Boom di prenotazioni aeree per la prossima estate

| Grazie all’effetto vaccino, la compagnia lowcost easyJet annuncia il +250% rispetto allo scorso anno. Aumentano le prenotazioni, malgrado le nuove varianti del virus spaventino ancora molto

+ Miei preferiti
È sicuramente presto perché l’arrivo del vaccino cambi in modo significativo la vita così come è diventata nell’ultimo anno, ma un effetto positivo già si registra. EasyJet, la compagnia aerea britannica low cost ha annunciato un improvviso aumento delle prenotazioni per le prossime vacanze estive. Il balzo, quantificato nel +250% rispetto allo scorso anno, accende le speranze per il mondo del turismo, fra i più colpiti dalla pandemia.

Tutto questo mentre l’inizio del 2021 ha coinciso con una nuova stretta sugli spostamenti imposta da diversi paesi europei, lo stesso che lo scorso anno ha costretto colossi come la stessa easyJet, British Airways, Virgin Atlantic e Norvegian ad annunciare migliaia di licenziamenti, tagli al personale e soppressione delle tratte meno redditizie.

“Siamo coscienti che esiste una domanda repressa, l’abbiamo visto accadere ogni volta che le restrizioni sono state allentate, e per questo sappiamo che la gente ha desiderio di andare in vacanza quanto prima possibile - ha raccontato alla “BBC” Johan Lundgren, ceo della compagnia low cost – per questo, siamo felici di scoprire che i nostri clienti stanno progettando le loro vacanze estive: al momento, maggio si è rivelato il mese più gettonato”.

Parte fondamentale del rilancio del settore dipende dalla velocità della campagna vaccinale, a cui easyJet si è detta pronta ad aumentare l’offerta di voli in parallelo con la fiducia dei passeggeri. A guastare il momento d’oro i timori per le nuove varianti del virus, che secondo sondaggi recenti hanno convinto tanti a posticipare ancora l’idea di un viaggio.

Turismo
Quando torneremo in vacanza?
Quando torneremo in vacanza?
Alcuni esperti in turismo intravedono la luce in fondo al tunnel: entro l’estate potrebbero riaprire i voli a corto raggio, mentre per quelli internazionali servirà più tempo. La normalità? Non prima del prossimo anno
I passaporti del cielo
I passaporti del cielo
Diverse compagnie aeree premono per la creazione di passaporti sanitari digitali che creino standard di viaggio. Al programma CommonPass hanno già aderito diverse compagnie e la IATA ha annunciato l’arrivo di una “app”
Cina: Tripadvisor è fuorilegge
Cina: Tripadvisor è fuorilegge
L’applicazione turistica più celebre bloccata insieme ad oltre 100, sono state appena bloccate dalla “Cyberspace Administration of China”. Un’operazione voluta da Pechino “per ripulire il web da contenuti osceni”
Il successo dei «voli verso il nulla»
Il successo dei «voli verso il nulla»
I posti del “flight to nowhere” dell’australiana Qantas sono andati esauriti in 10 minuti malgrado i prezzi. Tre ore di volo partendo e arrivando a Sydney sono il sintomo di un bisogno di normalità e del desiderio represso di viaggiare
Ibiza, la festa è finita
Ibiza, la festa è finita
La crisi della capitale assoluta del divertimento e degli eccessi, piegata in due da un turismo che quest’anno non si è visto
Voli nella bufera
Voli nella bufera
Passata la pandemia gli aerei torneranno a solcare i cieli numerosi come in passato o volare sarà di nuovo privilegio di pochi? Nessuno ha ancora la risposta, ma sono molti gli studiosi che la cercano
Seychelles, l’inferno di un paradiso
Seychelles, l’inferno di un paradiso
Il celebre arcipelago, meta turistica d’élite, da tempo deve vedersela con un livello di tossicodipendenza della popolazione da record. Un popolo vittima del turismo
Il volo senza scalo più lungo del mondo
Il volo senza scalo più lungo del mondo
19 ore e 16 minuti per coprire da New York a Sydney: è il record raggiunto dall’australiana “Qantas”, che conta di essere la prima compagnia ad avere in catalogo i maxivoli
Gli inglesi contro TripAdvisor
Gli inglesi contro TripAdvisor
La rivista dell’associazione dei consumatori inglese accusa il portale turistico più consultato al mondo di fuorviare le scelte di milioni di viaggiatori. Ma il colosso replica: controlliamo, verifichiamo e monitoriamo tutto
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Il colosso delle agenzie di viaggio inglesi stroncato dalla concorrenza low cost, dalle vacanze fai-da-te e dalla crisi europea. Nei guai anche molte aziende turistiche italiane. Piano per i rimborsi