"Pamela fuggita dalla comunità, cos'è accaduto?"

| I familiari della 18enne fatta a pezzi a Macerata sospettano che all'interno della comunità dove viveva da ottobre sia accaduto qualcosa di grave che l'avrebbe indotta ad andarsene, Ma cosa?

+ Miei preferiti

"Mi sto riprendendo, qui mi trovo bene, mi hanno affidato la responsabilità della lavanderia...". E' l'ultimo video-messaggio di Pamela inviato alle amiche che le chiedevano della vita in comunità. Di lì a poche ore sarebbe fuggita, con un trolley rotto, senza un soldo e senza cellulare per andare incontro al suo atroce destino. La madre e lo zio vogliono sapere perchè lei decise di andarsene. L'avevano vista nell'ultimo week end, e sembrava turbata da qualcosa ma non aveva detto nulla di preciso. Ma cosa? "I responsabili della comunità dovrebbero saperlo ma non ci hanno detto nulla, nè qualcuno aveva tentato di fermaral, se ne rano infatti accorto che stava lasciando la casa". Ma il responsabile, Josè Berdini è categorico: "Rispettiamo la legge, gli adulti in terapia posnnono andarsene quando vogliono, non possiamo trattenerli in alcun modo, la riabilitazione è volontaria non c'è nessun obbligo, quanto a Pamela, sembrava tranquilla. La fuga ci ha colto di sorpresa". Le sequenze del suo allontanamente sono ancora confuse, prima l'incontro con il 45enne che in cambio di un rapporto sessuale le offre 50 euro, poi un secondo contatto con un taxista italiane, infine i nigeriani. Innocent Noseghale, in carcere ad Ascoli Piceno, non potrà intanto più rivedere la figlia, mentre emerge un ritratto inquientante della sua permanenza a Macerata; il classico caso di un inserimento mancato. Arrivato nel 2014 su un barcone, era stato inserito in diversi progetti di inserimento. Ma lui era sempre apparso tutt'altro che interessato ad imparare un mestiere qualsiasi, il passaggio al racket della droga è stato una cosenguenza inevitabile. In carcere ha incontrato i suoi legali, a loro ha detto che Pamela è sta uccisa dalla droga e che non sa cosa è accaduto dopo, ha mimato il momento in cui la ragazza, dopo il buco, è caduta per terra in preda all'overdose, Da qui la crisi di panico, sua e dei suoi complici e l'orribile dissezione del cadavere, con due scopi: quello di farlo sparire e di cancellare comunque ogni traccia delle modalità omicidiare e di avusi sessuali.



I “chirurghi” nigeriani o ghanesi che hanno sezionato il corpo della 18enne Pamela Mastropietro hanno anche eliminato il 20% di pelle dal cadavere già diviso in 20 pezzi. L’orrendo lavoro di scuoiamento non è avvenuto per caso: sono state tagliate e asportate ampie porzioni di derma del collo e nella zona vaginale e anale. L’ipotesi dell’overdose e del successivo smembramento del corpo solo per farlo sparire sta perdendo consistenza per lasciare posto a un orrendo omicidio con aspetti rituali. La pelle del collo è tagliata per nascondere i segni dello stramgolamento, mentre per quanto riguarda la zona anale e vaginale per eliminare le tracce di violenze e abusi. La lingua trovata “pinzata tra i denti” di Pamela, sosterrebbe la possibilità di una "sofferta asfissia per soffocamento”. Comunque asportazioni effettuate post mortem. In ogni caso, secondo i periti, le coltellate sarebbero state inferte “ancora a cuore battente”. Gli stupratori-assassini avrebbero cercato di “nascondere un pregresso atto sessuale”, mentre i piccoli tagli superficiali sono stati inferti post mortem, “tagli verosimilmente compatibili con le pratiche di depezzamento del cadavere”.

 
Galleria fotografica
"Pamela fuggita dalla comunità, cosè accaduto?" - immagine 1
60 secondi
Logli trasferito a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Logli trasferito  a Massa ma ora deve pagare le parcelle
Antonio Logli, condannato a 20 anni per avere ucciso la moglie Roberta Ragusa, sconterà la pena nel carcere di Massa. Ma adesso deve pagare oltre 156mila euro di parcelle agli avvocati-amici. Ipotecate le proprietà
Amanda giura: 'Nessuna truffa, mi sposo nel 2020'
Amanda giura:
La Knox, presa di mira dagli haters che l'accusavano di avere promosso una raccolta di fondi per celebrare un matrimonio già avvenuta, scrive una lunga lettera all'Ansa in cui respinge le accuse
Dillinger è morto, Dillinger 'resuscita'
Dillinger è morto, Dillinger
Il corpo del celebre bandito Usa, ucciso dall'FBI nel '34, sarà riesumato su richiesta dei familiari dalla tomba blindata dove riposa a Indianapolis. Tradito dalla "signora in rosso"
PRESI GLI ASSASSINI ERANO IN UN ALBERGO DI LUSSO
PRESI GLI ASSASSINI ERANO IN UN ALBERGO DI LUSSO
Assieme a un altro militare, ferito a sua volta, stavano fermando due malviventi che avevano appena rapinato una donna al quartiere Prati. Tentavano un'estorsione e hanno ucciso per sfuggire alle manette
Logli licenziato, in arrivo pioggia di risarcimenti
Logli licenziato, in arrivo pioggia di risarcimenti
Il marito assassino di Roberta Ragusa è detenuto in una cella singola. Subito licenziato, con stipendio sospeso dal Comune dove lavorava. Sorvegliato a vista, per evitare gesti autolesivi. L'amante resta sola
I seguaci di Panzironi 'provare per credere'
I seguaci di Panzironi
Affollato meeting a Roma con il "guru" delle diete in grado di farci vivere felicemente per 120 anni. Vende integratori ma si definisce solo "un giornalista". Espulso dall'Ordine Nazionale
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
I dipendenti di Sephora a scuola di antirazzismo
È successo negli Stati Uniti, dopo un caso denunciato da SZA, una cantante soul fermata perché sospettata di furto: secondo lei, solo a causa della sua pelle
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Bourkina Faso, uccisi 5 cattolici e il prete
Ancora un raid islamico contro le chiese dopo le stragi dello Sri-Lanka. Secondo attacco in Bourkina in pochi giorni. E' accaduto a Dablo, nel Nord. Attacco durante la messa. Scopo chiaro: spazzare via cattolici e cristiani dall'Africa
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Ninja Bomb, il missile americano top-secret
Non esplode perché privo di cariche, ma poco prima dell’impatto libera sei lame che eliminano in modo chirurgico l’obiettivo evitando il rischio di vittime collaterali
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Kirstjen Nielsen, ministro dell’interno dal 2017, accusata di non aver saputo fermare l’ondata di migranti che continua a premere al confine con il Messico. Al suo posto il commissario per le dogane e i confini