"Venezuela sequestrato da narco-regime"

| Durissimo attacco della celebre pianista venezuelana Gabriela Montero contro il regime di Maduro. "In atto un genocidio per la scarsità di cibo e medicine, il popolo è sotto sequestro da parte di un cartello della droga"

+ Miei preferiti
Gabriela Montero, celebre pianista venezuelana, ha dichiarato ai media che la situazione in Venezuela non è dovuta a un problema ideologico della sinistra o della destra, ma al "rapimento del paese da parte di una società di narcotrafficanti. La situazione è così complessa che dobbiamo dirlo: il paese è sotto sequestro. In Venezuela non c'è un governo ma una narco-mafia, che compie un genocidio sistematico del popolo attraverso la scarsità di cibo e medicine, la mancanza di libertà di espressione e la presa di tutti i poteri pubblici, solo allora la comunità internazionale può capire cosa sta accadendo".

La pianista, che ha recentemente ricevuto il Premio Beethoven 2018 per il suo lavoro in difesa dei diritti umani, si è chiesta se nel paese si stia verificando un cambiamento politico attraverso un processo elettorale. "Non si tratta di un cattivo governo che finirà per i risultati delle elezioni. Siamo stati rapiti da un cartello della droga", ha detto.

ll periodo che includeva la malattia e la morte di Chávez, e l'arrivo al potere di Nicolás Maduro, fu accompagnato da una grave crisi del cambio di valuta estera nel paese, con effetti drammatici. I programmi sociali espressi nei magazzini del Mercal sono crollati e sono scomparsi tra tangenti e corruzione dilagante. Molti prodotti alimentari importati hanno iniziato a decomporsi alla dogana e nei porti. La decisione di Maduro di radicalizzare il modello politico Chavista ha prodotto il crollo storico dell'economia venezuelana, che si è espresso in una contrazione del 44% del prodotto interno lordo tra il 2014 e il 2018.

 

Alcune organizzazioni specializzate, come la Fondazione Bengoa e il Centro di Studi per lo Sviluppo dell'Università Centrale del Venezuela, avevano a lungo messo in discussione il pronunciamento della FAO, mettendo in guardia dal violento deterioramento delle condizioni sociali della popolazione e dalla crescita della fame in Venezuela, uno degli aspetti in cui il Chavismo ha tradizionalmente ritenuto di avere risultati concreti da mostrare. Né i leader del partito socialista unito al potere del Venezuela, né il gabinetto di Maduro si sono pronunciati sul nuovo rapporto della FAO.

 

Sudamerica
Maduro ora attacca anche l'Esercito
Maduro ora attacca anche l
Arrestati 27 militari, compresi alcuni ufficiali, che si erano asserragliati in una caserma di Caracas. Sintomi di rivolta nella fascia intermedia delle forze armate. I capi sono stati corrotti, liberi di fare affari con i Narcos
Venezuelano uccide ecuadoriana, scontri al confine
Venezuelano uccide ecuadoriana, scontri al confine
Un delitto innesca tensioni tra gli ecuadoriani e gli immigrati del Venezuela che hanno varcato il confine. Il presidente Lenin Moreno: "Più controlli, flusso incontrollabile". La vittima aveva 22 anni ed era incinta. Il video
Bogotà, autobomba fa strage
Bogotà, autobomba fa strage
Otto morti e decine di feriti nell'attentato firmato dall'eli, gli eredi delle Farc, alla scuola di polizia Santander. Il governo: "Non ci faremo intimidire dalla violenza". Gli eredi delle Farc alleati con i narcos
Black out in ospedale, morti due pazienti
Black out in ospedale, morti due pazienti
Orrore e rabbia in Venezuela per i continui black out, in un Paese dall'economia devastata. Lo stop della luce elettrica nel pronto soccorso di un ospedale provoca due vittime. Frenetica evacuazione dei pazienti a rischio
La spia che ha tradito El Chapo
La spia che ha tradito El Chapo
In Tribunale a Brooklyn il tecnico colombiano che creò un'imponente rete di protezione e intercettazione per conto dei Narcos. Ma alla fine consegnò password e chiavi all'Fbi per violare telefoni e pc del cartello di Sinaloa
Il giuramento di Maduro blindato dall'Esercito
Il giuramento di Maduro blindato dall
Il presidente si incorona per altri sei anni ma mobilita l'Esercito per proteggere la cerimonia. Intanto l'economia del Paese è un disastro, milioni di venezuelani sono alla fame. I chavisti ora hanno paura
La campionessa e il rapinatore
La campionessa e il rapinatore
Un balordo di Rio de Janeiro ha scelto la vittima sbagliata: una campionessa di arti marziali miste che lo ha strapazzato per bene
Messico, ecco il Signore degli Scuoiati
Messico, ecco il Signore degli Scuoiati
Scoperto un tempio dove si celebrava il culto dello scuoiamento. I sacerdoti uccidevano e poi si ricoprivano delle pelli delle vittima per "rigenerarsi". Due altari sacrificali. Statue di pregevole fattura
Nei guai per la coca sulla tomba di Escobar
Nei guai per la coca sulla tomba di Escobar
Un giovane gallese ha vinto la scommessa fatta con un amico, ma aver sniffato cocaina sulla lapide del re dei narcos gli ha procurato parecchie grane con le autorità colombiane, e non solo
Bolsonaro promette di armare il Brasile
Bolsonaro promette di armare il Brasile
Nell’ultimo tweet prima dell’insediamento, il nuovo presidente brasiliano assicura che tutti i cittadini senza precedenti potranno possedere un’arma. Dalla cerimonia, chiare le prime indicazioni di politica internazionale