Cina: Tripadvisor è fuorilegge

| L’applicazione turistica più celebre bloccata insieme ad oltre 100, sono state appena bloccate dalla “Cyberspace Administration of China”. Un’operazione voluta da Pechino “per ripulire il web da contenuti osceni”

+ Miei preferiti
È “TripAdvisor”, la celebre app di recensioni turistiche americana diffusa in tutto il mondo, la vittima più eccellente della campagna di “pulizia” voluta in queste ore da Pechino. Il colosso che offre recensioni di hotel, ristoranti e attrazioni di 30mila destinazioni al mondo, è stato rimosso per ordine della “Cyberspace Administration of China” insieme ad altre 105 applicazioni considerate “illegali”.

La maggior parte delle applicazioni è di proprietà di aziende cinesi, e non è ancora chiaro il motivo per cui Tripadvisor sia finito all’interno della campagna di repressione. Nessun commento, al momento, è giunto dall’azienda creata nel 2000 da Stephen Kauser, e neanche dal governo cinese, che si è limitato ad annunciare l’epurazione per quella che ha definito una “necessaria pulizia dei contenuti online”. Secondo le autorità, la campagna si sta svolgendo in conformità con diverse leggi cinesi e mira a cancellare attività illegali, oscenità, pornografia, prostituzione, violenza, frode e gioco d'azzardo. “La Cyberspace Administration continuerà a rafforzare la supervisione e l’ispezione dei servizi di informazione delle applicazioni mobili ritenute illegali, al fine di creare un cyberspazio pulito e accessibile a tutti”.

I social media americani come Facebook e Twitter sono stati a lungo bloccati nel Paese, mentre infuriava una guerra tecnologica fra Cina e Stati Uniti ancora in corso: di recente, l’amministrazione Trump ha minacciato di vietare l’applicazione video “TikTok” a meno che non fosse venduta dalla società madre cinese “ByteDance”.

La Cina è nota per l’adozione di una linea dura per limitare i contenuti online, senza badare alla popolarità. Nel 2018, a rimetterci era stata “Toutiao” – un’app di aggregazione di notizie che all'epoca era il più grande successo della ByteDance – eliminata dagli app store iOS e Android a causa di “contenuti pornografici e volgari” sui suoi feed. Il giorno dopo, Pechino ha ordinato alla ByteDance di chiudere definitivamente “Neihan Duanzi”, una piattaforma social in cui gli utenti erano liberi di condividere contenuti volgari. Nel corso dello stesso anno, la Cina ha bloccato l’applicazione e il sito web del gruppo alberghiero “Marriott” per una settimana: sulle sue piattaforme, Hong Kong e Macao erano indicati come “paesi” indipendenti, scatenando l’ira di Pechino.

Turismo
Quando torneremo in vacanza?
Quando torneremo in vacanza?
Alcuni esperti in turismo intravedono la luce in fondo al tunnel: entro l’estate potrebbero riaprire i voli a corto raggio, mentre per quelli internazionali servirà più tempo. La normalità? Non prima del prossimo anno
Boom di prenotazioni aeree per la prossima estate
Boom di prenotazioni aeree per la prossima estate
Grazie all’effetto vaccino, la compagnia lowcost easyJet annuncia il +250% rispetto allo scorso anno. Aumentano le prenotazioni, malgrado le nuove varianti del virus spaventino ancora molto
I passaporti del cielo
I passaporti del cielo
Diverse compagnie aeree premono per la creazione di passaporti sanitari digitali che creino standard di viaggio. Al programma CommonPass hanno già aderito diverse compagnie e la IATA ha annunciato l’arrivo di una “app”
Il successo dei «voli verso il nulla»
Il successo dei «voli verso il nulla»
I posti del “flight to nowhere” dell’australiana Qantas sono andati esauriti in 10 minuti malgrado i prezzi. Tre ore di volo partendo e arrivando a Sydney sono il sintomo di un bisogno di normalità e del desiderio represso di viaggiare
Ibiza, la festa è finita
Ibiza, la festa è finita
La crisi della capitale assoluta del divertimento e degli eccessi, piegata in due da un turismo che quest’anno non si è visto
Voli nella bufera
Voli nella bufera
Passata la pandemia gli aerei torneranno a solcare i cieli numerosi come in passato o volare sarà di nuovo privilegio di pochi? Nessuno ha ancora la risposta, ma sono molti gli studiosi che la cercano
Seychelles, l’inferno di un paradiso
Seychelles, l’inferno di un paradiso
Il celebre arcipelago, meta turistica d’élite, da tempo deve vedersela con un livello di tossicodipendenza della popolazione da record. Un popolo vittima del turismo
Il volo senza scalo più lungo del mondo
Il volo senza scalo più lungo del mondo
19 ore e 16 minuti per coprire da New York a Sydney: è il record raggiunto dall’australiana “Qantas”, che conta di essere la prima compagnia ad avere in catalogo i maxivoli
Gli inglesi contro TripAdvisor
Gli inglesi contro TripAdvisor
La rivista dell’associazione dei consumatori inglese accusa il portale turistico più consultato al mondo di fuorviare le scelte di milioni di viaggiatori. Ma il colosso replica: controlliamo, verifichiamo e monitoriamo tutto
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Il colosso delle agenzie di viaggio inglesi stroncato dalla concorrenza low cost, dalle vacanze fai-da-te e dalla crisi europea. Nei guai anche molte aziende turistiche italiane. Piano per i rimborsi