Giustiziato "killer del laccio emostatico"

| L'uomo, 55 anni, era stato condannato nel 2004 alla pena capitale per avere strangolato quattro donne con un laccio emostatico. Pochi istanti prima dell'iniezione letale ha chiesto perdono ai familiari delle vittime

+ Miei preferiti
Steve Allen Shore, 55 anni, il "killer del laccio emostatico", reo-confesso di avere ucciso quattro donne negli anni '90 in Texa, compresa una ragazzina di 14 anni, è stato giustiziato nella tarda serata con un'inizione letale nel carcere di Huntsville, Texas. E' il condannato a entrare, dopo un anno di pausa, nella cella della morte, poichè il procuratore generale è in genere contraria all'applicazione della pena capitale. Ma, in questo caso, ha ritenuto opportuno dare il via libera all'esecuzione a cui erano presenti i familiari delle vittime. Shore ha chiesto di avere un po' di tempo, prima che gli psicofarmaci e poi il veleno fosse iniettato nelle sue vene, di dire alcune parole. Ha voluto rivolgersi ai familiari delle donne che ha ucciso in modo orribile pregando che credessero al suo pentimento e al suo dispiacere: "Io vorrei potrere tornare indietro nel tempo perch quanto successo non fosse ai avvenuto, i'm soryy, mi dispiace. Ora muoio in pace con la mia coscienza". Il suo cuore ha cessato di battere 8 minuti dopo, senza alcun tipo di inconveniente. Prima le sostanze che lo hanno sedato, poi quelle che hanno bloccato l'attività cardiaca. Il "killer del laccio" emostatico" era solito avvicinare le vittime con un pretesto, poi le sequestrava e infine le uccideva stringendo al collo il laccio di gomma, torcendolo sino a quando non  subentrava la morte per soffocamento. Il primo delitto nel '92, l'ultimo sei anni dopo. Preso per caso. La polizia lo aveva fermato dopo un'aggressione a sfondo sessuale nei confronti di una ragazzina; fu sottposto alla prova del Dna, comparandolo con i referti degli altri omicidi e il risultato suonò come una condanna per il brillante rappresentante di commercio dalla doppia vita. Dopo poco tempo coffesso ai giudici tutti i delitti, anche se c'è il sospetto che abbia ucciso altre volte in altri stati. Questa sua disponibilità non glia però evitato l'esecuzione capitale. Condannato nel 2004, ha atteso tutti questi anni  nel braccio della morte dei carceri texani. Avrebbe dovuto essere giustiziato già ad ottobre ma la sentenza era stata rinviata per una questione procedurale. Respinti anchegli ultimi ricorsi, la squadra di agenti adetti alla cella della morte sono andati a prenderlo nella sua cella, dove aveva consumato il suo ultimo pasto, per accompagnarlo nell'anticamera collegata alla stanza dove c'è il letto dove i condannati vengono saldamente legati. Al grido macabro di "Dead Man Walking", l'uomo in tuta arancione ha compiuto i pochi passi che lo separavano dal luogo dell'esecuzione. Prima, ha potuto farsi la doccia e parlare al telefono con i suoi familiari. E' apparso sereno e consapevole del male commesso. Fuori dal carcere, una delegazione di attivisti contrari alla pena capitale, che hanno denunciato, ancora una volta, la crudelta - e l'inutilità - della pena di morte che però, negli Usa, gode ancora di molta popolarità.

60 secondi
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Ancora un raid islamico contro le chiese dopo le stragi dello Sri-Lanka. Secondo attacco in Bourkina in pochi giorni. E' accaduto a Dablo, nel Nord. Attacco durante la messa. Scopo chiaro: spazzare via cattolici e cristiani dall'Africa
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Non esplode perché privo di cariche, ma poco prima dell’impatto libera sei lame che eliminano in modo chirurgico l’obiettivo evitando il rischio di vittime collaterali
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Kirstjen Nielsen, ministro dell’interno dal 2017, accusata di non aver saputo fermare l’ondata di migranti che continua a premere al confine con il Messico. Al suo posto il commissario per le dogane e i confini
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Il duro per eccellenza dei film di Quentin Tarantino finisce per la seconda volta dietro le sbarre perché guidava con troppo alcol in corpo
Matteo, Antonio e Chiara.
Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Tre delitti con un denominatore comune: gelosia, soldi e odio. Sequestrati beni del medico Vip, uccise la moglie per "la sua immagine"; Roberta Ragusa sparita per non perdere "il reddito". Chiara Alessandri: "Ballerei sulla sua tomba"
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
Commosso messaggio della grande alpinista francese Elisabeth Revol a Daniele Nardi e Tom Ballard. "Felice di avere imparato da lui, di essere ispirata, in una stella ritroverò il tuo sguardo"
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Una lettera anonima inviata alla famiglia nell'estate scorsa indica una tomba in cui sarebbe stato nascosto il corpo di Emanuela. Chiesta la riapertura al Vaticano, presto la risposta. Dettagli inquietanti
"Rivivo l'incubo di 24 anni fa"
"Rivivo l
Jim Ballard, il padre di Tom, rievoca le ore in cui la moglie Alison morì travolta da un Ana valanga durante la discesa dal k2 nel 1995
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI
La tenda vuota e invasa dalla neve
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI<br>La tenda vuota e invasa dalla neve
Daniele Nardi e Tom Ballard in silenzio radio da domenica, a oltre 6mila metri del Nanga Pargat (8162 mt. Riprese le ricerche con l'elicottero. Alpinisti esperti e preparati, la sfida allo Sperone Mummery
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
La vita difficile fra madre e figlio si trasforma in una tragedia dai contorni macabri: dopo l’omicidio, il giovane ha sezionato il corpo della madre per mangiarlo, dividendolo con il suo cane. A dare l'allarme un'amica della vittima