Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso

| Padre Antonio, 72 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco: l’ex colonia francese, in preda a bande armate e jihadisti, dallo scorso dicembre ha come inghiottito Luca Tacchetto e la sua fidanzata Edith Blais

+ Miei preferiti
Tre colpi di pistola a poca distanza dalla comunità di Ougadougu, in Burkina Faso: è morto così Padre Antonio César Fernández, 72 anni, missionario salesiano di origine spagnola che aveva scelto di vivere nel martoriato Paese africano fin dagli anni Ottanta. All’attracco mortale, secondo le forze di sicurezza locali, avrebbero preso parte una ventina di jihdisti, in un agguato avvenuto sulla strada che riportava padre Padre Antonio al suo villaggio da Lomé, in Togo, dove aveva partecipato ad una riunione: illesi i due confratelli che viaggiavano insieme a lui. Antonio César Fernández era nato a Pozoblando, in Spagna, nel 1946: è il primo sacerdote ucciso nel 2019.

La notizia riaccende l’attenzione sul Burkina Faso, ex colonia francese dove la violenza jihadista dilaga senza controllo, al punto da far dichiarare al governo lo stato di emergenza per numerose province. Pochi giorni fa, l’African Center for Strategic Studies ha rivelato che nel 2018 il numero delle vittime per atti terroristici nella zona del Sahel, è stato di 1.082, il doppio dell’anno precedente. Il Foreign Office britannico, sul suo sito, è stato molto chiaro riguardo alla pericolosità del Burkina Faso: “Chiunque sia presente nel paese per turismo, attività umanitarie, giornalismo o affari, è visto come un potenziale obiettivo per sequestri a scopo terroristico o di riscatto. Qualsiasi precauzione possa venire messa in atto, non riuscirà a mitigare questo altissimo rischio”. Dello stesso tenore la Farnesina: “Si sconsigliano viaggi a qualsiasi titolo nel Burkina Faso”. I sequestri di persona, come gli omicidi, sono all’ordine del giorno: nel gennaio scorso è stato rapito e giustiziato Kirk Woodman, un ingegnere canadese responsabile delle miniere bourkinabè e vicepresidente della “Progress Minerals”. Nelle mani di terroristi o bande armate restano tutt’oggi Kenneth Elliot, medico australiano sequestrato nel 2016, e l’italiano Luca Tacchetto, scomparso a metà dello scorso dicembre insieme alla fidanzata canadese Edith Blais. Sul caso dei due giovani, il primo ministro Trudeau aveva affermato di aver avuto notizia che la ragazza fosse viva, ma un altro mese di silenzio è trascorso senza nessuna novità di rilievo.

Galleria fotografica
Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso - immagine 1
Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso - immagine 2
Missionario spagnolo ucciso in Burkina Faso - immagine 3
Africa
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
La bomba che ha ferito 17 turisti sudafricani alle Piramidi del Cairo riaccende le preoccupazioni delle autorità per il turismo, voce fondamentale nell’economia egiziana
Silvia sparita: 'Rompiamo il silenzio'
Silvia sparita:
Da sei mesi nessuna notizia di Silvia Romano, la 22enne rapita in Kenya il 20 novembre. Appello a Quirinale e istituzioni. Mistero anche su Luca Tacchetto, Edith Blais e padre Gigi Maccalli, sparti nel Bourkina Faso
Silvia prigioniera nella giungla
Silvia prigioniera nella giungla
La cooperante milanese, secondo la polizia keniota, sarebbe ancora nell'area del Tana River. Appello alle tribù: "Aiutateci a salvarla". E' stata rapita il 20 novembre, da allora solo silenzio
Libia, un popolo in attesa di imbarco
Libia, un popolo in attesa di imbarco
È guerra di cifre, a volte usate in modo allarmistico, sui libici che sarebbero pronti a imbarcarsi per l’Italia. Salvini ribadisce la chiusura dei pori, ma se l’Onu riconoscesse il conflitto rifiutarli sarebbe difficile
Silvia è viva, trattative in corso
Silvia è viva, trattative in corso
I carabinieri dei Ros sono volati a Nairobi e hanno avuto accesso al fascicolo di indagine: la volontaria milanese sarebbe viva, ancora nascosta in una foresta
La confessione shock di un’infermiera
La confessione shock di un’infermiera
In 12 anni di carriera presso il reparto neonatale di un ospedale dello Zambia, la donna ha camnbiato di posto ad almeno 5000 neonati. La confessione sul punto di morte
Bracconiere ucciso e sbranato
Bracconiere ucciso e sbranato
Secondo i ranger del Kruger Park, in Sudafrica, l’uomo sarebbe stato attaccato da un elefante e finito dai leoni. La lotta impari contro i bracconieri che stanno decimando i rinoceronti per rubare i corni
Silvia Romano, quattro mesi di silenzi
Silvia Romano, quattro mesi di silenzi
Dal 20 novembre dello scorso anno, la cooperante marchigiana è scomparsa nel nulla. Sembrava un caso destinato a risolversi in fretta, e invece di lei non si sa più nulla da tempo
Ciclone Idai, ecatombe in Africa
Ciclone Idai, ecatombe in Africa
Per il presidente del Mozambico le vittime potrebbero essere oltre 1000. Tre paesi in ginocchio, rischio di epidemie, vie di comunicazioni interrotte
OTTO ITALIANI MORTI SUL BOEING ETIOPE
OTTO ITALIANI MORTI SUL BOEING ETIOPE
E' precipitato dopo il decollo da Addis Abeba, era diretto a Nairobi. Tutti morti i 157 passeggeri, 33 erano stranieri. La Farnesina conferma la presenza di italiani: i primi nomi. Il report di Al Jazeera