Wanted Hamza bin Laden, live or dead

| Secondo fonti Usa, il figlio dello sceicco del terrore ucciso sarebbe il nuovo capo di Al Quaieda. E Riad gli ritira la cittadinanza

+ Miei preferiti
Buon sangue non mente, si potrebbe quasi dire se non fosse che il sangue in questione è di quelli che pesano: Osama Bin Laden, lo sceicco del terrore, muore la notte del 2 maggio 2011, durante un raid dei Navi Seals americani. Restano in circolazione i numerosi figli, avuti da più mogli, liberi ma seguiti e monitorati con attenzione dalle intelligence di tutto il mondo. Ora, arriva una notizia che riporta il nome dei Bin Laden agli onori delle cronache. Gli Stati Uniti hanno offerto un milione di dollari di ricompensa a chi sia in grado di fornire informazioni su Hamza Bin Laden, trent'anni, uno dei figli di Osama bin Laden. La necessità degli Stati Uniti è di localizzarlo, in quanto è emerso che Hamza ha fatto carriera imponendosi come nuovo leader di al-Qaida, affiancato da un ormai decadente e malato Al Zawahiri. L'annuncio della ricompensa è stato diffuso dal dipartimento di Stato. Riportando la notizia, la Bbc ricorda che si sospetta Hamza sia di base nella zona di frontiera fra Afghanistan e Pakistan. L'Arabia Saudita ha contestualmente revocato la cittadinanza al figlio del defunto sceicco del terrore.

Classe 1989, Hamza Bin Laden è entrato nelle attenzioni delle intelligence per essere il prediletto dei figli: è apparso insieme al padre in un video, in cui chiedeva di essere mandato al fronte. Sposato con la figlia di Mohamed Atta, il capo degli attentatori dell'11 settembre, dopo la morte del padre viene presentato come "il leone di Al-Qaeda" e inneggia al martirio. L'ulima posizione conosciutra er in Pakaistan, nella zona al confine con l'Afghanistan.

Terrorismo
Cesare Battisti si dichiara colpevole
Cesare Battisti si dichiara colpevole
Per la prima volta, davanti ai magistrati italiano, l’ex terrorista dei Pac ammette “ciò che è ricostruito negli atti giudiziari corrisponde al vero”
L’Isis non esiste più
L’Isis non esiste più
Lo ha annunciato un portavoce della Casa Bianca: l’ultima roccaforte di Baghouz è caduta. Donald Trump si prende tutto il merito della vittoria: “prima che arrivassi io era un casino”
L’Isis promette vendetta
L’Isis promette vendetta
Il terrorismo islamico torna ad alzare i toni dello scontro promettendo di vendicare i morti in Nuova Zelanda. Massima allerta dell’antiterrorismo in tutto il mondo
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Isis: abbiamo ucciso un crociato italiano
Lorenzo Orsetti, 33 anni, sarebbe rimasto vittima di uno scontro a fuoco a Baghuz nel corso di un’imboscata. La disperazione dei genitori: “Non volevamo che partisse”
Brenton Tarrant
un altro killer della porta accanto
Brenton Tarrant<br>un altro killer della porta accanto
Dietro una vita all’apparenza normale, si nascondeva un crescendo di odio e rancore verso il mondo islamico, che andava punito. Il profilo del farneticante killer che ha insanguinato la Nuova Zelanda
Dopo Battisti tocca all'ex br Casimirri
Dopo Battisti tocca all
L'ex brigatista coinvolto nel caso Moro fa il ristoratore a Managua in Nicaragua ma deve scontare l'ergastolo. La memoria di Fioroni e il ritratto di un fuoriuscito dai contatti "eccellenti". Le mosse di Salvini
E ora Manning rischia decenni di carcere
E ora Manning rischia decenni di carcere
Ha cambiato sesso e ha cambiato il nome da Bradley a Chelsea. Si rifiuta di rispondere alle domande dei giudici nel processo a Wikileaks. Ha già scontato 7 anni di carcere. Perché "protegge" Assange?
ISIS, c'era anche un miliziano casinista
ISIS, c
La storia del neozelandese Mark Taylor che twittava dalla Siria dal suo cellulare, consentendo all'Intelligence di individuare i covi dei terroristi. Sorpreso a bere alcol e a fumarsi uno spinello. Pene miti: "E' uno scemo"
Gli orfani innocenti dell’Isis
Gli orfani innocenti dell’Isis
Sono i figli dei foreign fighters partiti per unirsi al califfato, vivono chiusi in campi profughi in attesa che le diplomazie internazionali decidano il loro destino
Gli ultimi giorni dell’Isis
Gli ultimi giorni dell’Isis
Questione di ore per annientare l’ultima sacca di resistenza del califfato. “Sarà una battaglia difficile, combatteranno fino alla fine”, ammette un generale della coalizione