La confessione shock di un’infermiera

| In 12 anni di carriera presso il reparto neonatale di un ospedale dello Zambia, la donna ha camnbiato di posto ad almeno 5000 neonati. La confessione sul punto di morte

+ Miei preferiti
Elizabeth, l’hanno chiamata così anche se probabilmente si tratta di un nome di fantasia, per più di 10 anni ha lavorato come infermiera nel reparto neonatale dell’University Teaching Hospital di Lusaka, nello Zambia. Ma ora è malata di cancro allo stadio terminale, e intuendo di essere arrivata alla fine della sua esistenza, ha deciso di togliersi un peso dalla coscienza, raccontando una verità incredibile, accompagnata da un appello: “Chi è nato fra il 1983 ed il 1995 verifichi la propria identità attraverso l’esame del Dna”.

Per lungo tempo, Elizabeth ha scambiato i neonati nelle culle per puro divertimento: “Non so perché lo facessi, mi divertiva pensare che potevo cambiare il destino a ognuno di loro. Era un gioco perverso, poi sulla mia strada ho trovato Dio e sono rinata al punto da non volermi tenere dentro più nulla: in 12 anni, penso di aver scambiato di posto almeno 5mila neonati. Chiedo a Dio di perdonarmi e faccio lo stesso con gli zambiani, perché so di aver fatto del male a bambini innocenti e incapaci di difendersi. Ho fatto allattare a tante mamme figli che non erano loro e so di aver anche provocato il divorzio di diverse coppie che dopo la nascita del piccolo e l’esame del Dna hanno pensato a un tradimento”.

Africa
Libia, un popolo in attesa di imbarco
Libia, un popolo in attesa di imbarco
È guerra di cifre, a volte usate in modo allarmistico, sui libici che sarebbero pronti a imbarcarsi per l’Italia. Salvini ribadisce la chiusura dei pori, ma se l’Onu riconoscesse il conflitto rifiutarli sarebbe difficile
Silvia è viva, trattative in corso
Silvia è viva, trattative in corso
I carabinieri dei Ros sono volati a Nairobi e hanno avuto accesso al fascicolo di indagine: la volontaria milanese sarebbe viva, ancora nascosta in una foresta
Bracconiere ucciso e sbranato
Bracconiere ucciso e sbranato
Secondo i ranger del Kruger Park, in Sudafrica, l’uomo sarebbe stato attaccato da un elefante e finito dai leoni. La lotta impari contro i bracconieri che stanno decimando i rinoceronti per rubare i corni
Silvia Romano, quattro mesi di silenzi
Silvia Romano, quattro mesi di silenzi
Dal 20 novembre dello scorso anno, la cooperante marchigiana è scomparsa nel nulla. Sembrava un caso destinato a risolversi in fretta, e invece di lei non si sa più nulla da tempo
Ciclone Idai, ecatombe in Africa
Ciclone Idai, ecatombe in Africa
Per il presidente del Mozambico le vittime potrebbero essere oltre 1000. Tre paesi in ginocchio, rischio di epidemie, vie di comunicazioni interrotte
OTTO ITALIANI MORTI SUL BOEING ETIOPE
OTTO ITALIANI MORTI SUL BOEING ETIOPE
E' precipitato dopo il decollo da Addis Abeba, era diretto a Nairobi. Tutti morti i 157 passeggeri, 33 erano stranieri. La Farnesina conferma la presenza di italiani: i primi nomi. Il report di Al Jazeera
Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso
Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso
Padre Antonio, 72 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco: l’ex colonia francese, in preda a bande armate e jihadisti, dallo scorso dicembre ha come inghiottito Luca Tacchetto e la sua fidanzata Edith Blais
Denunciava calcio-scandali, reporter ucciso
Denunciava calcio-scandali, reporter ucciso
Il giornalista ghanese Ahmed Hussein-Suale vittima di un agguato davanti a casa ad Accra. Due killer in moto lo hanno ucciso: da tempo era minacciato di morte. Un parlamentare aveva promesso soldi a chi lo avesse aggredito
Cingo, Tshisekedi junior nuovo presidente
Cingo, Tshisekedi junior nuovo presidente
Vince il leader dell'opposizione ma gli osservatori e la Chiesa Cattolica contestano i risultati. Il vincitore sarebbe un altro candidato ma anche il partito al governo denuncia brogli. Il ritratto
"Mia sorella felice del viaggio, poi è sparita"
"Mia sorella felice del viaggio, poi è sparita"
Melanie Blais, sorella di Edith svanita nel nulla con il fidanzato Luca Tocchetto il 15 dicembre nel Burkina Faso, ha mobilitato il governo canadese perché intensifichi le ricerche. Fatale la visita a un parco naturale? Le ultime foto