Case a 1 euro in un piccolo e antico borgo sardo

| La curiosa iniziativa del sindaco di Ollolai in Barbagia. Il bando scade l’8 febbraio e l’Amministrazione richiede l’impegno da parte di chi acquista a ristrutturare alcuni vecchi ruderi da tempo in disuso. Il mare dista però un’ora di auto

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Scadrà l’8 febbraio alle ore 14 il termine ultimo per la presentazione delle domande legate al bando “Case a 1 euro”. No, non si tratta della solita bufala, ma della proposta che arriva da un’amministrazione comunale sarda, precisamente quella di Ollolai, piccolo borgo nel bel mezzo della Barbagia. Certo, la cifra è simbolica, dato che in cambio di un prezzo super stracciato il nuovo proprietario ha l’obbligo di ristrutturare e di mantenere in ordine l’edificio che si accaparra. Secondo quanto comunica il Comune, di fatto «il numero di richieste presentate ha potenzialmente esaurito gli immobili attualmente disponibili», ma è possibile che in seguito all’esito della valutazione delle domande effettuate sino ad oggi possano liberarsi degli immobili o addirittura gli stessi possano essere incrementati a discrezione dell’Amministrazione. Dunque vale la pena tentare se davvero si ha l’intenzione di andare a vivere in un borgo antico dove il tempo pare quasi essersi fermato.

Il borgo è circondato dal Parco nazionale del Golfo di Orosei e dalla Foresta di Montes, ed è sperduto nel nulla. Si trova a circa 900 metri di altitudine e d’inverno fa freddo. Secondo l’ultimo censimento che risale al 2016 erano 1.289 gli abitanti del borgo. Tuttavia, in un’ora si raggiungono le splendide spiagge di Cala Gonone, in provincia di Nuoro, o se si va dalla parte opposta ai lidi della costa occidentale. Certo, alcune case abbandonate e che nessun abitante poteva permettersi di ristrutturare erano ormai divenute dei ruderi. «Ho sempre pensato che il modo migliore per combattere lo spopolamento dei piccoli paesi sia quello di recuperare il patrimonio immobiliare», aveva raccontato il primo cittadino Efisio Arbau, già un anno fa alla “Nuova Sardegna”.

Il borgo do Ollolei è molto antico. I primi insediamenti umani risalgono al 4.000 a.C. Poi arrivarono clan di nuragici in fuga dalle pianure del Campidano per sottrarsi all’invasore Cartaginese, gli Iolaesi, il cui nome, nel tempo, mutò in Iliesi, da cui avrebbe avuto origine il paese. L’evento cruciale nella storia dell’antica capitale della Barbagia fu l’incendio del 5 agosto 1490, che distrusse gran parte dei rioni del villaggio, forse causato da diatribe tra famiglie opposte. Il borgo fu però ricostruito, anche più bello di prima. Anche se sperduto nel nulla, Ollolai è un borgo vivace dove si organizzano feste tutto l’anno. Solo quella dedicata a San Michele Arcangelo si tiene due volte, l’8 maggio e il 29 settembre. Poi c’è quella di San Basilio Magno (1 settembre) e quella dell’Immacolata, l’8 dicembre. La festa dedicata a Sant’Antonio abate, il 17 gennaio, e quella per San Giovanni Battista il 24 giugno. La festa di San Bartolomeo è però la più importante, dura tre giorni e si svolge in piena estate, dal 23 al 25 agosto. Infine, ogni anno a luglio si tiene il suggestivo palio degli asinelli, una fiera dal sapore medievale durante la quale si sfidano i cinque rioni storici del paese. 

Galleria fotografica
Case a 1 euro in un piccolo e antico borgo sardo - immagine 1
Case a 1 euro in un piccolo e antico borgo sardo - immagine 2
VIAGGI & RESORT
Turismo 2018, il ritorno dei tour operator
Turismo 2018, il ritorno dei tour operator
Si attenua la fase fa-da-te dei turisti, finita la paura per il terrorismo riprende quota Maro Rosso e Tunisia. Bene Stati Uniti e Oriente. In calo Messico e Canarie. Di moda Inghilterra, Scozia e Olanda
Week-end a Montebelli natura e cucina
Week-end a Montebelli natura e cucina
Il programma dell'agriturismo e Country Hotel di Caldana, alta cucina e benessere
Miami, come viverci al meglio
Miami, come viverci al meglio
Il sogno della middle class che, una volta in pensione, sbarca nelle spiagge della Florida
I dieci tesori del Principato di Monaco
I dieci tesori del Principato di Monaco
Una guida completa delle visite da non perdere nel Principato di Monaco, dal sito www.10cose.it. Alberghi e itinerari
Irlanda in treno, ripensando a Joyce
Irlanda in treno, ripensando a Joyce
Da Downpatrick a Inch Abbey a bordo di un treno a vapore lungo una vecchia linea ferroviaria dei tempi di Ulysses. Alberghi, percorsi, escursioni
Provenza, campi di lavanda al tramonto
Provenza, campi di lavanda al tramonto
Scoprire l'incantevole Sud della Francia soggiornando nelle residenze da sogno della catena Relais&Chateau. Una guida per una regioni più incantevoli del mondo
Toilette fuori uso, oggi non si vola
Toilette fuori uso, oggi non si vola
È successo che un volo della Norvegian Air sia stato costretto a tornare frettolosamente a terra per un guasto ai servizi igienici. Poi, qualcuno ha scoperto che a bordo c’erano dei professionisti del tubo
Cresce il turismo in Italia: in testa Roma, Milano e Venezia
Cresce il turismo in Italia: in testa Roma, Milano e Venezia
Secondo il rapporto Eurostat nel 2017 c'è stato un aumento di presenze in albergo del 5,4 per cento. In Europa siamo alle spalle soltanto di Spagna e Francia. Nella capitale i turisti hanno superato quota 25 milioni
Guida al Carnevale "made in Italy"
Guida al Carnevale "made in Italy"
Piccola road map alla scoperta degli appuntamenti più celebri del nostro Paese, con una carrellata da nord a sud per scoprire date ed eventi: da Ivrea ad Acireale, da Venezia a Putignano, da Viareggio a Mamoiada. Ma non solo…
Desideri in miniatura
Desideri in miniatura
Le Alasitas sono una curiosa festa popolare boliviana che concede a chiunque di comprare la copia in scala ridotta di ciò che desidera: fatto benedire l’oggetto, si aspetta che il dio dell’abbondanza lo esaudisca