In viaggio nel Principato di Monaco

| Una guida completa delle visite da non perdere nel Principato di Monaco, dal sito www.10cose.it. Alberghi e itinerari

+ Miei preferiti

Famoso per il suo Gran Premio di Formula 1, per il maestoso Casinò apparso in molti film hollywoodiani, per le sue spiagge e le sfilate di yacth e auto di lusso che popolano le strade, Monte Carlo è senz’altro il quartiere-icona del Principato di Monaco. Deve il suo nome al principe Carlo III di Monaco, al quale si riconosce il merito di aver salvato le finanze del regno in seguito alla disastrosa politica del padre e fu proprio per questa emergenza che venne costruito il Casinò che oggi domina e impreziosisce l’omonima piazza e continua a rinvigorire le casse di stato.

Arroccato sul Mar Ligure, tra i suoi grattacieli e i luccichii sfavillanti di grand hotel e ristoranti d’élite, Monte Carlo nasconde una bellissima cattedrale neoromanica, la Cattedrale dell’Immacolata Concezione, in cui sono custoditi alcuni esemplare pittorici del XVI secolo, un floridissimo giardino esotico con varie specie di piante grasse provenienti da tutto il mondo, o ancora l’elegante Castello dei Principi che domina il territorio dal 1191.

Queste sono solo alcune delle 10 cose da fare e vedere durante una vacanza o un week-end a Monte Carlo.

Se invece state cercando un hotel a Monte Carlo, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 30 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.Vai a Booking.com

Non si può visitare Monaco senza il Casinò: magari senza entrarci, ma è comunque una tappa d’obbligo. Questo casinò è stato progettato dallo stesso architetto dell’Opéra di Parigi ed è un tripudio di oro e marmo, sculture e affreschi. Anche se non ci si è mai entrati, fa parte dell’immaginario collettivo perché è presente in tantissimi film, tra cui GoldeneEye e Mai dire mai della serie di James Bond e il più recente Ocean’s Twelve. La struttura è stata inaugurata nel 1865, in seguito alla decisione del Principe Carlo III, da cui il quartiere prende nome, di costruire un Casinò per risanare le casse di stato. La sua posizione panoramica lo rende un affaccio ideale per il circuito del Gran Premio di Monaco, che passa proprio di sotto. Il Grand Théâtre de Monte Carlo, più noto come “l’Opéra”, è un grandioso teatro che fa parte del complesso del Casinò. Fu inaugurato nel 1879 e progettato da Charles Garnier, lo stesso architetto dell’Opéra di Parigi: il Grand Théâtre de Monte Carlo è infatti una copia in miniatura del celebre teatro parigino.

Tutto, qui, richiama ai fasti della Belle Époque: stucchi, addobbi d’oro, luci e una vetrata mozzafiato affacciata sul blu del Mediterraneo. Un curiosità: le travi che sorreggono l’intera struttura sono state disegnate da Gustave Eiffel. Sì, proprio quello della Torre.

Il Grand Théâtre de Monte Carlo è uno dei luoghi di ritrovo del jet set internazionale e ha ospitato una serie di prime assolute, tra cui La damnation de Faust di Hector Berlioz nel 1893 e il Don Quichotte di Massenet nel 1910. Oggi è la sede de Les Ballets de Monte-Carlo e della Monte-Carlo Philharmonic Orchestra, ma da sempre ospita i protagonisti della scena teatrale mondiale: basti pensare a Caruso, Saint-Saëns, Puccini, Tito Schipa.

La cattedrale dell’Immacolata Concezione si trova in centro a Monaco ed è l’edificio di culto più importante della città. La cattedrale è un bianco gioiellino neo-romanico in marmo, fu consacrata nel 1911 e sorge sui resti di una chiesa che risaliva al 1252 dedicata a San Nicola di Myra. All’interno si possono ammirare la pala di San Nicola, realizzata nel 1500, il trittico di Santa Devota e un grande organo restaurato nel 2011. A sinistra del presbiterio si trovano le tombe del Principe Ranieri III di Monaco e di Grace Kelly. Ogni domenica alle 10 c’è la messa cantata da I Piccoli Cantori di Monaco.

Il museo oceanografico di Monte Carlo è la gioia di grandi e piccini dal 1910, e la prova che questo piccolo angolo d’Europa non è soltanto auto di lusso e paradiso fiscale. Questo museo offre ai visitatori ben 6.500 mq di spazio in cui sono accolte oltre 6.000 specie marine tra squali, tartarughe, pesci del Mediterraneo e dei Tropici e perfino una barriera corallina che si sviluppa felicemente in queste acque dal 1989. Oltre agli acquari si può ammirare una collezione di reperti e strumenti che documentano la nascita dell’oceanografia.

Passeggiare per il centro storico di Monaco significa scoprire una zona quasi tutta pedonale, molto simile ai piccoli centri del sud della Francia. Curatissima, ricca di storia e di scorci affascinanti, la città vecchia di Monaco si stende ai piedi della “rocca”, dove sorge il Palazzo dei Principi, e accoglie i visitatori con viuzze, negozietti e pasticcerie dalle vetrine variopinte e invitanti, oltre a una serie di luoghi storici e monumenti. Da non perdere Place Saint Nicolas, la Cappella della Misericordia e la zona della Condamine, dove ogni mattina si tiene il colorato mercato delle erbe.

Da lì, una piacevole discesa porta alla zona del Porto Hercule, costeggiata da brasserie, ristorantini e negozi. Confinante con la Condamine si trova il quartiere dei Moneghetti, punteggiato di ville storiche, tanto verde e parchi giochi per i bambini. Si tratta di un’occasione preziosa per conoscere il volto tradizionale di Monaco e per sentire forse il dialetto monegasco, così simile ai dialetti liguri parlati a pochissimi km di distanza.

Il Palazzo dei Principi di Monaco

Arroccato al centro di Monaco, il Palazzo dei Principi domina il mare e il territorio dal 1191. La residenza ufficiale del Principe di Monaco sorge infatti sui resti di una fortezza genovese e dal 1297 è di proprietà della famiglia Grimaldi. La leggenda narra che il capo dei Guelfi Francesco Grimaldi, con il cugino Ranieri I, si infiltrò nel palazzo travestito da monaco, prendendo il potere e uccidendo le guardie della Repubblica di Genova.

Oggi il Palazzo e i suoi interni si visitano soltanto in estate. L’ingresso è dominato da una scalinata doppia del 1600 di marmo di Carrara e il percorso comprende una serie di stanze che ripercorrono le vicende del Principato, tra cui gli appartamenti di stato. Il Salone Louis XV in oro e giallo, le boiserie multicolore del Salone Mazzarino, i preziosi broccati che decorano la Sala Blu, la Sala del Trono, in stile Impero. Lungo il percorso fanno bella mostra affreschi, ritratti e pregiatissimi mobili del 1700.

Ogni mattina alle 11.55 nel cortile si tiene la cerimonia del cambio della guardia.

Inaugurato nel 1933, Il giardino esotico di Monaco raccoglie una grandissima varietà di piante succulente (grasse), che grazie alla diversa provenienza fioriscono in ogni momento dell’anno. Si potranno ammirare tra l’altro varie specie di agavi e cactus provenienti da Africa, Penisola Araba, Sud America, Messico, Stati Uniti.

Il giardino esotico si trova nel cuore di Monaco e regala una sosta nel verde, ma anche la possibilità di esplorare, con l’aiuto di speleologi esperti, una grotta di pietra calcarea che si eleva dal mare fino a 100 metri d’altezza, con cavità ricche di meraviglie del mondo sotterraneo come stalattiti e stalagmiti. I ritrovamenti di ossa animali testimoniano la presenza dell’uomo in questi luoghi fin dalla preistoria. Completa la visita il Museo d’Antropologia preistorica interno al giardino, che custodisce i reperti ritrovati nella grotta.

Il NMNM (Nuovo Museo Nazionale di Monaco) promuove e diffonde l’arte contemporanea, con una serie di mostre, collezioni permanenti ed eventi legati in particolare al patrimonio culturale del Principato di Monaco. Il Nuovo Museo Nazionale di Monaco ha due sedi d’eccezione: Villa Sauber e Villa Paloma, due ville storiche nel cuore della città, acquisite dallo stato e trasformate in museo. Gli 875mq espositivi di Villa Sauber sono dedicati al tema “Arte e spettacolo”, mentre Villa Paloma ospita la sezione “Arte e territorio”. Ogni anno il museo presenta almeno due mostre di artisti e designer contemporanei. Tra i nomi eccellenti delle mostre passate ci sono René Magritte, Claude Monet e William Turner.CoStretto tra la Francia e il Mediterraneo, a pochi passi dall’Italia, il Principato di Monaco ha subito l’influenza di due delle cucine più rinomate del mondo. Ma Monte Carlo è un posto esclusivo: gli ingredienti sono sempre di prima qualità, i ristoranti spesso stellati, il servizio eccellente e i prezzi di conseguenza.

Per questo, insieme ai piatti internazionali di altissimo livello, troverete il meglio di tutti i piatti tradizionali francesi e italiani: pesce e crostacei, pasta, pesto, ragù, crèpes suzettes, formaggi, insalata nizzarda, ostriche e dolci deliziosi. Eppure, i monegaschi sono affezionati a due o tre piatti, alcuni dei quali derivano da ricette tipiche di Ventimiglia e Imperia.

Primo fra tutti: il Barbagiuan. Si tratta di gustosi ravioli fatti in casa, farciti con zucca, ricotta, basilico e fritti. Sembra che il nome derivi dal ligure barba giuan, uno zio Giovanni, che le avrebbe inventate.

Lo Stocafi è invece merluzzo al pomodoro insaporito con aglio, olive nere, erbe aromatiche. Poi, anche a Monte Carlo c’è la pizza: si chiama Pissaladière ed è una focaccia insaporita con cipolle, acciughe pomodoro ed erbe come salvia, rosmarino e timo.

Per tradizione a Montecarlo si conclude il pasto con la Fougasse, panini dolci con aromi di arancia e anice, cosparsi con lamelle di mandorle, granella di zucchero e pinoli. I dolci si accompagnano con liquori a base d’anice o con a Mesccia, il liquore tipico.

Monte Carlo è la perla del Principato di Monaco. Arroccato sul Mar Ligure, distante solo un paio d’ore da Genova, è allo stesso tempo casa di una delle famiglie reali più importanti d’Europa, i Ranieri, meta del turismo di lusso e culla di magnifici capolavori storico-architettonici.

Dove dormire a Monte Carlo

L’offerta di hotel e altre strutture ricettive non è molto ampia (circa 27 hotel) ma sufficiente per rispondere alle esigenze dei viaggiatori. I costi sono mediamente elevati: per un hotel 3 stelle in centro si parte da 150 € salendo di molto per le strutture di categoria superiore.

Se invece state cercando un hotel a Monte Carlo, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono circa 30 hotel con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi.Vai a Booking.com

 

 

Turismo
La vita dei concierge a cinque stelle
La vita dei concierge a cinque stelle
Sono addestrati ad esaudire le richieste più strane, insolite e bizzarre. Il loro credo la soddisfazione del cliente, l’obiettivo: non pronunciare mai la parola impossibile. Perché tanto per loro, non esiste
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Unico modo per evitare code in agenzia e decisioni frettolose. Con il consulente si possono pianificare le attività più complicate e interessanti. Lo spiega Gianpaolo Romano di CartOrange in vista del Bit di Milano
La macchina della verità in aeroporto
La macchina della verità in aeroporto
Un sistema sofisticato che analizza i micromovimenti facciali: se si è considerati soggetti tranquilli via libera all’ingresso nella UE, altrimenti scattano esami più approfonditi
L’Antitrust blocca Ryanair
L’Antitrust blocca Ryanair
Sospesa la nuova norma che prevedeva un supplemento per il bagaglio a mano da cabina: “Induce in errore il consumatore”
Selfie-killer, muore coppia indiana
Selfie-killer, muore coppia indiana
E' accaduto nel parco di Yosemite in California. Un turista li ha fotografati un attimo prima di un volo di 245 metri nel vuoto. Le autorità Usa: "Cartelli no-selfie zone nei vista-point pericolosi
Il tempo dei voli no-stop
Il tempo dei voli no-stop
Una ventina di ore senza scalo per attraversare il pianeta: è l’ultima frontiera dell’aviazione civile, quella su cui stanno puntando tutte le compagnie aree
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Dagli spillatori in camera ai trattamenti della Spa, passando per visite e tour guidati: un albergo in cui ogni dettaglio è declinato alla birra
A Londra riaprono le stazioni fantasma
A Londra riaprono le stazioni fantasma
In via sperimentale, le stazioni meglio conservate della metropolitana saranno aperte al pubblico per due mesi. Un’occasione per visitare Londra da un posto di vista insolito e suggestivo
Foliage, la natura in technicolor
Foliage, la natura in technicolor
L’estate va in archivio, ma i motivi per un viaggio non mancano neanche in autunno. Magari alla scoperta di un fenomeno naturale fra i più suggestivi. Ecco una guida ai luoghi migliori
La Provenza e gli hotel da sogno
La Provenza e gli hotel da sogno
Scoprire l'incantevole Sud della Francia soggiornando nelle residenze da sogno della catena Relais&Chateau. Una guida per una regioni più incantevoli del mondo