La vita dei concierge a cinque stelle

| Sono addestrati ad esaudire le richieste più strane, insolite e bizzarre. Il loro credo la soddisfazione del cliente, l’obiettivo: non pronunciare mai la parola impossibile. Perché tanto per loro, non esiste

+ Miei preferiti
Quando uno sceicco del Qatar ha chiesto a un concierge dell’hotel “Raffles Dubai” di consegnare un regalo alla moglie, lui ha annuito: “Certo, signore. Quale regalo?”. Una Rolls Royce Ghost ultimo modello, ha risposto lo sceicco. Da consegnare in Qatar entro il giorno dopo.

Era il 2012. Harold Abonitalla, ora concierge capo dell’Habtoor Palace di Dubai, la ricorda come la richiesta più impegnativa dei suoi 14 anni di carriera nel settore alberghiera d’alto livello. “Era un giovedì sera, e poiché il venerdì a Dubai è il giorno santo, la maggior parte dei negozi e dei servizi erano chiusi”. Pur di non scontentare lo sceicco, Harold corre allo showroom di Rolls Royce per ritirare la vettura. Restava un problema non da poco: come portare un’auto da 300.000 dollari a 650 km di distanza entro il giorno dopo. Attraverso una rete di contatti che rappresenta il vero tesoro di un concierge, trova un collega con uno zio che lavorava nel settore cargo: il meccanismo si mette in moto, e nel giro di pochi minuti era riuscito a trovare un aereo disposto a trasportare l’auto. “Le costerà all’incirca 350.000 dirham”, più o meno 95.000 dollari, precisa Abonitalla allo sceicco. “Non ho chiesto quanto costa, fallo e basta”, fu la risposta.

Andare oltre l’immaginabile pur di soddisfare la richiesta di un ospite è una qualità chiave di ogni membro di “Les Clefs d’Or”, associazione internazionale di concierges d’élite.

Si riconoscono dal simbolo: una una coppia di chiavi d’oro appuntate sul bavero della giacca che significa la certezza di trovarsi di fronte ad un professionista orgoglioso di non pronunciare mai la parola “impossibile”.

Ela Lanzanas, capo concierge del cinque stelle “Fairmont Dubai”, anche lui membro di “Les Clefs d’Or”, racconta che una volta ha dovuto trovare un hair stylist libanese, convincerlo a disdire tutti i suoi appuntamenti e noleggiare una barca per portarlo sullo yacht di un ospite per una crociera di tre giorni. “La cosa più importante per me è soddisfare una richiesta dell’ultimo istante e rendere felice l’ospite. La signora ad esempio era molto soddisfatta del modo in cui le sono stati fatti i capelli durante la sua crociera”.

“I concierges Clefs d’Or accoglieranno ogni richiesta degli Ospiti, purché sia morale, legale e umanamente possibile. I servizi resi coprono una vasta gamma, dal mondano allo straordinario, ma ogni richiesta viene soddisfatta con rigore, fino alla piena soddisfazione dell’Ospite”, si legge nella homepage del sito dell’associazione.

Dubai attira ogni anno 15,8 milioni di visitatori, e le aspettative degli ospiti sono altissimi. “Il lusso è nel sangue di Dubai - racconta Abey Sam, presidente di Les Clefs d’Or UAE - e come concierge, si tratta di fornire lusso allo stato puro”.

Una volta degli ospiti hanno consegnato a Sam un falcone di profumo privo di etichetta e quasi vuoto. L’avevano comprato a Dubai qualche anno prima, ma non riuscivano a ricordare dove. Abey Sam si mette in caccia, sentendo una per una le oltre 200 profumerie di Dubai, ma nessuna ricordava quel profumo. Così ha portato il flacone ad un produttore, che ha ricavato gli ingredienti e ricreato perfettamente il profumo nel giro di qualche ora. “Quando l’ho consegnato alla coppia di ospiti sono rimasti senza parole: avevano passato quattro giorni a cercarlo. Queste sono le sfide che ti trovi ad affrontare, e se sei un buon portiere puoi farcela, perché il denaro apre ogni porta e cancella ogni limite”.

Le peggiori richieste da soddisfare sono quelle di ospiti con budget più limitati: “Sono gli ospiti che usano Instagram e pianificano la visita nei dettagli prima dell’arrivo. Si sono documentati, sanno cosa aspettarsi e cercano di spremere il concierge per i suoi contatti, in modo da risparmiare tempo e denaro”.

L’aumento dei supporti tecnologici ha reso sempre più competitivo il ruolo del concierge: Google e Instagram rappresentano dei temibili concorrenti, ed è necessario non perdere mai le aperture più recenti di ristoranti e locali, le mostre e i luoghi più “cool” della città. “Dobbiamo essere più informati dell’ospite, è questo che ci rende più competitivi, più energici e più appassionati: essere certi di avere piena conoscenza del postolando”.

Al Renaissance Downtown Hotel di Dubai, i concierge sono conosciuti come “navigators”, veri esperti locali in grado di rivelare segreti e indirizzi che le guide turistiche non daranno mai. Secondo Cleatus George, il capo dei “navigators” dell’hotel, si tratta di “una risposta al cambiamento delle tendenze e alla possibilità di offrire gemme nascoste piuttosto che il solito percorso turistico. Gli ospiti cercano ancora il parere del concierge e vogliono raccomandazioni, ma si aspettano un servizio personale e - quando vedono le chiavi d’oro - sanno di poter ricevere qualcosa di eccezionale”.

Uno dei desideri più strani esauditi da George è stato rintracciare per una cliente del “Gyokuro Genmaicha”, un rarissimo tè verde giapponese di riso integrale che costa circa 16 dollari all’etto. “Era entusiasta, mi ha detto che cercava disperatamente il tè da 4-5 mesi e non riusciva a trovarlo da nessuna parte”.

Le Clefs d’Or, che si estende su 80 paesi e conta circa 4.000 membri, ammette candidature accompagnate da almeno due lettere di referenze, un’esperienza di cinque anni nella loge e almeno due come concierge. “Valutiamo l’esperienza, l’abilità e l’attitudine - assicura Sam - ma anche la passione e la pazienza, necessaria per affrontare le sfide e le richieste degli ospiti”.

Ma una volta arrivati lì, le ricompense valgono la pena. Si ottiene l’accesso alla rete internazionale di concierges, con una lista infinita di contatti per aiutare a soddisfare le richieste più strane, e si guadagna il massimo rispetto. Sam ha ricevuto le chiavi nel 2010: “Cambia tutto: è la prima cosa che i clienti guardano, e questo però ti garantisce più rispetto: diventi il loro migliore amico e la migliore testimonianza dell’efficienza di un hotel”.

Galleria fotografica
La vita dei concierge a cinque stelle - immagine 1
La vita dei concierge a cinque stelle - immagine 2
La vita dei concierge a cinque stelle - immagine 3
Turismo
Gli inglesi contro TripAdvisor
Gli inglesi contro TripAdvisor
La rivista dell’associazione dei consumatori inglese accusa il portale turistico più consultato al mondo di fuorviare le scelte di milioni di viaggiatori. Ma il colosso replica: controlliamo, verifichiamo e monitoriamo tutto
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Il colosso delle agenzie di viaggio inglesi stroncato dalla concorrenza low cost, dalle vacanze fai-da-te e dalla crisi europea. Nei guai anche molte aziende turistiche italiane. Piano per i rimborsi
UK: sesso, alcol e violenza sulle navi da crociera
UK: sesso, alcol e violenza sulle navi da crociera
Un’inchiesta di un quotidiano inglese apre una finestra sulle crociere all-inclusive più a buon mercato, dove scorrono fiumi di alcol e la droga è ovunque. Risse e sangue sono all’ordine del giorno
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Unico modo per evitare code in agenzia e decisioni frettolose. Con il consulente si possono pianificare le attività più complicate e interessanti. Lo spiega Gianpaolo Romano di CartOrange in vista del Bit di Milano
La macchina della verità in aeroporto
La macchina della verità in aeroporto
Un sistema sofisticato che analizza i micromovimenti facciali: se si è considerati soggetti tranquilli via libera all’ingresso nella UE, altrimenti scattano esami più approfonditi
L’Antitrust blocca Ryanair
L’Antitrust blocca Ryanair
Sospesa la nuova norma che prevedeva un supplemento per il bagaglio a mano da cabina: “Induce in errore il consumatore”
Selfie-killer, muore coppia indiana
Selfie-killer, muore coppia indiana
E' accaduto nel parco di Yosemite in California. Un turista li ha fotografati un attimo prima di un volo di 245 metri nel vuoto. Le autorità Usa: "Cartelli no-selfie zone nei vista-point pericolosi
Il tempo dei voli no-stop
Il tempo dei voli no-stop
Una ventina di ore senza scalo per attraversare il pianeta: è l’ultima frontiera dell’aviazione civile, quella su cui stanno puntando tutte le compagnie aree
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Nasce il primo birra-hotel del mondo
Dagli spillatori in camera ai trattamenti della Spa, passando per visite e tour guidati: un albergo in cui ogni dettaglio è declinato alla birra
A Londra riaprono le stazioni fantasma
A Londra riaprono le stazioni fantasma
In via sperimentale, le stazioni meglio conservate della metropolitana saranno aperte al pubblico per due mesi. Un’occasione per visitare Londra da un posto di vista insolito e suggestivo