Matteo, Antonio e Chiara.
Gelosia, odio, soldi e la vendetta

| Tre delitti con un denominatore comune: gelosia, soldi e odio. Sequestrati beni del medico Vip, uccise la moglie per "la sua immagine"; Roberta Ragusa sparita per non perdere "il reddito". Chiara Alessandri: "Ballerei sulla sua tomba"

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

Ci sono storie di cronaca che hanno una lunga vita. E vanno aggiornate ogni volta che accade un fatto nuovo. Sono quelle che nascondono un paradigma che si estende alla vita sociale, per le implicazioni implicite ma anche non solo. E’ il caso dell’uxoricidio di cui è accasato il medico dei Vip di Ravenna, Matteo Cagnoni, poi il più recente caso della donna di Gorlago, Chiara Alessandri (nella foto) che uccide la moglie dell’amante che si era deciso a tornare dalla vittima. Seguono, così, senza un ordine preciso; la storia di Roberta Ragusa, sparita nel nulla nel 2012, con il marito condannato in secondo grado a 20 anni di carcere, in attesa del verdetto finale della Cassazione fissato il 10 luglio. E molti altri ancora.

Matteo Cagnoni e Giulia Ballestri


CAGNONI, BENI SEQUESTRATI

Il giudice, bei giorni scorsi, ha disposto il sequestro tutti suoi beni, immobiliari e altro, per pagare i milioni di euro di risarcimento decisi dalla Corte d’Assise di primo grado che lo ha condannato all’ergastolo per avere ucciso a bastonate la moglie Giulia Balestri, madre dei suoi due figli, affidati ora alla famiglia materna. Ma il medico, prima di eliminare Giulia per un mix di questioni psicologiche, tipo la vergogna di fronte alla Ravenna bene di essere stato prima tradito e poi abbandonato “nel ridicolo” e per un uomo di rango sociale inferiore, aveva svenduto a prezzi ridicoli al fratello più della metà dei suoi bene, compresa una villa in Trentino, proprio per sottrarre l’ingente patrimonio alla moglie che pretendeva il divorzio. Lui aveva provato ad anticipare la mossa del Tribunale proponendo di cedere tutti suoi averi ai figli, sottraendoli così alla parte civile, cioè i familiari della vittima. E’ una guerra di nervi, che nasce in una vicenda dove Cagnoni non sìè affatto pentito ma anzi dsi professa innocente nelle 347 pagine elaborate dai suoi nuovi difendere per sostenere il ricorso in appello, in cui - colpo di scena- viene richiesta una perizia psichiatrica.

Roberta


“ROBERTA? E’ STATA RAPITA”

Roberta Ragusa, madre di figli, sposata da un ventennio con Antonio Logli, impiegato del Comune e contitolare con lei dell’autoscuola di famiglia (gestita dai suoi genitori ma di cui Roberta era socia), sparisce nel gennaio 2012. Il suo corpo non è mai stato trovato. Lui viene accusato del delitto e viene condannato in 1 e 2 grado a 20 anni di carcere. Il 10 luglio si discuterà il ricorso in Cassazione e la Suprema Corte deciderà se rinviare gli atti alla procura di Prato o confermare la condanna, Nel quale Logli andrà in carcere.

Ma il presunto assassino ha da mesi cambiato strategia mediatica. Forte dell’aiuto dei figli suoi e di Roberta, che lo ritengono innocente, confermando la sua versione sulla notte della scomparsa (“Non abbiamo sentito alcun litigio”), Logli si fa intervistare da una rete tv di fiducia in cui si difende con argomomenti assai controversi: la moglie si sarebbe allontanata volontariamente in vestaglia, pigiama e ciabatte volontariamente per incontrarsi con qualcuno e non esclude che “sia stata segregata”. Lo contraddicono i testi che hanno assistito, quella notte, a una lite in strada dopo che lei avrebbe scoperto la sua relazione con Sara Calzolaio, baby sitter dei figli, attuale sua convivente.

Stefania Crotti


CHIARA: “BALLEREI SULLA TOMBA DI STEFANIA”

Cosa può fare l’odio e la gelosia di una donna costretta ad assistere al ritorno del suo amante tra le braccia della moglie dopo una breve relazione. Per Chiara Alessandri, 44 anni, la soluzione è stata quella di tendere una trappola a Stefania Crotti, 42 anni, ferirla gravemente con 4 coltellate, trasportarla in una radura ancora viva e quindi bruciare il corpo con la benzina. Che fosse ancora viva è certo. In queste ora i risultati finali dell’autopsia non lasciano dubbi. Nei polmoni di Stefania, madre di una bimba di 7 anni, ci sono tracce della combustione, segno che respirava ancora. In un messaggio di settembre a un’amica che aveva commentato una foto su Facebook di Stefania, rivela tutto il suo odio. Costei lei l’aveva frequentato durante il suo rapporto con Stefano, il marito della vittima, e credeva di avere un’alleata fedele contro quella “t….”, quella “bastarda” e “p….”. Reo di avere rinunciato alle vacanze al mare con lei e i suoi figli per stare con la figlia. “Lui è un c… e appena ho girato il c…ha ceduto al ricatto…”. “Sarei la prima a ballare sulla sua tomba….se la incontro le sputerei in faccia…vuole fare la famigliola felice…quella p….a…”. La situazione era precipitata il 4 gennaio, le due donne si erano ritrovate a una festa scolastica di bambini e si erano incrociate senza parlarsi. Il giorno dopo  aveva pianificato la trappola mortale.

 

Galleria fotografica
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta - immagine 1
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta - immagine 2
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta - immagine 3
60 secondi
Le allegre guardie di Sua Maestà
Le allegre guardie di Sua Maestà
Ben 13 uomini dei 60 di stanza al castello di Windsor come protezione della Regina e del Principe Filippo, si sono allontanati per partecipare ad una festa. La punizione è stata esemplare
Al via il processo per gli attentati di Parigi
Al via il processo per gli attentati di Parigi
Sono 14 gli imputati che devono rispondere di favoreggiamento e appoggio ai terroristi che nel gennaio del 2015 fecero strage nella sede di “Charlie Hebdo” e nell’Hyper Cacher
Cina, lo show del funzionario corrotto
Cina, lo show del funzionario corrotto
Lai Xiaomin nascondeva tre tonnellate di banconote nei suoi appartamenti: gli servivano per mantenere un centinaio di amanti e vivere come un sovrano
Dove è diretto Juan Carlos?
Dove è diretto Juan Carlos?
L’ex sovrano avrebbe lasciato segretamente la Spagna, ma quale sia la meta finale è diventata una serie di supposizioni che si rincorrono sui media
La vendetta di Donald
La vendetta di Donald
Brad Parscale, responsabile della campagna elettorale del Presidente, rimesso dall’incarico: è considerato il colpevole per il comizio semideserto di Tulsa
Indonesia: pensionato francese arrestato per pedofilia
Indonesia: pensionato francese arrestato per pedofilia
Francois Abello Camille fingeva di essere un fotografo di moda per attirare le giovani vittime nella sua stanza d’albergo: avrebbe violentato più di 300 ragazzini
Il selfie infelice di Amanda Knox
Il selfie infelice di Amanda Knox
L’ex studentessa di Seattle si è fotografata con addosso felpa e pantaloni che indossava nei quattro anni di galera trascorsi in Italia
La fine dell’angelo della Grenfell Tower
La fine dell’angelo della Grenfell Tower
Nel marzo di un anno fa, la dottoressa Deborah Lamont è stata trovata senza vita nella stanza di un hotel, ma l’inchiesta si è chiusa in questi giorni. Era stata fra le prima a portare aiuto alle vittime del rogo del grattacielo londinese
Logli trasferito a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Logli trasferito  a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Antonio Logli, condannato a 20 anni per avere ucciso la moglie Roberta Ragusa, sconterà la pena nel carcere di Massa. Ma adesso deve pagare oltre 156mila euro di parcelle agli avvocati-amici. Ipotecate le proprietà
Amanda giura: 'Nessuna truffa, mi sposo nel 2020'
Amanda giura:
La Knox, presa di mira dagli haters che l'accusavano di avere promosso una raccolta di fondi per celebrare un matrimonio già avvenuta, scrive una lunga lettera all'Ansa in cui respinge le accuse