La confessione shock di un’infermiera

| In 12 anni di carriera presso il reparto neonatale di un ospedale dello Zambia, la donna ha camnbiato di posto ad almeno 5000 neonati. La confessione sul punto di morte

+ Miei preferiti
Elizabeth, l’hanno chiamata così anche se probabilmente si tratta di un nome di fantasia, per più di 10 anni ha lavorato come infermiera nel reparto neonatale dell’University Teaching Hospital di Lusaka, nello Zambia. Ma ora è malata di cancro allo stadio terminale, e intuendo di essere arrivata alla fine della sua esistenza, ha deciso di togliersi un peso dalla coscienza, raccontando una verità incredibile, accompagnata da un appello: “Chi è nato fra il 1983 ed il 1995 verifichi la propria identità attraverso l’esame del Dna”.

Per lungo tempo, Elizabeth ha scambiato i neonati nelle culle per puro divertimento: “Non so perché lo facessi, mi divertiva pensare che potevo cambiare il destino a ognuno di loro. Era un gioco perverso, poi sulla mia strada ho trovato Dio e sono rinata al punto da non volermi tenere dentro più nulla: in 12 anni, penso di aver scambiato di posto almeno 5mila neonati. Chiedo a Dio di perdonarmi e faccio lo stesso con gli zambiani, perché so di aver fatto del male a bambini innocenti e incapaci di difendersi. Ho fatto allattare a tante mamme figli che non erano loro e so di aver anche provocato il divorzio di diverse coppie che dopo la nascita del piccolo e l’esame del Dna hanno pensato a un tradimento”.

Africa
Silvia a Natale era ancora viva
Silvia a Natale era ancora viva
Vertice italo-keniota a Nairobi sulle sorti della cooperante italiana rapita il 22 novembre. Arrestati i primi rapitori, presto il processo. Ma avrebbero ceduto la giovane ad altre bande. Forse terroristi islamici
Se la vagina della madre del presidente quel giorno l'avesse affogato...
Se la vagina della madre del presidente quel giorno l
Bottiglie di plastica per pagare le rette scolastiche
Bottiglie di plastica per pagare le rette scolastiche
Le madri le raccolgono nelle sterminate discariche a di Lagos, Nigeria. La plastica viene poi riciclata. Un progetto che tutela il diritto allo studio e l'ambiente. già coinvolte un migliaia di famiglie
La vendetta contro una banda di pedofili
La vendetta contro una banda di pedofili
A Johannesburg, in Sudafrica, la folla inferocita ha preso d’assalto una gang che aveva appena violentato due ragazzine. Uno dei balordi è stato ucciso in modo atroce
Uccidere leoni prigionieri, l'ultima moda
Uccidere leoni prigionieri, l
Hanno scatenato rabbia e indignazione le foto del manager inglese Alex Gloss in casa con leoni appena uccisi in aree recintate. I falsi safari costano somme ingenti. Animali uccisi dai cinesi in nome della "medicina tradizionale"
Si libera del suo bimbo gettandolo nello scarico del bagno di un aereo
Si libera del suo bimbo gettandolo nello scarico del bagno di un aereo
Indagini su un atroce episodio in Sudafrica. L'addetta alle pulizie di un Boeing della Flysafair s'è accorta che la toilette era intasata da un neonato morto. Volo sospeso e scuse della compagnia. Inchiesta, caccia alla madre assassina
Bikers assassini, strage in Mali
Bikers assassini, strage in Mali
Un centinaio di armati in moto fa irruzione nei villaggi e fa strage di civili: 41 morti in due raid. Vittime di etnia Dogon. E' in atto un conflitto etnico che ha già provocato centinaia di morti tra opposte fazioni. Governo impotente
1860: negli Usa in catene sulle navi
ma oggi gli africani vogliono l'America
1860: negli Usa in catene sulle navi<br>ma oggi gli africani vogliono l
Viene trovata l'ultima nave negriera affondata in Alabama nel 1860. Trasportava 110 africani strappati alla loro terra. Oggi, dagli stessi confini, centinaia migranti da Congo e Angola attraversano i confini del Sud per vivere in USA
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
La bomba che ha ferito 17 turisti sudafricani alle Piramidi del Cairo riaccende le preoccupazioni delle autorità per il turismo, voce fondamentale nell’economia egiziana
Silvia sparita: 'Rompiamo il silenzio'
Silvia sparita:
Da sei mesi nessuna notizia di Silvia Romano, la 22enne rapita in Kenya il 20 novembre. Appello a Quirinale e istituzioni. Mistero anche su Luca Tacchetto, Edith Blais e padre Gigi Maccalli, sparti nel Bourkina Faso