Gli ultimi selfie del calciatore massacrato

| Daniel Correa Freitas avrebbe inviato gli scatti ad un amico, per dimostrare che era a letto con la moglie del padrone di casa. Il marito della donna ha confessato l’omicidio

+ Miei preferiti
Ormai è certo: Daniel Correa Freitas, giocatore del Botafogo e del Sao Paolo, è stato ucciso per motivi passionali. L’omicida, l’imprenditore Edison Brittes Junior, ha confessato l’omicidio, tentando di dare una versione dei fatti che appare sempre più poco veritiera: secondo lui sarebbe intervenuto per salvare la moglie Cristiana da un tentativo di stupro da parte del calciatore. Una versione che però viene smentita seccamente da alcune foto diffuse in rete, in cui si vede Freitas a letto con la donna in atteggiamenti tutt’altro che minacciosi. Le immagini, dei selfie scattati dallo stesso giocatore nel giorno della festa del 18esimo compleanno di Allana Brittes, sarebbero state inviate ad un amico, confermando così la relazione segreta con la donna, amica di famiglia.

In un breve scambio di messaggi, Freitas confessava al suo amico di trovarsi a letto con la donna mentre il marito era nei paraggi: l’amico avrebbe replicato di fare attenzione, perché stava rischiando grosso.

Sono gli ultimi messaggi di Daniel Correa Freitas: secondo quanto accertato dall’autopsia, la giovane promessa del calcio brasiliano sarebbe stato torturato e seviziato a lungo, con la recisione totale dei genitali e un tentativo mal riuscito di decapitazione.

Sudamerica
Bogotà, autobomba fa strage
Bogotà, autobomba fa strage
Otto morti e decine di feriti nell'attentato firmato dall'eli, gli eredi delle Farc, alla scuola di polizia Santander. Il governo: "Non ci faremo intimidire dalla violenza". Gli eredi delle Farc alleati con i narcos
Black out in ospedale, morti due pazienti
Black out in ospedale, morti due pazienti
Orrore e rabbia in Venezuela per i continui black out, in un Paese dall'economia devastata. Lo stop della luce elettrica nel pronto soccorso di un ospedale provoca due vittime. Frenetica evacuazione dei pazienti a rischio
La spia che ha tradito El Chapo
La spia che ha tradito El Chapo
In Tribunale a Brooklyn il tecnico colombiano che creò un'imponente rete di protezione e intercettazione per conto dei Narcos. Ma alla fine consegnò password e chiavi all'Fbi per violare telefoni e pc del cartello di Sinaloa
Il giuramento di Maduro blindato dall'Esercito
Il giuramento di Maduro blindato dall
Il presidente si incorona per altri sei anni ma mobilita l'Esercito per proteggere la cerimonia. Intanto l'economia del Paese è un disastro, milioni di venezuelani sono alla fame. I chavisti ora hanno paura
La campionessa e il rapinatore
La campionessa e il rapinatore
Un balordo di Rio de Janeiro ha scelto la vittima sbagliata: una campionessa di arti marziali miste che lo ha strapazzato per bene
Messico, ecco il Signore degli Scuoiati
Messico, ecco il Signore degli Scuoiati
Scoperto un tempio dove si celebrava il culto dello scuoiamento. I sacerdoti uccidevano e poi si ricoprivano delle pelli delle vittima per "rigenerarsi". Due altari sacrificali. Statue di pregevole fattura
Nei guai per la coca sulla tomba di Escobar
Nei guai per la coca sulla tomba di Escobar
Un giovane gallese ha vinto la scommessa fatta con un amico, ma aver sniffato cocaina sulla lapide del re dei narcos gli ha procurato parecchie grane con le autorità colombiane, e non solo
Bolsonaro promette di armare il Brasile
Bolsonaro promette di armare il Brasile
Nell’ultimo tweet prima dell’insediamento, il nuovo presidente brasiliano assicura che tutti i cittadini senza precedenti potranno possedere un’arma. Dalla cerimonia, chiare le prime indicazioni di politica internazionale
Messico, forse suicida la sub italiana
Messico, forse suicida la sub italiana
Anna Ruzzenenti, 27 anni, ripresa il giorno prima dalla polizia mentre tentava di scendere in acqua vestita, lo sguardo perso, manifestando propositi suicidi, ci ha forse riprovato. Bloccata dagli agenti
Messico, incidente aereo per la governatrice
Messico, incidente aereo per la governatrice
È precipitato nella notte l’elicottero su cui viaggiava Martha Erika Alonso, governatrice dello stato di Puebla