Droni a Gatwick? Forse mai stati

| Sorprendente dichiarazione della polizia dopo il rilascio della coppia che aveva un alibi di ferro. "Solo testimonianze, zero prove". Ma ora si potrà sparare ai droni con i bazooka. Taglia da 50mila sterline sui (presunti) autori

+ Miei preferiti

MICHAEL 0'BRIEN

Passerà alla storia come il caso giudiziario più bizzarro del 2018. Ma davvero un drone (nell'immagine un fotomontaggio pubblicato dia media inglesi), o più droni, sono stati in grado di bloccare uno degli aeroporti più protetti e controllati del mondo, lasciando a terra per due giorni 140mila passeggeri con oltre 1000 voli annullati? La polizia, dopo aver rilasciato con tante scusa una coppia di appassionati di modellismo aereo, ammette che forse non c‘è mai stato un attacco con i droni allo scalo internazionale. Paul Gait, 47, e la moglie Elaine, 54, hanno trascorso in stato di fermo oltre 36 ore. Droni come fake news? Non proprio. Perché ne è stato trovato uno danneggiato vicino alla pista principale. L’aeroporto di Gatwick ora offre una ricompensa di 50.000 sterline (55mila euro circa) per catturare il colpevole o i colpevoli, mentre fioccano le inchieste interne, tra il personale militare in servizio all’aeroporto e gli agenti della polizia di frontiera, senza contare i cotractors che affiancano nella sorveglianza le forze di polizia. Salteranno delle teste, questo è certo. Ma tutti si domandano: può accadere di nuovo? Ci saranno episodi emulativi in Europa o altrove? Si è capito che per bloccare uno scalo anche di enormi dimensioni basta sapere manovrare un piccolo velivolo radiocomandato con un costo medio di poche centinaia di euro. La polizia dei più grandi aeroporti britannici sarà da ora in poi armata di bazooka che uccidono i droni sulla scia del caos.  

Oggi la polizia è stata messa sotto accusa per il flop delle indagini e dopo aver tenuto sotto scacco una coppia sposata per quasi due giorni senza accuse, prima di ammettere che "potrebbe non esserci mai stato un drone". 

Paul ed Elaine Kirk-Gait sono tornati a casa loro, a Crawley, dove hanno potuto riabbracciare gli anziani genitori e i loro due figli piccoli.

Amici e famiglia avevano ripetuto con forza che la mite coppia non poteva far parte degli Eco-Warriors” che contestano gli aeroporti per il loro potenziale inquinante. Gli investitori confermano che "drone danneggiato” è stato trovato vicino a Gatwick, ma il detective Jason Tingley esclude ci siano "filmati disponibili e si basano soltanto su alcuni testimoni”. Eppure costoro hanno affidato al Daily Mail on line il video dei droni che si librano sopra lo spazio aereo la scorsa settimana. 

Quattro giorni dopo l'attacco dei droni che ha portato l'aeroporto di Gatwick a un punto morto, è emerso che il datore di lavoro di Gait, John Allard, che avrebbe potuto subito confermare l’alibi del suo operaio: “non sono mai stato nemmeno interrogato, hanno fatto un’indagine sballata”, ha detto al Mail. I vertici della polizia si limitano  ad osservare che hanno in mano un paio di verbali in cui si descrive il volo dei droni. E nient’altro.

Terrorismo
Il ritorno dell’IRA
Il ritorno dell’IRA
Secondo la polizia alcuni piccoli gruppi dissidenti si sarebbe uniti per organizzare una nuova stagione di lotta armata. Per molti c’è di mezzo la Brexit e la minaccia del ritorno di un confine fra le due Irlande
Primi contatti con i rapitori di Luca ed Edith
Primi contatti con i rapitori di Luca ed Edith
L’ipotesi che va rafforzandosi è che il giovane vicentino e la sua fidanzata canadese siano nelle mani di un gruppo terroristico che pretende un riscatto. Il premier Trudeau rassicura la famiglia della ragazza: è ancora viva
Parbleu, les terroristes
Parbleu, les terroristes
I nostri vicini d’oltralpe danno rifugio da anni a terroristi condannati dai tribunali italiani. I precedenti della dottrina Mitterand e della scuola di lingue Hyperion
E ora rivogliamo Alessio Casimirri
E ora rivogliamo Alessio Casimirri
Condannato a 6 ergastoli, faceva parte del commando di via Fani e ha sulla coscienza numerosi omicidi. Ma l’ex BR vive in Nicaragua senza aver mai fatto un solo giorno di galera. Dopo Battisti, dovrebbe toccare a lui
Battisti indottrinato dall'ex ideologo dei PAC
Battisti indottrinato dall
Fatale l'incontro con Arrigo Cavallina, tra i fondatori dei PAC, poi dissociato, nel 1977. Lui era un delinquente comune, evase e divenne un guerrigliero puri-assassino. Le sue vittime
Battisti, solo con due dollari e odore di alcol
E presto sarà in Italia, lo dice Conte su Facebook
Battisti, solo con due dollari e odore di alcol<br>E presto sarà in Italia, lo dice Conte su Facebook
L'ex terrorista vagava ozioso nel centro storico della città boliviana di Santa Cruz de la Sierra, maldestramente travestito. Preso da una task force Interpol. Per ora tace, subito estradizione in Italia dove lo attende una cella
I nove italiani svaniti nel nulla
I nove italiani svaniti nel nulla
Luca, Silvia, Luigi, Alessandro, Raffaele, Antonio, Vincenzo, Sergio e Paolo: sono i nomi dei nostri connazionali inghiottiti da silenzi che per qualcuno si trascinano ormai da anni. Alle loro storie manca ancora un finale
Ex terroristi Eta, malati 21 detenuti
Ex terroristi Eta, malati 21 detenuti
I protagonisti di decine di attentati costati la vita a decine di innocenti denunciano di avere contratto gravi malattie in carcere e chiedono la scarcerazione di 21 detenuti gravi
Géraldine Blanc, condannata a ricordare
Géraldine Blanc, condannata a ricordare
Agente di polizia di Parigi, è stata fra le prime ad arrivare alla redazione di Charlie Hebdo il giorno della strage. E solo oggi ha accettato di parlare dei minuti che le hanno cambiato la vita per sempre
Giustiziato killer dei marinai dello USS Cole
Giustiziato killer dei marinai dello USS Cole
Dopo 19 anni gli americani lanciano un missile sull'auto di Jamel Ahmed Mohammed Ali Al-Badawi, esponente di rilievo di Al Qaeda. Era il pianificatore dell'attacco alla nave US Cole, in cui morirono 17 marinai, 39 i feriti