Harry e Meghan: “Lasciateci vivere”

| In un documentario sul loro viaggio in Africa, i duchi del Sussex si lasciano andare a confessioni, caso rarissimo nella royal family, mostrando una grande fragilità

+ Miei preferiti
A modo loro, pensando al rigido protocollo reale inglese, Harry e Meghan hanno abbattuto un muro che resisteva da secoli. La loro intervista, contenuta in “Harry & Meghan: An African Journey”, un documentario trasmesso da “ITV Channel”, è già stata definita “una prima volta epocale nella storia della royal family”.

In effetti, il principe – sesto in linea di successione al trono – e l’ex attrice americana, di tranquillità dal 19 maggio dello scorso anno ne hanno avuta molto poca. Non è quasi passato giorno senza che i famelici tabloid britannici li abbiano messi al centro dei loro obiettivi, concentrando le attenzioni soprattutto su Meghan Markle, l’ultima arrivata e per questo più facile da cogliere in errore.

Ma per quanto nobili, i duchi del Sussex restano due giovani di 35 e 38 anni, consapevoli del ruolo che impersonano agli occhi del mondo, ma desiderosi anche di avere una vita per quanto possibile normale, e non disseminata di trabocchetti, scandali e voci di corridoio. È esattamente questo misto di normalità e vulnerabilità, quello che hanno voluto trasmettere nel documentario realizzato nel corso del loro viaggio in Africa, a pochi giorni di distanza dalla durissima reazione di Harry contro i tabloid che perseguitano senza sosta sua moglie. Una forma di bullismo, aveva detto, che gli ricorda da vicino quello che aveva finito per uccidere sua madre Diana.

Parlano a turno, Harry e Meghan, e a volte è facile intravedere gli occhi che si arrossano: lei racconta di aver provato a restare impassibile senza riuscirci di fronte alle critiche, come la Regina Elisabetta in persona ha imparato a fare, lasciandosi scivolare addosso tutto in un perfetto aplomb inglese. Lui, dopo le indiscrezioni finite sulle prime pagine e mai confermate ufficialmente da Buckingham Palace, ha ammesso che con suo fratello William le cose non vanno per il meglio. “C’è una frattura, ci vediamo meno del solito perché siamo entrambi molto impegnati e al momento siamo su strade diverse. Entrambi eravamo sotto pressione ed era inevitabile che accadesse qualcosa. Ma siamo fratelli, lo saremo sempre: ci sarò sempre per lui, come so che lui ci sarà per me. La maggior parte delle voci che circolavano sono state creato dal nulla, ma tra fratelli accade: hai giornate belle e altre brutte”.

Non manca un accenno a Diana, e di quello che resta di lei: “Pensavo di essere fuori da una forma di esaurimento e depressione, ma tutto è tornato all’improvviso. Oggi ho una squadra di supporto intorno a me, ma la priorità è che ciò di cui è stata vittima mia madre non capiti ancora a mia moglie, perché quello che ho dovuto sopportare è stato incredibilmente brutale. Ogni volta che vedo una macchina fotografica, ogni volta che sento un clic o vedo un flash, la mia mente corre indietro nel tempo”.

Anche Meghan confessa che non aveva idea a cosa sarebbe andata incontro: “Quando ho incontrato Harry i miei amici più cari erano felici di vedermi sprizzare felicità, ma qualcuno mi aveva messa in guardia: “Non farlo, perché i tabloid ti distruggeranno”. Ingenuamente io replicavo ‘Sono americana, tutto questo noi non sappiamo cosa sia’, ma non avevo ancora capito quanto avessero ragione”. 

I due, dal 6 maggio di quest’anno genitori del piccolo Archie, hanno espresso il desiderio di voler sparire per un po’ trasferendosi da qualche altra parte, magari in Sud Africa, a Cape Town, ma capiscono anche che sia un’idea alquanto difficile. Rimedieranno con un periodo di riposo lontano dagli impegni ufficiali, per dedicarsi ad Archie, che passerà il primo Natale della sua vita a Sandringham, ma il Giorno del Ringraziamento a Los Angeles, in compagnia della nonna materna. Come una famiglia normale.

Il Caso
Il misterioso caso del Wizard Rock
Il misterioso caso del Wizard Rock
Una roccia del peso di una tonnellata di un parco nazionale dell’Arizona, è misteriosamente scomparso e ricomparso nel giro di poche settimane. Mistero fitto sugli autori e sul motivo del furto
Microsoft, lavorare meno per produrre di più
Microsoft, lavorare meno per produrre di più
La filiale giapponese del colosso informatico ha testato la settimana di 4 giorni lavorativi: la produttività è aumentata del 40%, il risparmio di energia elettrica è salito al 23% e le assenze calate del 25
La storia di Sixty-Six Garage
La storia di Sixty-Six Garage
Un uomo in stato vegetativo è rimasto quasi 20 anni ricoverato in una clinica specializzata di San Diego senza che nessuno chiedesse di lui. È stato grazie alla testardaggine di una giornalista, se oggi quell’uomo ha un nome e dei parenti
Hayfa, la principessa in fuga
Hayfa, la principessa in fuga
Sesta moglie dell’Emiro di Dubai, ha iniziato una causa presso l’Alta Corte inglese per ottenere il divorzio, la custodia dei figli e la protezione per le vittime di violenza. Prima di lei avevano tentato la fuga anche due figlie dell’Emiro
Rogo di Notre-Dame: le prime verità
Rogo di Notre-Dame: le prime verità
Un allarme incomprensibile, una verifica nel punto sbagliato: la cattedrale di Parigi è ancora in piedi solo perché i vigili del fuoco hanno deciso di rischiare tutto
Silvia Romano, rapita perché aveva visto troppo
Silvia Romano, rapita perché aveva visto troppo
È una delle nuove ipotesi investigative sulla scomparsa della cooperante milanese: poco prima di essere sequestrata la giovane avrebbe denunciato un uomo per violenza sessuale su due bambine
I silenzi della Grenfell Tower
I silenzi della Grenfell Tower
Due anni fa il grattacielo londinese diventava un enorme tizzone ardente: morirono in 72, fra cui una coppia di giovani italiani. Ma 24 mesi dopo ci sono solo carte, inchieste e promesse di una giustizia ancora lontana
Un alieno nel vialetto di casa
Un alieno nel vialetto di casa
La telecamera di sorveglianza di una donna del Colorado ha ripreso una misteriosa creatura che si aggira di notte davanti a casa sua. In tanti si dicono convinti che si tratti di un alieno
Amore, erotismo, disperazione e pentimento
Amore, erotismo, disperazione e pentimento
Il giudizio feroce sui social dell'infermiera innamorata di un 15enne, ma la storia è ricca di analogie. Analisi di una relazione "folle e malata": la 31enne ai domiciliari si rassegna: "Torna alla tua vita da adolescente"
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
In una registrazione dimenticata e mai andata in onda, l’ex gigante del football avrebbe svelato alcuni dettagli dell’omicidio della sua ex moglie e del suo amico, per cui è stato assolto