Attentato di Boston, annullare pena di morte

| Gli avvocati dell'allora 19enne Dzhokhar Tsarmaev chiedono alla Corte d'Appello di convertire la pena di morte in ergastolo poiché il primo processo si sarebbe svolto in un clima condizionato dai media: "Era succube del fratello terrorista"

+ Miei preferiti
L'attentatore della maratona di Boston cerca di ribaltare la condanna a morte inel carcere a vita. Il rifiuto di spostare il caso di Dzhokhar Tsarnaev, ai tempi del primo processo, in un'altra città non condizionata dai tragici eventi accaduti poco prima, lo avrebbero privato di un processo equo, sostengono i suoi avvocati che hanno chiesto alla corte d'appello di annullare la pena capitale. Nell'attacco morirono tre persone e ne rimasero ferite più di 260.
Gli avvocati riconoscono che il loro cliente, allora 19enne, aveva effettuato l'attacco insieme al fratello Tamerlan Tsarnaev, 26 anni, morto in un conflitto a fuoco quattro giorni dopo, ma hanno sostenuto che la pressione mediatica aveva esposto l'intera giuria ad un pesante condizionamento con "storie strazianti sulle vittime, i feriti e le loro famiglie".
"La copertura mediatica prima del processo era stata massiccio: qualsiasi potenziale giurato era convinto che Zarnaev meritasse la pena di morte", hanno scritto gli avvocati di Tsarnaev in una relazione di 500 pagine. Hanno detto che il giudice distrettuale statunitense George O'Toole aveva anche ignorato le prove che due giurati avevano commentato il caso sui social media, impedendo alla difesa di spiegare ai giurati i legami del fratello di Tsarnaev con un triplice omicidio avvenuto del 2011. In sostanza il più giovane avrebbe avuto un ruolo gregario nell'attentato, quasi vittima del più carismatico e anziano fratello. Questo proverebbe che Tsarnaev era relegato a un ruolo subalterno nello schema gestito dal fratello maggiore, "un uomo arrabbiato e violento" che aveva abbracciato l'Islam radicale.
L'appello è arrivato dopo che una giuria federale nel 2015 ha giudicato Tsarnaev colpevole di aver sistemato un paio di bombe in altrettante pentole a pressione il 15 aprile 2013, e di aver sparato tre giorni dopo a un poliziotto. La stessa giuria aveva poi ritenuto che Tsarnaev meritava l'esecuzione per sei dei 17 capi d'accusa di cui era stato giudicato colpevole, collegati all'ordigno da lui personalmente piazzato al traguardo della maratona. Quella bomba aveva ucciso Martin Richard, di otto anni, e Lingzi Lu, 23 anni, uno studente cinese di 23 anni. Uno degli attacchi di più alto livello sul suolo americano dall'11 settembre.
Il fratello maggiore era morto dopo uno scontro a fuoco con la polizia quattro giorni dopo l'attentato, mentre la caccia all'uomo per Dzhokhar Tsarnaev si era conclusa quando il 19enne fu trovato nascosto all'interno di un'imbarcazione parcheggiata in una giardino a Watertown, nei ditorni di Boston.
 
Terrorismo
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Lorenzo Orsetti, 33 anni, sarebbe rimasto vittima di uno scontro a fuoco a Baghuz nel corso di un’imboscata. La disperazione dei genitori: “Non volevamo che partisse”
L’Isis promette vendetta
L’Isis promette vendetta
Il terrorismo islamico torna ad alzare i toni dello scontro promettendo di vendicare i morti in Nuova Zelanda. Massima allerta dell’antiterrorismo in tutto il mondo
Brenton Tarrant
un altro killer della porta accanto
Brenton Tarrant<br>un altro killer della porta accanto
Dietro una vita all’apparenza normale, si nascondeva un crescendo di odio e rancore verso il mondo islamico, che andava punito. Il profilo del farneticante killer che ha insanguinato la Nuova Zelanda
Dopo Battisti tocca all'ex br Casimirri
Dopo Battisti tocca all
L'ex brigatista coinvolto nel caso Moro fa il ristoratore a Managua in Nicaragua ma deve scontare l'ergastolo. La memoria di Fioroni e il ritratto di un fuoriuscito dai contatti "eccellenti". Le mosse di Salvini
E ora Manning rischia decenni di carcere
E ora Manning rischia decenni di carcere
Ha cambiato sesso e ha cambiato il nome da Bradley a Chelsea. Si rifiuta di rispondere alle domande dei giudici nel processo a Wikileaks. Ha già scontato 7 anni di carcere. Perché "protegge" Assange?
ISIS, c'era anche un miliziano casinista
ISIS, c
La storia del neozelandese Mark Taylor che twittava dalla Siria dal suo cellulare, consentendo all'Intelligence di individuare i covi dei terroristi. Sorpreso a bere alcol e a fumarsi uno spinello. Pene miti: "E' uno scemo"
Gli orfani innocenti dell’Isis
Gli orfani innocenti dell’Isis
Sono i figli dei foreign fighters partiti per unirsi al califfato, vivono chiusi in campi profughi in attesa che le diplomazie internazionali decidano il loro destino
Gli ultimi giorni dell’Isis
Gli ultimi giorni dell’Isis
Questione di ore per annientare l’ultima sacca di resistenza del califfato. “Sarà una battaglia difficile, combatteranno fino alla fine”, ammette un generale della coalizione
Br in Francia, decideranno i magistrati
Br in Francia, decideranno i magistrati
Il governo francese interviene sul caso dei terroristi latitanti in Francia: "Non siamo il Brasile di Bolsonaro, ogni caso sarà valutato dai giudici"
Wanted Hamza bin Laden, live or dead
Wanted Hamza bin Laden, live or dead
Secondo fonti Usa, il figlio dello sceicco del terrore ucciso sarebbe il nuovo capo di Al Quaieda. E Riad gli ritira la cittadinanza