Treno deraglia, muoiono tre donne 60 feriti

| Tre lavoratrici morte e 60 feriti. Bilancio del disastro ferroviario avvenuto alle 7 a Seggiano. Il treno dei pendolari per raggiungere Milano Piazza Garibaldi uscito dai binari, cedono 23 cm di acciaio. Delrio: "Assurdo morire così"

+ Miei preferiti

Solo 23 centimetri di binario hanno avuto un cedimento strutturale. La causa della tragedia sarebbe il 'cedimento strutturale' di quel piccolo segmento d'acciaio che è stato trovato e sequestrato dagli inquirenti a una ventina di metri dalla rotaia, un chilometro prima della stazione di Pioltello. In quel punto, 3 carrozze sono uscite dai binari, ma il convoglio ha continuato la marcia finchè uno dei vagoni fuori asse ha colpito un palo della trazione elettrica e si è accartocciato. La ricostruzione è coerente con la scena vista dai primi soccorritori, con le carrozze centrali del convoglio deragliate e intraversate a un angolo di circa 90 gradi l'una dall'altra. All'interno sono rimaste intrappolate a lungo molte persone, poi liberate dai soccorritori, mentre una spola di ambulanze e elicotteri trasportavano in ospedale i feriti. Alcuni vagoni sono passati, gli altri no. Sono in corso le verifiche su questo aspetto che, a quanto pare, è la causa del disastro. "Ho seNtito una fortissima vibrazione prlungata, poi lo schianto", ha detto uno dei feriti. Morti e decine di feriti, di cui almeno cinque in codice rosso. Traffico ferroviario bloccato e subito un'inchiesta. Un teste racconta che uno dei vagoni, uscito dai binari, ha finito la sua corsa contro un palo Il convoglio, con a bordo circa 350 persone, in maggioranza pendolari, era partito da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi. L'incidente a Pioltello. Il bilancio provvisorio di quanto accaduto è di tre donne morte e 46 feriti, di cui 4 in codice rosso, nessuno in pericolo di vita. La causa della tragedia sarebbe il 'cedimento strutturale' di un pezzo di binario di 23 centimetri che è stato trovato e sequestrato dagli inquirenti a una ventina di metri dalla rotaia, un chilometro prima della stazione di Pioltello. In quel punto, 3 carrozze sono uscite dai binari, ma il convoglio ha continuato la marcia finchè uno dei vagoni fuori asse ha colpito un palo della trazione elettrica e si è accartocciato. La ricostruzione è coerente con la scena vista dai primi soccorritori, con le carrozze centrali del convoglio deragliate e intraversate a un angolo di circa 90 gradi l'una dall'altra. All'interno sono rimaste intrappolate a lungo molte persone, poi liberate dai soccorritori, mentre una spola di ambulanze e elicotteri trasportavano in ospedale i feriti. 

"AIUTO MAMMA IL TRENO STA DERAGLIANDO"

'Mamma aiuto, il treno sta deragliando...'. Sono le ultime parole di Giuseppina Pirri, 39 anni, di Cernusco sul naviglio, al telefono con la madre alle 6.55 di stamattina. 'Poi è caduta la linea e c'è stato solo silenzio', racconta il padre, Pietro. 'Mia moglie le ha detto scappa ma poi non ha sentito più niente. Sono andato là e era ancora incastrata dentro al treno. Poi mi hanno detto che non ce l'ha fatta', aggiunge ricordando che la figlia 'si lamentava sempre perché i treni erano spesso rotti e sempre pieni', dice il padre in lacrime fuori dall'obitorio. Giuseppina è una delle tre donne morte nel convoglio di Trenord uscito dai binari alle 6.57. Le altre due sono Pierangela Tadini, 51enne originaria di Caravaggio ma residente a Vanzago (Milano), viaggiava con la figlia Lucrezia di 18 anni, che si è salvata ma è rimasta ferita; e Ida Maddalena Milanesi, 62 anni, anche lei di Caravaggio, medico, specializzata in radiologia, neurologia e neurologia oncologica, dirigente dello staff di radioterapia dell'istituto Neurologico Besta di Milano.

DELRIO: "NON SI PUO' MORIRE COSI' MENTRE VAI AL LAVORO"

"Il sistema ferroviario italiano è certamente uno dei più sicuri al mondo ma vogliamo la verità, la si accerti rapidamente, perché è inaccettabile morire mentre si va al lavoro", ha detto il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che al termine della riunione in prefettura a Milano sull'incidente ferroviario ha spiegato che è stata "attivata la commissione d'inchiesta" ministeriale. Fra i presenti, oltre al ministro, il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, l'ad di Fs, Renato Mazzoncini, l'ad di Trenord, Cinzia Farisè, e il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli. Delrio aveva fatto un sopralluogo a Pioltello con il capo della protezione civile Borrelli. 'Il diritto alla mobilità deve partire dalla sicurezza delle persone come garanzia imprescindibile', ha detto Delrio, mentre il sindaco di Milano Sala ha invitato a 'moltiplicare gli sforzi sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e nei trasporti'. Su investimenti e sicurezza si accende la polemica. 'In questi anni è stata data maggiore attenzione all'alta velocità che non ai treni dei pendolari', ha detto il presidente del Consiglio regionale lombardo Cattaneo. Sul posto erano state inviate una decina di ambulanze e mezzi dei vigili del fuoco. Il 118, alle 8,30, ha comunicato che nell'incidente ferroviario avvenuto nel Milanese al momento il bilancio provvisorio è di due morti accertati e cinque feriti gravi. I cinque feriti sono stati trasportati in codice rosso in diversi ospedali. Oltre ad essi ci sarebbero alcune decine di feriti, nessuno in pericolo di vita.

60 secondi
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Ondata di migranti, Trump silura la ministra
Kirstjen Nielsen, ministro dell’interno dal 2017, accusata di non aver saputo fermare l’ondata di migranti che continua a premere al confine con il Messico. Al suo posto il commissario per le dogane e i confini
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Michael Madsen arrestato per guida in stato di ebbrezza
Il duro per eccellenza dei film di Quentin Tarantino finisce per la seconda volta dietro le sbarre perché guidava con troppo alcol in corpo
Matteo, Antonio e Chiara.
Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Matteo, Antonio e Chiara.<br> Gelosia, odio, soldi e la vendetta
Tre delitti con un denominatore comune: gelosia, soldi e odio. Sequestrati beni del medico Vip, uccise la moglie per "la sua immagine"; Roberta Ragusa sparita per non perdere "il reddito". Chiara Alessandri: "Ballerei sulla sua tomba"
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
"Mai dimenticherò il tuo sorriso..."
Commosso messaggio della grande alpinista francese Elisabeth Revol a Daniele Nardi e Tom Ballard. "Felice di avere imparato da lui, di essere ispirata, in una stella ritroverò il tuo sguardo"
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Emanuela, i suoi resti nel cimitero teutonico?
Una lettera anonima inviata alla famiglia nell'estate scorsa indica una tomba in cui sarebbe stato nascosto il corpo di Emanuela. Chiesta la riapertura al Vaticano, presto la risposta. Dettagli inquietanti
"Rivivo l'incubo di 24 anni fa"
"Rivivo l
Jim Ballard, il padre di Tom, rievoca le ore in cui la moglie Alison morì travolta da un Ana valanga durante la discesa dal k2 nel 1995
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI
La tenda vuota e invasa dalla neve
NANGA PARBAT KILLER DEGLI ALPINISTI<br>La tenda vuota e invasa dalla neve
Daniele Nardi e Tom Ballard in silenzio radio da domenica, a oltre 6mila metri del Nanga Pargat (8162 mt. Riprese le ricerche con l'elicottero. Alpinisti esperti e preparati, la sfida allo Sperone Mummery
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
Uccide la madre a la mangia insieme al cane
La vita difficile fra madre e figlio si trasforma in una tragedia dai contorni macabri: dopo l’omicidio, il giovane ha sezionato il corpo della madre per mangiarlo, dividendolo con il suo cane. A dare l'allarme un'amica della vittima
MENO UNO, AIUTI UMANITARI AI CONFINI
MENO UNO, AIUTI UMANITARI AI CONFINI
L'ambasciatrice in Brasile nominata dal presidente ad interim sta coordinando le operazioni prima dell'invio, previsto per le prime ore di domani. Maduro manda i blindati. Ma Guaidò pronto a resistere "in modo pacifico"
Ma Brasile e Colombia inviano soldati'>MADURO INSULTA GUAIDO'
Ma Brasile e Colombia inviano soldati
MADURO INSULTA GUAIDOMa Brasile e Colombia inviano soldati' class='article_img2'>
Il dittatore chavista alla cerimonia per la laurea di 128 medici ("Fate come Che Guevara") sferra un duro attacco al presidente ad interim. Colonnello si ribella al regime e invita i militari a non impedire l'invio di aiuti umanitari