Seychelles, l’inferno di un paradiso

| Il celebre arcipelago, meta turistica d’élite, da tempo deve vedersela con un livello di tossicodipendenza della popolazione da record. Un popolo vittima del turismo

+ Miei preferiti
Le spiagge bianche, le palme, i tramonti rosso fuoco, il blu intenso dell’Oceano Indiano e le stelle dall’Equatore, che sembrano così vicine da poterle toccare. Le 115 isole delle Seychelles sono uno degli ultimi paradisi terrestri, un patrimonio protetto dall’Unesco che ogni anno attira 350mila turisti. Gente che arriva, prende il sole, scatta foto fra i pesci della barriera corallina, compra souvenir e riparte con gli occhi pieni di azzurro, ma senza quasi mai sapere che alle spalle si è lasciato un inferno.

La realtà dei 95mila abitanti delle Seychelles è ben diversa: sono uno dei paesi al mondo con il più alto tasso di dipendenza da eroina. Ne fa uso il 10% della popolazione, giovani e anziani, riforniti in modo massiccio da carichi che partono dall’Afghanistan e passano attraverso l’Africa per approdare indisturbate in una delle 115 isole dell’arcipelago, troppe per essere controllate una per una. Una diffusione preoccupante, accompagnata da un numero di decessi in crescita esponenziale, da aver convinto lo stato centrale a depenalizzare i tossicodipendenti, trattandoli come malati cronici seguiti attraverso programmi obbligatori di recupero. Una reazione che insieme alla distribuzione di metadone sembrava aver avuto la meglio, ma la reazione dei narcotrafficanti è stata immediata, con il drastico abbassamento dei prezzi: dalle 100 rupie (70 dollari) di un tempo si è arrivati a 30, poco più di due dollari. E la preoccupazione aumenta con l’arrivo delle droghe sintetiche che stanno invadendo anche il resto pianeta, contro cui il metadone non basta più.

A ridurre così una popolazione intera, secondo una recente inchiesta della BBC, è l’esatto motivo che al contrario avrebbe dovuto regalare al paese ricchezza e tranquillità: il turismo. Una fortuna che nel tempo si è trasformata in una condanna a vita, perché le esistenze, le abitudini, gli orari e i tempi di chi ci vive sono stati costretti a piegarsi a quelli delle migliaia di persone che sbarcano a Mahé e si aspettano ciò che i depliant turistici promettono. Risultato: sogni e aspirazioni svanite per lasciare posto a frustrazioni, depressioni e senso di inutilità in cui eroina e cocaina sembrano l’unica via d’uscita per sopportare e andare avanti.

“Sono i giovani il problema maggiore: non studiano, non lavorano, non hanno interessi. Di giorno girano per le spiagge dei resort per vendere noci di cocco, di notte si infilano negli alloggi e negli appartamenti per svuotarli -racconta un tassista agli inviati della BBC – hanno imparato che i turisti pagano senza fiatare 60 dollari per 20 km in taxi o 10 dollari per una noce di cocco: a che serve studiare e perdere tempo?”.

Turismo
Voli nella bufera
Voli nella bufera
Passata la pandemia gli aerei torneranno a solcare i cieli numerosi come in passato o volare sarà di nuovo privilegio di pochi? Nessuno ha ancora la risposta, ma sono molti gli studiosi che la cercano
Il volo senza scalo più lungo del mondo
Il volo senza scalo più lungo del mondo
19 ore e 16 minuti per coprire da New York a Sydney: è il record raggiunto dall’australiana “Qantas”, che conta di essere la prima compagnia ad avere in catalogo i maxivoli
Gli inglesi contro TripAdvisor
Gli inglesi contro TripAdvisor
La rivista dell’associazione dei consumatori inglese accusa il portale turistico più consultato al mondo di fuorviare le scelte di milioni di viaggiatori. Ma il colosso replica: controlliamo, verifichiamo e monitoriamo tutto
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Fallisce Superbreak, saltano le vacanze per migliaia di turisti
Il colosso delle agenzie di viaggio inglesi stroncato dalla concorrenza low cost, dalle vacanze fai-da-te e dalla crisi europea. Nei guai anche molte aziende turistiche italiane. Piano per i rimborsi
UK: sesso, alcol e violenza sulle navi da crociera
UK: sesso, alcol e violenza sulle navi da crociera
Un’inchiesta di un quotidiano inglese apre una finestra sulle crociere all-inclusive più a buon mercato, dove scorrono fiumi di alcol e la droga è ovunque. Risse e sangue sono all’ordine del giorno
La vita dei concierge a cinque stelle
La vita dei concierge a cinque stelle
Sono addestrati ad esaudire le richieste più strane, insolite e bizzarre. Il loro credo la soddisfazione del cliente, l’obiettivo: non pronunciare mai la parola impossibile. Perché tanto per loro, non esiste
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Agente di viaggio a domicilio, è boom
Unico modo per evitare code in agenzia e decisioni frettolose. Con il consulente si possono pianificare le attività più complicate e interessanti. Lo spiega Gianpaolo Romano di CartOrange in vista del Bit di Milano
La macchina della verità in aeroporto
La macchina della verità in aeroporto
Un sistema sofisticato che analizza i micromovimenti facciali: se si è considerati soggetti tranquilli via libera all’ingresso nella UE, altrimenti scattano esami più approfonditi
L’Antitrust blocca Ryanair
L’Antitrust blocca Ryanair
Sospesa la nuova norma che prevedeva un supplemento per il bagaglio a mano da cabina: “Induce in errore il consumatore”
Selfie-killer, muore coppia indiana
Selfie-killer, muore coppia indiana
E' accaduto nel parco di Yosemite in California. Un turista li ha fotografati un attimo prima di un volo di 245 metri nel vuoto. Le autorità Usa: "Cartelli no-selfie zone nei vista-point pericolosi