Ninja Bomb, il missile americano top-secret

| Non esplode perché privo di cariche, ma poco prima dell’impatto libera sei lame che eliminano in modo chirurgico l’obiettivo evitando il rischio di vittime collaterali

+ Miei preferiti
Il nome in codice è “R9X”, è una delle tante possibili varianti del “AGM-114R9X Hellfire”, missile terra-aria di precisione a guida laser che può essere lanciato da piattaforme aree, marittime e terrestri. Ma l’ultima variante, una delle più terrificanti, l’ha svelata il “Wall Street Journal” in un lungo articolo. È stato ribattezzato “Ninja Bomb” perché non esplode all’impatto sul terreno, ma libera delle lame che fatto letteralmente a fette i nemici. Il vantaggio è di ridurre in modo drastico i danni e la perdita di vite umane fra i civili. Il Ninja Bomb, a quanto rivela il quotidiano americano, è stato utilizzato “una mezza dozzina di volte” da Cia e Pentagono in numerose missioni top secret, per eliminare obiettivi all’interno di un’auto o di edifici. Fra le vittime illustri del nuovo missile Ahmad Hasan Abu Khayr al-Marsi, egiziano indicato come vice di al-Baghdadi, il califfo al comando dell’Isis, eliminato nel febbraio del 2017, o ancora Jamal al-Badawi, accusato di aver preso parte all’attentato del 2000 al cacciatorpediniere americano “USS Cole” ormeggiato in un porto nello Yemen.

Le sei lunghe lame, da cui il riferimento ai Ninja, i celebri e temibili guerrieri giapponesi, si estendono a pochi secondi dall’impatto, con un effetto che è stato definito simile “ad un’incudine che cade dal cielo”.

Un’arma sviluppata durante il doppio mandato di Barack Obama, per rispondere alla precisa richiesta dell’ex presidente di ridurre quanto più possibile le perdite umane nei conflitti in Afghanistan, Pakistan, Siria, Somalia e Yemen. Ha il vantaggio di poter essere trasportato da droni, quindi comandato da remoto, ed è totalmente privo di cariche esplosive. Al momento Cia e Pentagono non hanno commentato la fuga di notizie.Il nome in codice è “R9X”, è una delle tante possibili varianti del “AGM-114R9X Hellfire”, missile terra-aria di precisione a guida laser che può essere lanciato da piattaforme aree, marittime e terrestri. Ma l’ultima variante, una delle più terrificanti, l’ha svelata il “Wall Street Journal” in un lungo articolo. È stato ribattezzato “Ninja Bomb” perché non esplode all’impatto sul terreno, ma libera delle lame che fatto letteralmente a fette i nemici. Il vantaggio è di ridurre in modo drastico i danni e la perdita di vite umane fra i civili. Il Ninja Bomb, a quanto rivela il quotidiano americano, è stato utilizzato “una mezza dozzina di volte” da Cia e Pentagono in numerose missioni top secret, per eliminare obiettivi all’interno di un’auto o di edifici. Fra le vittime illustri del nuovo missile Ahmad Hasan Abu Khayr al-Marsi, egiziano indicato come vice di al-Baghdadi, il califfo al comando dell’Isis, eliminato nel febbraio del 2017, o ancora Jamal al-Badawi, accusato di aver preso parte all’attentato del 2000 al cacciatorpediniere americano “USS Cole” ormeggiato in un porto nello Yemen.

Le sei lunghe lame, da cui il riferimento ai Ninja, i celebri e temibili guerrieri giapponesi, si estendono a pochi secondi dall’impatto, con un effetto che è stato definito simile “ad un’incudine che cade dal cielo”.

Un’arma sviluppata durante il doppio mandato di Barack Obama, per rispondere alla precisa richiesta dell’ex presidente di ridurre quanto più possibile le perdite umane nei conflitti in Afghanistan, Pakistan, Siria, Somalia e Yemen. Ha il vantaggio di poter essere trasportato da droni, quindi comandato da remoto, ed è totalmente privo di cariche esplosive. Al momento Cia e Pentagono non hanno commentato la fuga di notizie.

Galleria fotografica
Ninja Bomb, il missile americano top-secret - immagine 1
Ninja Bomb, il missile americano top-secret - immagine 2
60 secondi
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
È successo negli Stati Uniti, dopo un caso denunciato da SZA, una cantante soul fermata perché sospettata di furto: secondo lei, solo a causa della sua pelle
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Ancora un raid islamico contro le chiese dopo le stragi dello Sri-Lanka. Secondo attacco in Bourkina in pochi giorni. E' accaduto a Dablo, nel Nord. Attacco durante la messa. Scopo chiaro: spazzare via cattolici e cristiani dall'Africa
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Kirstjen Nielsen, ministro dell’interno dal 2017, accusata di non aver saputo fermare l’ondata di migranti che continua a premere al confine con il Messico. Al suo posto il commissario per le dogane e i confini
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Il duro per eccellenza dei film di Quentin Tarantino finisce per la seconda volta dietro le sbarre perché guidava con troppo alcol in corpo
Matteo, Antonio e Chiara.
Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Tre delitti con un denominatore comune: gelosia, soldi e odio. Sequestrati beni del medico Vip, uccise la moglie per "la sua immagine"; Roberta Ragusa sparita per non perdere "il reddito". Chiara Alessandri: "Ballerei sulla sua tomba"
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
Commosso messaggio della grande alpinista francese Elisabeth Revol a Daniele Nardi e Tom Ballard. "Felice di avere imparato da lui, di essere ispirata, in una stella ritroverò il tuo sguardo"
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Una lettera anonima inviata alla famiglia nell'estate scorsa indica una tomba in cui sarebbe stato nascosto il corpo di Emanuela. Chiesta la riapertura al Vaticano, presto la risposta. Dettagli inquietanti
"Rivivo l'incubo di 24 anni fa"
"Rivivo l
Jim Ballard, il padre di Tom, rievoca le ore in cui la moglie Alison morì travolta da un Ana valanga durante la discesa dal k2 nel 1995
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI
La tenda vuota e invasa dalla neve
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI<br>La tenda vuota e invasa dalla neve
Daniele Nardi e Tom Ballard in silenzio radio da domenica, a oltre 6mila metri del Nanga Pargat (8162 mt. Riprese le ricerche con l'elicottero. Alpinisti esperti e preparati, la sfida allo Sperone Mummery
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
La vita difficile fra madre e figlio si trasforma in una tragedia dai contorni macabri: dopo l’omicidio, il giovane ha sezionato il corpo della madre per mangiarlo, dividendolo con il suo cane. A dare l'allarme un'amica della vittima