Elezioni, confusione e incertezza

| L'analisi del voto de "Il sussidiario", Nessuna forza politica raggiungerebbe il 40 per cento, pd stabile dopo la nascita di LeU, M5s in lieve calo dopo il rally dei giorni scorsi. Centrodestra sempre più forte ma maggioranza lontana

+ Miei preferiti

 

I collegi uninominali calcolati dalle analisi tratte dai sondaggi Ixè vedono una situazione abbastanza grave per Liberi e Uguali, ma in generale per tutti i partiti che non rientrano nella “coalizione” di centrodestra. Per quanto riguarda infatti la parte uninominale di questa legge elettorale, il centrodestra otterrebbe in totale 145 collegi, mentre il Movimento 5 Stelle ne piglierebbe solo 51, comunque davanti ai 35 del centrosinistra di un Pd sempre più in difficoltà. Entrando nelle pieghe delle divisioni territoriali, il centrosinistra conquista 8 collegi al Nord, 23 nelle regioni Rosse e 4 tra Lazio, Sud e Isole. Forza Italia, Lega Nord e FdI insieme fanno manbassa di collegi al nord (68), pochi nelle regioni Rosse (solo 5) e tantissimi anche nella restante parte d’Italia, 72. Divisione più omogenea invece per il Movimento 5 Stelle che guadagna ad oggi 25 collegi uninominali tra Lazio, Isole e Sud Italia, 12 nelle Regioni Rosse e 14 al Nord. 

TECNÈ, CRESCITA BOOM DI LIBERI E UGUALI

Nei sondaggi elettorali diffusi da Tecnè si può notare il boom importante e la crescita netta in un mese di Liberi e Uguali, la formazione di sinistra che raccoglie le varie anime anti-Renzi (Mdp, Possibile, Sinistra Italiana) unite dalla guida di Pietro Grasso. Male la Lega Nord, che perde l’1,7% e flessione anche per Renzi, non certo nel proprio periodo migliore dal punto di vista elettorale. Il Movimento 5 Stelle intanto resta il primo partito, anche se perde lo 0,5% rispetto ad un mese fa: 26,9%, davanti al Pd che scende fino al 23% e davanti a Forza Italia di Berlusconi, gli unici a crescere tra i primissimi partiti (+0,9%) a livello nazionale. Lega scende al 14,1%, mentre LeU sale al 7,9% con un balzo netto del 2,5% rispetto ad trenta giorni fa: Fratelli d’Italia sale al 5,3% nazionale, mentre Alternativa Popolare resta sotto l’1%, con tutti gli altri partiti che insieme nell’arco istituzionale raggiungerebbero ad oggi il 4,4%. 

WINPOLL, ELEZIONI LOMBARDIA: MARONI DAVANTI A GORI

Ancora non è stato deciso il giorno per le Elezioni in Lombardia, ma molti insistono con la forte probabilità che si tenga una sorta di Election Day il 4 marzo prossimo, tra Politiche, Regionali Lazio e appunto Lombardia. Nel frattempo, i sondaggi elettorali sul voto lombardo vedono ancora davanti a tutti l’attuale Governatore Roberto Maroni (che si ricandida sostenuto da tutto il centrodestra), senza però un margine rassicurante sul secondo in lizza, l’attuale sindaco di Bergamo Giorgio Gori. In termini numerici, il candidato del Pd renziano è dato al 34,2%, mentre il leghista resta in testa con il 44,2% dei consensi su base regionale: male il Movimento 5 Stelle, con il candidato Dario Violi che non va oltre il 14,3% e al momento resta del tutto fuori dalla partita elettorale. 

SWG, GLI ASTENUTI GUARDANO A DESTRA

Seguendo il particolare sondaggio prodotto da Swg si può osservare un dato piuttosto interessante: è stato infatti chiesto a coloro che si dichiararono indecisi/astenuti nelle ultime stime elettorali di dicembre, verso quale leader e partito di riferimento si sentono più “interessati” i suddetti critici dell’attuale politica italiana. Ebbene, ovviamente il primo ad essere “preferito” è nessuno, con il 56%: dato prevedibile visto che si parla di potenziali astenuti, ma l’elemento che più desta attenzione è il primo leader verso cui si sentono orientati. È Silvio Berlusconi, con il 15% davanti a Matteo Renzi al 9%, Luigi Di Maio all’8%, Matteo Salvini al 7% e tutti gli altri sotto il 5% delle scelte. Insomma, il leader di Forza Destra ottiene ancora capacità attrattiva, dopo tutti questi anni e dopo i tanti “recuperi” effettuati nelle scorse elezioni politiche della Seconda Repubblica: è ancora lui quello più “guardato” da chi al momento non vorrebbe esprimere un voto.

 
60 secondi
Logli trasferito a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Logli trasferito  a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Antonio Logli, condannato a 20 anni per avere ucciso la moglie Roberta Ragusa, sconterà la pena nel carcere di Massa. Ma adesso deve pagare oltre 156mila euro di parcelle agli avvocati-amici. Ipotecate le proprietà
Amanda giura: 'Nessuna truffa, mi sposo nel 2020'
Amanda giura:
La Knox, presa di mira dagli haters che l'accusavano di avere promosso una raccolta di fondi per celebrare un matrimonio già avvenuta, scrive una lunga lettera all'Ansa in cui respinge le accuse
Dillinger è morto, Dillinger 'resuscita'
Dillinger è morto, Dillinger
Il corpo del celebre bandito Usa, ucciso dall'FBI nel '34, sarà riesumato su richiesta dei familiari dalla tomba blindata dove riposa a Indianapolis. Tradito dalla "signora in rosso"
PRESI GLI ASSASSINI ERANO IN UN ALBERGO DI LUSSO
PRESI GLI ASSASSINI ERANO IN UN ALBERGO DI LUSSO
Assieme a un altro militare, ferito a sua volta, stavano fermando due malviventi che avevano appena rapinato una donna al quartiere Prati. Tentavano un'estorsione e hanno ucciso per sfuggire alle manette
Logli licenziato, in arrivo pioggia di risarcimenti
Logli licenziato, in arrivo pioggia di risarcimenti
Il marito assassino di Roberta Ragusa è detenuto in una cella singola. Subito licenziato, con stipendio sospeso dal Comune dove lavorava. Sorvegliato a vista, per evitare gesti autolesivi. L'amante resta sola
I seguaci di Panzironi 'provare per credere'
I seguaci di Panzironi
Affollato meeting a Roma con il "guru" delle diete in grado di farci vivere felicemente per 120 anni. Vende integratori ma si definisce solo "un giornalista". Espulso dall'Ordine Nazionale
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
È successo negli Stati Uniti, dopo un caso denunciato da SZA, una cantante soul fermata perché sospettata di furto: secondo lei, solo a causa della sua pelle
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Ancora un raid islamico contro le chiese dopo le stragi dello Sri-Lanka. Secondo attacco in Bourkina in pochi giorni. E' accaduto a Dablo, nel Nord. Attacco durante la messa. Scopo chiaro: spazzare via cattolici e cristiani dall'Africa
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Non esplode perché privo di cariche, ma poco prima dell’impatto libera sei lame che eliminano in modo chirurgico l’obiettivo evitando il rischio di vittime collaterali
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Kirstjen Nielsen, ministro dell’interno dal 2017, accusata di non aver saputo fermare l’ondata di migranti che continua a premere al confine con il Messico. Al suo posto il commissario per le dogane e i confini