Colombia, assassini ELN in vacanza per Natale

| Gli eredi delle Farc annunciano una tregua sino al 3 gennaio per le Festività, il governo replica a muso duro: "Deponete le armi"

+ Miei preferiti

L’ELN, la formazione terrorista che ha preso il posto delle Farc, che ha deciso di rinunciare all’uso delle armi dopo un accordo con il governo, ha annunciato in una dichiarazione un cessate il fuoco unilaterale fino al 3 gennaio per “contribuire a creare un'atmosfera pacifica per il Natale e il nuovo anno”. Nella stessa dichiarazione, l'ELN ha ribadito il suo impegno a trovare una soluzione politica al conflitto e ha insistito affinché il governo colombiano invii una delegazione all'Avana. Tuttavia, il presidente colombiano Ivan Duque continua a chiedere la cessazione delle operazioni militari e il rilascio di tutti i prigionieri dell'ELN prima di riprendere i negoziati interrotti da mesi. In realtà guerriglieri dell’ELN continuano ad uccidere poliziotti e militari, in diversi agguati, e a taglieggiare i civili per obbligarli a finanziare e sostenere la loro lotta anti-sistema. Con questa scusa, ogni persona uccisa in modo arbitrario, vene classificata come “Spia”. I legami con la Cuba post-castrista sono ancora molto saldi e il sospetto che armi e finanziamenti provengano dall’Havana è molto alto, se non una certezza. I dirigenti dell’ELN, quasi tutti ex Falc, controllano anche una parte del narcotraffico, organizzando raccolti e spedizioni negli Usa in accordo con i cartelli ancora operati in Colombia. Per il nuovo governo sono “una piaga da estirpare”, salvo una “resa totale e senza alcuna concessione”, ne amnistie, né la rinuncia da parte dello Stato a perseguire rapinatori, narcos e assassini mascherati dall’ideologia marxista. Gli scontri riprenderanno fra pochi giorni.

 
Terrorismo
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Lorenzo Orsetti, 33 anni, sarebbe rimasto vittima di uno scontro a fuoco a Baghuz nel corso di un’imboscata. La disperazione dei genitori: “Non volevamo che partisse”
L’Isis promette vendetta
L’Isis promette vendetta
Il terrorismo islamico torna ad alzare i toni dello scontro promettendo di vendicare i morti in Nuova Zelanda. Massima allerta dell’antiterrorismo in tutto il mondo
Brenton Tarrant
un altro killer della porta accanto
Brenton Tarrant<br>un altro killer della porta accanto
Dietro una vita all’apparenza normale, si nascondeva un crescendo di odio e rancore verso il mondo islamico, che andava punito. Il profilo del farneticante killer che ha insanguinato la Nuova Zelanda
Dopo Battisti tocca all'ex br Casimirri
Dopo Battisti tocca all
L'ex brigatista coinvolto nel caso Moro fa il ristoratore a Managua in Nicaragua ma deve scontare l'ergastolo. La memoria di Fioroni e il ritratto di un fuoriuscito dai contatti "eccellenti". Le mosse di Salvini
E ora Manning rischia decenni di carcere
E ora Manning rischia decenni di carcere
Ha cambiato sesso e ha cambiato il nome da Bradley a Chelsea. Si rifiuta di rispondere alle domande dei giudici nel processo a Wikileaks. Ha già scontato 7 anni di carcere. Perché "protegge" Assange?
ISIS, c'era anche un miliziano casinista
ISIS, c
La storia del neozelandese Mark Taylor che twittava dalla Siria dal suo cellulare, consentendo all'Intelligence di individuare i covi dei terroristi. Sorpreso a bere alcol e a fumarsi uno spinello. Pene miti: "E' uno scemo"
Gli orfani innocenti dell’Isis
Gli orfani innocenti dell’Isis
Sono i figli dei foreign fighters partiti per unirsi al califfato, vivono chiusi in campi profughi in attesa che le diplomazie internazionali decidano il loro destino
Gli ultimi giorni dell’Isis
Gli ultimi giorni dell’Isis
Questione di ore per annientare l’ultima sacca di resistenza del califfato. “Sarà una battaglia difficile, combatteranno fino alla fine”, ammette un generale della coalizione
Br in Francia, decideranno i magistrati
Br in Francia, decideranno i magistrati
Il governo francese interviene sul caso dei terroristi latitanti in Francia: "Non siamo il Brasile di Bolsonaro, ogni caso sarà valutato dai giudici"
Wanted Hamza bin Laden, live or dead
Wanted Hamza bin Laden, live or dead
Secondo fonti Usa, il figlio dello sceicco del terrore ucciso sarebbe il nuovo capo di Al Quaieda. E Riad gli ritira la cittadinanza