e Auguste Lumière, i due fratellini inventori dei cinema.

Ma la legge era legge, e la gioia di quanti andavano in auto così grande da celebrare la giornata negli anni a venire. Almeno fino al 1927, quando a qualcuno viene in mente di rievocare come si deve una data che celebra l'automobile. Insomma, quell'anno nasce la "Emancipation Run", più che una gara un percorso amabilmente tranquillo, riservato a vetture costruite prima del 1904. Nonnine su ruote che ogni anno, puntualmente, con l'unica eccezione degli anni della guerra e quelli della crisi del petrolio, sono uscite da garage e collezioni private per cimentarsi sempre sullo stesso percorso: dal verde di Hyde Park, uno dei nove parchi reali di Londra, e Madeira Drive, il lungo e sfavillante lungomare di Brighton, a 60 miglia di distanza.

Va da sé: la "London to Brighton Veteran Car Run", diventa uno degli eventi più amati dai compassati britannici, che corrono a centinaia nella capitale fin dalle prime ore del mattino. Il raduno, com'è ovvio per un popolo che non ama perdere tempo, inizia alle 7 precise. Partenza, foto, convenevoli e tazza di the, poi partenza sfilando intorno a Buckingham Palace e poi il Big Ben, attraversando i quartieri più a sud: sosta con rinfresco a Crawley e arrivo a Brighton, fra due ali di folla festante.

Quest'anno, anche un pizzico d'orgoglio italiano, ai nastri di partenza della "London to Brighton": una spettacolare "Fiat 3 ½ hp" del 1899, la più antica vettura del marchio torinese in terra anglosassone di cui si abbia notizia. Una due più due, diremmo oggi (in realtà a una vis-à-vis), con motore due cilindri orizzontali da 697 cc, cambio a tre rapporti e 34 km/h di velocità di punta. La vettura, di proprietà della FCA UK Ltd, normalmente guarda lo scorrere dei decenni dal "National Motor Museum" di Beaulieu.

Stories
Il mago delle auto d’epoca
Il mago delle auto d’epoca
Per i collezionisti, Jonathan Ward è quasi una divinità: è in grado di trasformare l’anima tecnologica di vetture d’epoca lasciandole però intatte all’esterno. Perché ogni graffio è una storia
Dua Lipa per Jaguar
Dua Lipa per Jaguar
Un’inedita collaborazione fra l’artista del momento e il marchio inglese, darà il via ad una serie di eventi in tutta Europa
120 candeline per il Bibendum
120 candeline per il Bibendum
Proclamato il miglior logo della storia, il personaggio di fantasia fatto di pneumatici accompagna da oltre un secolo gli automobilisti di tutto il mondo
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
La Porsche 919 Hybrid Evo conquista il Nürburgring
Dopo 35 anni, il prototipo ibrido polverizza il record di velocità scendendo di quasi un minuto sul precedente
Lamborghini chiama Hollywood
Lamborghini chiama Hollywood
Una mostra ospitata al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ripercorre le pellicole in cui le supercar marchiate con il toro hanno fatto da coprotagoniste
I 60 anni della Maserati Eldorado
I 60 anni della Maserati Eldorado
È stata la prima auto al mondo con sponsor proprio: una rivoluzione epocale, nata dalla fantasia di un marchio di gelati confezionati
Una Jaguar da rockstar
Una Jaguar da rockstar
Dopo essere passata attraverso le modifiche del reparto vetture storiche del marchio di Solihull, è stata ribattezzata XJ “Greatest Hits”. Un modello creato appositamente per Nicko McBrain, batterista degli Iron Maiden
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
Torna la Volvo 1800 S di Simon Templar
L’esemplare, appartenuto a Roger Moore e protagonista della serie televisiva “Il Santo”, sarà esposto a Techno-Classica di Essen
Ferrari Portofino in tour
Ferrari Portofino in tour
Un lungo giro che toccherà oltre 60 località europee, dalla Scandinavia alla Costa Azzurra
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Volkswagen lancia la sfida alla Pikes Peak
Un prototipo 100% elettrico dalle linee estreme realizzato appositamente per completare l’impresa non riuscita nel 1987: portarsi a casa la cronoscalata più celebre del mondo