Demolita la residenza di Escobar

| “Monaco”, il celebre quartiere generale del signore del cartello di Medellín, è stato abbattuto: al suo posto un parco in cui ricordare le migliaia di vittime della guerra al narcotraffico

+ Miei preferiti
A Medellín, capoluogo del dipartimento di Antioquia, seconda città per popolazione solo dopo Bogotà, la sinistra fama regala da Pablo Escobar non è mai piaciuta. Ai turisti interessano poco eventi come il “Festival Internacional del Tango” o quello del Jazz: tutti vogliono i “narco-tour”, per toccare i luoghi del re della droga, uno dei più noti e ricchi trafficanti della storia, ucciso dai “Bloque de Bùsqueda” in un conflitto a fuoco il 2 dicembre del 1993, a 44 anni.

Nel fastidio di essere abbinati per sempre alle imprese poco piacevoli di Escobar, è nata l’idea di demolire “Monaco”, il nome del palazzo di otto piani nel cuore del quartiere El Poblado che per lungo tempo ha rappresentato la residenza e il quartier generale dell’ex signore della droga colombiana che nel momento di massimo splendore avrebbe fornito l’80% di cocaina che circolava negli Stati Uniti.

Da ieri, con 200 kg di esplosivo, una delle ultime tracce di Escobar non esiste più. L’ha deciso il comune, annunciando di voler realizzare nella stessa area “Inflexión”, un parco pubblico di 5.000 mq dedicato alle 46.612 vittime della guerra al narcotraffico, molte delle quali uccise su ordine del boss. Una demolizione in diretta tivù, con 1.600 persone ad assistere, molti dei quali parenti di agenti di polizia, politici, giornalisti e avversari che avevano osato opporsi al temibile cartello di Medellin. “Non si tratta di demolire un edificio ormai in rovina, ma di costruire un memoriale per coloro che devono essere i nostri veri eroi, perché questo non accada mai più”, ha commentato con soddisfazione Federico Gutiérrez, sindaco di Medellín.

Galleria fotografica
Demolita la residenza di Escobar - immagine 1
Demolita la residenza di Escobar - immagine 2
Sudamerica
Uccisero Mariele, fu un delitto politico
Uccisero Mariele, fu un delitto politico
L'attivista brasiliana del Psol fu uccisa, secondi i giudici, da due mercenari per il suo impegno politico. Morì nell'agguato anche il suo autista. Il Psol chiede altre indagini. Assassinata da proiettili in dotazione alle forze dell'ordine
Italiano ucciso in Brasile
Italiano ucciso in Brasile
Carmelo Mario Calabrese, 69 anni, è stato ucciso a colpi di machete in una località nel nord del paese. La polizia segue la pista della rapina finita in tragedia
Strage di bambini in una scuola brasiliana
Strage di bambini in una scuola brasiliana
Due giovani, identificati pochi minuti fa, hanno fatto irruzione all’ora di inizio delle lezioni uccidendo 8 persone. Si sono tolti la vita prima dell’arrivo della polizia. Infuria la polemica sul decreto libera armi di Bolsonaro
Disperazione Venezuela
mancano luce, acqua, gas e benzina
Disperazione Venezuela<br>mancano luce, acqua, gas e benzina
La gente di Caracas costretta a bere e lavarsi con l'acqua inquinata del fiume Guaire. Centinaia di bambini portatori. Ma per Maduro, per cui i grillini invocano la "neutralità", la colpa è dei "gringos"
Blackout devasta il Venezuela
Blackout devasta il Venezuela
Le riserve di cibo nei frigoriferi buttate via, gente disperata ed esasperati. Pazienti morti negli ospedali rimasti senza energia. Trasporti paralizzati, paura e rabbia. Mauro: "Colpa degli Usa". Guardò: "Tutti in piazza contro il regime"
Maduro vende l'oro del popolo venezuelano
Maduro vende l
I rappresentanti di Guaidò in Usa tentano di bloccare l'operazione ma Citibank non ha ancora chiarito se lo farà. A Caracas italiani preoccupati, opposizione in stallo. Maduro celebra Chavez e minaccia Guaidò
Assassinata e sepolta in giardino
Assassinata e sepolta in giardino
Una 32enne che viveva nella città messicana di Tijuana scomparsa da un ventina di giorni, è stata ritrovata sepolta nel giardino della sua casa, dal padre: i sospetti della polizia locale sul figlio del compagno della donna
Guaidó: arrestarmi
sarebbe un colpo di stato
Guaidó: arrestarmi<br>sarebbe un colpo di stato
Il presidente ad interim annuncia che, in caso di arresto, scatterebbe una risposta internazionale senza precedenti. Nel sud del paese, nelle zone più impervie e sacre, la popolazione continua a lottare: “Dovranno ucciderci per fermarci”
"Avvelenati dal 'Soffio del Diavolo'", sospetti su 007 chavisti
"Avvelenati dal
Il parlamentare vicino a Guaidò, Freddy Superlano è grave, morto il suo segretario. Erano in un ristorante di Cùcuta per il live-ad. Gli hanno versato scopolamina "Devil's Breat" o Burundanga nel cibo. Sospetti sul regime
"Caracas è tranquilla, sconfitto Guaidò"
strage al confine: 25 morti
"Caracas è tranquilla, sconfitto Guaidò"<br>strage al confine: 25 morti
Maduro alla guida di un'auto a Caracas ("non è successo nulla") ma i media rilanciano le immagini di violenze e uccisioni: 25 morti, 300 feriti. Guaidò incontra Pence: "Opzione militare non è più un tabù". Dura condanna Onu