Ritrovati i resti di Elephant Man

| Era affetto da un caso rarissimo di malattia deformante che gli ha impedito un’esistenza normale. Ora uno scrittore, che lo collega a Jack Lo Squartatore, pare ne abbia individuato lo scheletro

+ Miei preferiti
Fu una vita triste, quella di Joseph Carey Merrick, un pover’uomo nato a Leicester, in Inghilterra, nell’agosto del 1862, che quasi nessuno ha mai chiamato per nome. Per tutti, nei soli 28 anni concessi dal destino, fu sempre e solo “The Elephant Man”, l’uono elefante. Merrick divenne una delle più tristi celebrità nell’Inghilterra bacchettona di epoca vittoriana: a soli due anni inizia a sviluppare una deformità che lentamente gli deturpa totalmente il corpo e il viso. Ha un’infanzia infelice e misera, trascorsa lavorando come venditore di lucido da scarpe sulla strada, fra l’ironia e la cattiveria della gente. Per quanto drammatica, trova un piccolo riscatto sociale esibendosi come “fenomeno da baraccone”: migliaia di persone accorrevano da ogni parte per guardare da vicino l’uomo elefante. Quando quel tipo di attrazione viene dichiarata fuori legge Merrick torna a Londra, dove fa amicizia con Frederick Treves, un medico che si occupa del suo caso ed è forse la prima e unica persona in tutta la sua vita a tentare di aiutarlo. Infelice, cerca conforto nella scrittura e chiede di essere portato all’istituto per ciechi, per trovare una donna che non si spaventi vedendolo. Muore nel sonno a causa di un soffocamento: troppo deforme per dormire disteso, era costretto a passare le notti seduto. La sua storia è stata raccontata da David Linch nel 1980 con il film “The Elephant Man”.

Proprio in questi giorni, il nome di Merrick è tornato sulle pagine dei quotidiani, perché a 130 anni dalla morte, sembra che i resti dell’uomo elefante siano stati ritrovati. Lo scheletro, mai classificato, era conservato negli archivi del “Royal London Hospital”. La scoperta è stata fatta da Jo Vigor-Mungovin, autore di un nuovo libro sul caso dell’Elephant Man che per la prima volta mette in relazione il pover’uomo deforme ai delitti di Jack lo Squartatore, avvenuti nel quartiere di Whitechapel, lo stesso in cui viveva Merrick.

Galleria fotografica
Ritrovati i resti di Elephant Man - immagine 1
Il Caso
L’instant Karma del pastore virginiano
L’instant Karma del pastore virginiano
Landon Spradlin era un predicatore statunitense morto di coronavirus subito dopo aver affermato che i mezzi di comunicazione diffondono la paura sulla pandemia e aver appoggiato apertamente Donald Trump
Sempre più studenti stranieri espulsi dagli Stati Uniti
Sempre più studenti stranieri espulsi dagli Stati Uniti
Le università americane svelano che si sono intensificati i casi di studenti soprattutto iraniani in possesso di visto a cui viene negato l’ingresso negli USA. “Una situazione preoccupante”
Arriveranno altri morti nella guerra fra le gang di Dublino
Arriveranno altri morti nella guerra fra le gang di Dublino
La polizia avrebbe tentato di trattare in segreto con uno dei boss chiedendogli di fermare la mattanza, ma la guerra non si fermerà fin quando altri tre nemici non saranno giustiziati
Il misterioso caso del Wizard Rock
Il misterioso caso del Wizard Rock
Una roccia del peso di una tonnellata di un parco nazionale dell’Arizona, è misteriosamente scomparso e ricomparso nel giro di poche settimane. Mistero fitto sugli autori e sul motivo del furto
Microsoft, lavorare meno per produrre di più
Microsoft, lavorare meno per produrre di più
La filiale giapponese del colosso informatico ha testato la settimana di 4 giorni lavorativi: la produttività è aumentata del 40%, il risparmio di energia elettrica è salito al 23% e le assenze calate del 25
Harry e Meghan: “Lasciateci vivere”
Harry e Meghan: “Lasciateci vivere”
In un documentario sul loro viaggio in Africa, i duchi del Sussex si lasciano andare a confessioni, caso rarissimo nella royal family, mostrando una grande fragilità
La storia di Sixty-Six Garage
La storia di Sixty-Six Garage
Un uomo in stato vegetativo è rimasto quasi 20 anni ricoverato in una clinica specializzata di San Diego senza che nessuno chiedesse di lui. È stato grazie alla testardaggine di una giornalista, se oggi quell’uomo ha un nome e dei parenti
Hayfa, la principessa in fuga
Hayfa, la principessa in fuga
Sesta moglie dell’Emiro di Dubai, ha iniziato una causa presso l’Alta Corte inglese per ottenere il divorzio, la custodia dei figli e la protezione per le vittime di violenza. Prima di lei avevano tentato la fuga anche due figlie dell’Emiro
Rogo di Notre-Dame: le prime verità
Rogo di Notre-Dame: le prime verità
Un allarme incomprensibile, una verifica nel punto sbagliato: la cattedrale di Parigi è ancora in piedi solo perché i vigili del fuoco hanno deciso di rischiare tutto
Silvia Romano, rapita perché aveva visto troppo
Silvia Romano, rapita perché aveva visto troppo
È una delle nuove ipotesi investigative sulla scomparsa della cooperante milanese: poco prima di essere sequestrata la giovane avrebbe denunciato un uomo per violenza sessuale su due bambine