Oppositore di Maduro cade dalla finestra: morto

| Fernando Alberto Albàn, incarcerato dalla polizia segreta per l'attentato del 4 agosto senza prove, si sarebbe lanciato nel vuoto dal 10 piano. Aperta un'inchiesta, dubbi sulla versione ufficiale. Morto dopo interrogatorio o ucciso?

+ Miei preferiti
Il regime di Maduro fa un'altra vittima. Il Procuratore generale della Repubblica del Venezuela, Tarek William Saab, ha reso noto che "Fernando Alberto Albán, consigliere comunale di un municipio della capitale e dirigente del partito (oppositore) Primero Justicia (Pj), si è suicidato" mentre era detenuto nella sede dei servizi di intelligence venezuelani, la famigerata Sebin. Ma non tutti sono convinti che sia stato un "incidente". C'è il sospetto che sia morto durante le sessioni di tortura per convincerlo a confessare chissà cosa oppure sia stato semplicemente ucciso dai suoi aguzzini. In una intervista telefonica con la tv statale Vtv Saab ha aggiunto che "questo cittadino era indagato nella causa riguardante il tentativo di attentato di agosto ai danni del presidente, Nicolás Maduro". Il suo "arresto senza un mandato del magistrato" era stato stato denunciato in un comunicato due giorni fa dal Pj. Secondo informazioni preliminari ricevute dal Sebin, ha ancora detto, "Albán ha chiesto di andare al bagno e quando è stato all'interno ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto dal 10/o piano". Restano  nelle carceri speciali della Sebin anche altri esponenti dell'opposizione fermati la notte dopo l'attentato fallito. Il deputato 28enne Juan Resequens è stato tenuto in isolamento in condizioni di detenzione contrarie ai diritti umani e in aperta violazione della Costituzione venezuelana. Familiari e partiti d'opposizione hanno chiesto al governo chavista di liberarlo in attesa del processo, poichè tenuto illegalmente nelle segrete della Sebin.

Sudamerica
UN ESERCITO DI VOLONTARI
SFIDA L'ESERCITO DI MADURO
UN ESERCITO DI VOLONTARI<br>SFIDA L
Il presidente ad interim Guaiḍ al raduno dei VoluntariosXVenezuela: avranno il compito di far entrare nel Paese gli aiuti umanitari bloccati dal Regime il 23 febbraio. Maduro mobilita l'Esercito. Scontro finale
Caracas, i killer FAES fanno strage
Caracas, i killer FAES fanno strage
Maduro scatena le "squadre della morte" della FAES nelle strade del Paese per bloccare la protesta contro il regime. Avrebbero ucciso oltre 200 persone in pochi mesi. Raid nei quartieri che sostengono Guaiḍ
Droga, ex diplomatica di Caracas nei guai
Droga, ex diplomatica di Caracas nei guai
Piantagione di matijuaba nella casa dell'ex consigliera diplomatica di Maduro nel Brandeburgo. Il suo status non è ancora stato chiarito dagli investigatori tedeschi. Arrestata la governante
MADURO TREMA
l'Esercito tratta con Guaiḍ
MADURO TREMA<br>l
Aumenta la pressione di Europa, Usa e oltre 50 Paesi per nuove elezioni presidenziali. Il Costa Rica caccia i diplomatici di Maduro e si insedia l'ambasciatore nominato da Guaiḍ. Italia ancora ambigua
"Non mi dimetto e salveṛ l'economia"
"Non mi dimetto e salveṛ l
Maduro vuole incontrare l'inviato Usa ma insulta Trump. Apre all'opposizione ma attacca Guaiḍ. Non vuole aiuti umanitari ma forse aprirà i confini. Dittatore confuso. E un Tribunale Usa condanna un ex ministro chavista
Il tesoro segreto di Maduro
tra Bulgaria, Regno Unito, Svizzera e Usa
Il tesoro segreto di Maduro<br>tra Bulgaria, Regno Unito, Svizzera e Usa
La procura nazionale bulgara blocca i conti bancari dell'ente Petrolifero del Venezuela con decine di milioni di dollari. Idem Inghilterra e Usa. Il figlio della moglie di Maduro condannato in Usa a 18 anni di carcere per dora
"Costrette a vendere il nostro corpo"
"Costrette a vendere il nostro corpo"
La disperazione delle donne venezuelane emigrate piegate dalla fame e dalla miseria, prostitute solo per sopravvivere. L'alternativa è cercare cibo nei rifiuti. In Venezuela era impossibile vivere. L'avvocatessa e l'infermiera
Guaiḍ all'Italia: perché sostenete Maduro?
Guaiḍ all
Dura lettera aperta del presidente ad interim del Venezuela, riconosciuto da 50 Paesi ma non dal governo giallo-verde. colpa dei grillini "neutrali" che coś appoggiano Maduro. Ma la Lega è schierata con Guaiḍ
NICARAGUA DEFAULT
Ortega come Maduro
NICARAGUA DEFAULT<br>Ortega come Maduro
Il regime sandinista di Daniel Ortega scosso da proteste crescenti di imprese e cittadini stremati dalla crisi economica. Possibili cambi di scenari nel Paese che ospita latitanti italiani delle Brigate Rosse
Esercito Maduro, ancora defezioni
Esercito Maduro, ancora defezioni
Un terzo alto ufficiale riconosce il presidente interim Guaiḍ e rinnega Maduro. "Lottiamo per la rinascita della patria". Invita i militari a seguirlo. Un appello: "Consentite aiuti umanitari, ospedali allo stremo"