Quelli che vogliono lo scolapasta in testa

| È una battaglia legale che la sacerdotessa del culto dei pastafariani, sta combattendo con la UE

+ Miei preferiti
Mienle de Wilde non ce l’ha fatta: l’Alta Corte dell’Aia ha respinto la sua richiesta. Ma Mienle, sacerdotessa della “Church of the Flying Spaghetti Monster” non ha alcuna intenzione di arrendersi, giustamente. La donna rivendicava per se e per i fedeli del culto della spaghettata, il diritto di apparire sulle foto dei documenti con lo scolapasta in testa, il simbolo che distingue i pastafariani dal resto dell’umanità.

Così, attraverso i suoi legali, Mienle de Wilde ha annunciato un nuovo ricorso davanti alla Corte europea dei diritti umani, ricordando precedenti in cui i membri della chiesa hanno avuto ragione delle leggi. Niko Alm, viennese, ha vinto la battaglia per compatire con lo scolapasta in testa nelle foto dei documenti, così come hanno fatto Lukáš Nový a Brno, in Repubblica Ceca, e Lindsay Miller negli Stati Uniti.

Articoli correlati
Tendenze
Mangiar fuori nel 2019
Mangiar fuori nel 2019
Uno studio realizzato da TheFork e Doxa rivela i 7 trend più hot del 2019: chi mangia fuori casa ormai pretende vere esperienze gastronomiche e piatti sani e tracciabili
Ha sposato un ologramma ed è felice
Ha sposato un ologramma ed è felice
Un 35enne giapponese s'è unito in matrimonio con la cyber star Hatsune Miku. Cerimonia non riconosciuta ma l'episodio preoccupa. Primi segni dell'innamoramento digitale: dire grazie a Siri
YND239-20, un mondo in bianco e nero
YND239-20, un mondo in bianco e nero
È come entrare in un fumetto in 2D: tutto è disegnato a mano, compresi piatti e bicchieri. In poco tempo, è diventato uno dei locali più amati di Seul
Camping? No, Glamping
Camping? No, Glamping
Il campeggio 2.0, votato al lusso ecosostenibile. Fra le proposte più curiose, strutture uguali ai carri dei pionieri della frontiera americana, ma dotate di ogni confort
Professore uomo o donna? Non si sa
Professore uomo o donna? Non si sa
IL pro-rettore dell'Università tedesca di Rostock a volte si veste, cammina e si trucca come una donna, a volte da uomo. "Si chiama crossdressing ma io mi sento un uomo". Stupore di studenti e colleghi
il segreto di Banana Girl che vive nella giungla
il segreto di Banana Girl che vive nella giungla
La modella australiana Leanne Ratcliffe, vegana e YouTuber, ha lasciato il Queensland per la giungla. Mangia solo frutta e ortaggi e decine di banane. Via rasoi, cosmetici, vestiti. "Vivo per me stessa"
Londra, è caccia al tetto
Londra, è caccia al tetto
Una società che punta a realizzare stazioni per droni e taxi volanti sta acquistando decine di rooftop della capitale inglese
New York, la città del pisolino-bar
New York, la città del pisolino-bar
Per 25 dollari si ha diritto a 45 minuti in un letto, con tutto l’occorrente compreso nel prezzo. È l’idea di un’azienda che produce materassi, ormai pronta a invadere gli aeroporti
Per chi ama le grigliate notturne
Per chi ama le grigliate notturne
Nello stato di New York, una macelleria ha inaugurato una vending machine che vende carne di ogni tipo 24 ore su 24
Bruci la città (anzi il deserto)
Bruci la città (anzi il deserto)
In realtà, a bruciare è un pupazzo in legno che rappresenta il momento conclusivo di un esperimento di società all'insegna della massima libertà. A parte i quasi 400 dollari dollari di iscrizione