Italiano ucciso in Brasile

| Carmelo Mario Calabrese, 69 anni, è stato ucciso a colpi di machete in una località nel nord del paese. La polizia segue la pista della rapina finita in tragedia

+ Miei preferiti
È stata un’amica ad avvisare attraverso Facebook della scomparsa improvvisa di Carmelo Mario Calabrese, 69 anni, residente in Brasile. Era un amante dei viaggi e delle escursioni, ma quando stava per partire era sua abitudine avvisare tutti, ma da giorni era scomparso, senza più dare notizie.

A scoprire la fine dell’italiano è stato un pescatore, che ha scorto il corpo di un uomo affiorare dalle acque del rio Tibiri. Secondo quanto trapelato dai rilievi dell’Instituto Médico Legal, Calabrese sarebbe morto in modo orribile, massacrato con almeno 15 colpi di machete e quasi decapitato dalla violenza dei fendenti. La polizia, al momento, propende per un tentativo di rapina finito male: la casa in cui viveva l’italiano, ex sottufficiale dell’Aeronautica in pensione, da 25 anni in Brasile, era totalmente a soqquadro, con abiti e oggetti sparsi. La scientifica ha anche individuato tracce di sangue che portavano dal bagno al garage, da dove è scomparsa l’auto di Calabrese, probabilmente utilizzata dai killer per trasportare il corpo dello sventurato pensionato italiano e gettarlo nel fiume. Sulla porta non ci sarebbero segni di scasso, che potrebbe far pensare a qualcuno conosciuto dalla vittima. “L’abitazione del signor Calabrese era in disordine, come se qualcuno stesse cercando qualcosa. È sempre più probabile la pista della rapina, tuttavia al momento non ci sentiamo di escludere altre ipotesi che saranno attentamente vagliate dalla squadra omicidi”, ha commentato il portavoce della polizia Jeffrey Furtado.

Originario di Artena, in provincia di Roma, dove vivono i suoi due figli, che hanno appreso la notizia dall’ambasciatore, Carmelo Mario Calabrese viveva da lungo tempo a São Luís de Maranhao, città nel nord del paese, ma aveva da poco confidato ad alcuni vicini di voler vendere casa e trasferirsi da altre parti perché considerava la zona troppo violenta: era già stato rapinato tre volte.

Sudamerica
Uccisero Mariele, fu un delitto politico
Uccisero Mariele, fu un delitto politico
L'attivista brasiliana del Psol fu uccisa, secondi i giudici, da due mercenari per il suo impegno politico. Morì nell'agguato anche il suo autista. Il Psol chiede altre indagini. Assassinata da proiettili in dotazione alle forze dell'ordine
Strage di bambini in una scuola brasiliana
Strage di bambini in una scuola brasiliana
Due giovani, identificati pochi minuti fa, hanno fatto irruzione all’ora di inizio delle lezioni uccidendo 8 persone. Si sono tolti la vita prima dell’arrivo della polizia. Infuria la polemica sul decreto libera armi di Bolsonaro
Disperazione Venezuela
mancano luce, acqua, gas e benzina
Disperazione Venezuela<br>mancano luce, acqua, gas e benzina
La gente di Caracas costretta a bere e lavarsi con l'acqua inquinata del fiume Guaire. Centinaia di bambini portatori. Ma per Maduro, per cui i grillini invocano la "neutralità", la colpa è dei "gringos"
Blackout devasta il Venezuela
Blackout devasta il Venezuela
Le riserve di cibo nei frigoriferi buttate via, gente disperata ed esasperati. Pazienti morti negli ospedali rimasti senza energia. Trasporti paralizzati, paura e rabbia. Mauro: "Colpa degli Usa". Guardò: "Tutti in piazza contro il regime"
Maduro vende l'oro del popolo venezuelano
Maduro vende l
I rappresentanti di Guaidò in Usa tentano di bloccare l'operazione ma Citibank non ha ancora chiarito se lo farà. A Caracas italiani preoccupati, opposizione in stallo. Maduro celebra Chavez e minaccia Guaidò
Assassinata e sepolta in giardino
Assassinata e sepolta in giardino
Una 32enne che viveva nella città messicana di Tijuana scomparsa da un ventina di giorni, è stata ritrovata sepolta nel giardino della sua casa, dal padre: i sospetti della polizia locale sul figlio del compagno della donna
Guaidó: arrestarmi
sarebbe un colpo di stato
Guaidó: arrestarmi<br>sarebbe un colpo di stato
Il presidente ad interim annuncia che, in caso di arresto, scatterebbe una risposta internazionale senza precedenti. Nel sud del paese, nelle zone più impervie e sacre, la popolazione continua a lottare: “Dovranno ucciderci per fermarci”
"Avvelenati dal 'Soffio del Diavolo'", sospetti su 007 chavisti
"Avvelenati dal
Il parlamentare vicino a Guaidò, Freddy Superlano è grave, morto il suo segretario. Erano in un ristorante di Cùcuta per il live-ad. Gli hanno versato scopolamina "Devil's Breat" o Burundanga nel cibo. Sospetti sul regime
"Caracas è tranquilla, sconfitto Guaidò"
strage al confine: 25 morti
"Caracas è tranquilla, sconfitto Guaidò"<br>strage al confine: 25 morti
Maduro alla guida di un'auto a Caracas ("non è successo nulla") ma i media rilanciano le immagini di violenze e uccisioni: 25 morti, 300 feriti. Guaidò incontra Pence: "Opzione militare non è più un tabù". Dura condanna Onu
Ecco perché i venezuelani muoiono di fame
Ecco perché i venezuelani muoiono di fame
Il paniere di base 550 mila bolivares per vivere un mese, in tasca solo 18000 cioè lo stipendio minimo di Maduro. Inflazione annua oltre il 1.000.000 per cento. Il salario basta per un paio di giorni