Tomatina 2018, non sangue ma pomodoro

| Una festa nata come rissa infiamma ogni anno una piccola città spagnola, dove le gente accorre da tutto il mondo per prendersi a pomodorate. Appuntamento il 29 agosto a Bunol

+ Miei preferiti

Forse è meglio togliersi subito il pensiero: le persone nelle foto che accompagnano questo servizio non sono vittime, ma gente che si sta divertendo un mondo, e quello che hanno addosso non è sangue, ma semplice pomodoro schiacciato. Sì, perché per quanto l'idea "splatter" aleggi nell'aria, nella "Tomatina" non succede nulla di violento, a parte forse qualche livido. La Tomatina è una festa in scena ogni anno a Buñol, cittadina di 10.000 anime circa in provincia di Valencia dove le cronache raccontano una storia che nasce come rissa e finisce per piacere così tanto da diventare una caratteristica del paese. Tutto inizia nel 1944, durante la Festa dei Giganti e dei Testoni, quando fra due gruppi di giovani finisce come peggio non era possibile: volano pugni, ceffoni e tutto quel che è a portata di lancio, compresa la verdura delle bancarelle. La polizia interviene, disperde i due gruppi e tutto sembra finire lì. Ma l'anno successivo la scena si ripete con una particolarità in più: i protagonisti della rissa si erano organizzati per tempo, portandosi frutta e ortaggi da casa. E via così, con la rissa che torna puntuale ad ogni nuova edizione, compreso l'intervento della polizia, spesso costretta alle maniere forti per placare gli animi. Nulla cambia fino al 1957, quando le autorità si rendono conto che la notizia della legnata collettiva aveva ormai valicato i confini di Buñol, richiamando gente da ogni angolo della Spagna, attirata dall'idea di coprirsi di ortaggi.

Nel 1957, per la prima volta, lo scontro è organizzato dal comune, che fa ancora meglio dal 1980, anno in cui decide di fornire direttamente gli ortaggi necessari allo scontro. Nel 2007, per finire con le date, l'ufficio del turismo riconosce la Tomatina come un evento di portata internazionale, ed è l'inizio di una vera scia tinta di rosso che ogni anno, puntuale, sancisce la fine dell'estate.

La notizia, nel frattempo, fa il giro del mondo e attira gente da ogni dove. Nel 2011, secondo i dati più recenti, si contavano 40.000 partecipanti, con 120 tonnellate di pomodori immolati per far divertire gli ospiti. Tutto inizia la sera prima con "l'enpalmà", e prosegue il mattino successivo con il "palo jabón", un palo cosparso di grasso che alcuni temerari tentano di scalare per arrivare a conquistarsi un prosciutto. Nulla di speciale, perché tutti in realtà non aspettano altro che la Tomatina: alle 11 del mattino uno sparo decreta l'inizio del lancio di pomodori ed esattamente un'ora dopo, alle 12, lo stesso suono impone ai partecipanti di chiudere ogni ostilità. Poche le regole: schiacciare i pomodori per evitare che procurino ferite e indossare occhialini da nuoto o maschere da sub. Non è consentito arrampicarsi su finestre o balconi, e tantomeno lanciare qualsiasi altro tipo di oggetto che non siano pomodori. Alla fine tutti rossi e contenti, meno forse gli imbianchini comunali, che ogni anno si ritrovano a dover ritinteggiare buona parte della città.

Turismo
La macchina della verità in aeroporto
La macchina della verità in aeroporto
Un sistema sofisticato che analizza i micromovimenti facciali: se si è considerati soggetti tranquilli via libera all’ingresso nella UE, altrimenti scattano esami più approfonditi
L’Antitrust blocca Ryanair
L’Antitrust blocca Ryanair
Sospesa la nuova norma che prevedeva un supplemento per il bagaglio a mano da cabina: “Induce in errore il consumatore”
Selfie-killer, muore coppia indiana
Selfie-killer, muore coppia indiana
E' accaduto nel parco di Yosemite in California. Un turista li ha fotografati un attimo prima di un volo di 245 metri nel vuoto. Le autorità Usa: "Cartelli no-selfie zone nei vista-point pericolosi
Il tempo dei voli no-stop
Il tempo dei voli no-stop
Una ventina di ore senza scalo per attraversare il pianeta: è l’ultima frontiera dell’aviazione civile, quella su cui stanno puntando tutte le compagnie aree
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Dagli spillatori in camera ai trattamenti della Spa, passando per visite e tour guidati: un albergo in cui ogni dettaglio è declinato alla birra
A Londra riaprono le stazioni fantasma
A Londra riaprono le stazioni fantasma
In via sperimentale, le stazioni meglio conservate della metropolitana saranno aperte al pubblico per due mesi. Un’occasione per visitare Londra da un posto di vista insolito e suggestivo
Foliage, la natura in technicolor
Foliage, la natura in technicolor
L’estate va in archivio, ma i motivi per un viaggio non mancano neanche in autunno. Magari alla scoperta di un fenomeno naturale fra i più suggestivi. Ecco una guida ai luoghi migliori
In viaggio nel Principato di Monaco
In viaggio nel Principato di Monaco
Una guida completa delle visite da non perdere nel Principato di Monaco, dal sito www.10cose.it. Alberghi e itinerari
La Provenza e gli hotel da sogno
La Provenza e gli hotel da sogno
Scoprire l'incantevole Sud della Francia soggiornando nelle residenze da sogno della catena Relais&Chateau. Una guida per una regioni più incantevoli del mondo
Da Los Angeles al Nevada, la via dell'oro
Da Los Angeles al Nevada, la via dell
Lungo il Golden State con una quota di 1500 euro sino ai grandi parchi dell'Ovest, tra riserve indiane e le praterie del West