Se la vagina della madre del presidente quel giorno l'avesse affogato...

|

+ Miei preferiti

Una nota femminista e scrittrice ugandese è finita in carcere perchè, in una poesia, si rivolge alla vagina della madre del presidente, rammaricandosi del parto. Così Stella Nyanzi, da una cella, si appresta a difendersi davanti ad una corte giudiziaria. Indossando il tradizionale kitenge africano, rossetto rosso e un sorriso ironico, la scrittrice ha fatto capire di non avere una gran fiducia nei giudici. L’accademica, nella prigione femminile di Luzira per otto mesi, è sotto processo dopo che il governo l'ha accusata di "molestie informatiche e comunicazione offensiva" per aver scritto e pubblicato la poesia incriminata su Facebook.

La composizione, diffusa lo scorso settembre, usa una descrizione grafica della nascita del presidente ugandese e della vagina di sua madre per criticare la sua "oppressione, soppressione e repressione" del paese che governa da oltre 30 anni.

All'inizio di giugno, l'equipe legale di Nyanzi ha dichiarato al tribunale di Buganda Road Chief Magistrate Court che la loro assistita non aveva nulla di cui difendersi e ha insistito per il suo immediato rilascio. Ma la sentenza ha stabiloito il contrario, ed è rimasta in prigione. Nyanzi ha chiesto al tribunale di convocare 20 testimoni della difesa, tra cui lo stesso presidente Yoweri Museveni.

Nyanzi è conosciuta negli ambienti accademici e femministi africani da decenni, ma la sua poesia provocatoria sul presidente l'ha resa celebre in Uganda. "Yoweri, dicono che ieri era il tuo compleanno. Che giorno orribilmente canceroso", recita parte della poesia. ”Vorrei che la figa di Esiteri [la madre di Museveni] ti avesse affogato a morte / ti avesse affondato e ucciso i sogni e le aspirazioni di milioni di giovani che languono nel profondo mare di massiccia disoccupazione e lavori miseri in Uganda".

Mentre il linguaggio e le immagini nella poesia di Nyanzi possono sembrare scioccanti, lei si difende, spiega il Guardian, affermando che la "maleducazione è l'unica opzione possibile. La gentilezza è stata rubata, è stata tenuta prigioniera, e nessuno ascolta più. Così a volte tutto quello che hai da dire è 'f*** it!. A quel punto la gente ti ascolterà e ti prenderà sul serio”.

La "radicale maleducazione", che in Uganda è iniziata come una forma inedita di dissenso anti-coloniale, chiama i potenti a rendere conto del loro operato attraverso insulti pubblici, tipo il "vaffaday" di Grillo che oggi però gli si è ritorto contro. Nell'ultimo anno, altre due donne sono state arrestate per aver usato una retorica altrettanto sboccata per criticare il governo, e una per aver minacciato di colpire il Presidente ai genitali. Le donne, che protestavano per l'arresto del musicista diventato politico Bobi Wine, hanno entrambi ritirato i loro commenti.

 
Africa
Epidemia Ebola, emergenza mondiale
Epidemia Ebola, emergenza mondiale
Si estende il focolaio nel Congo, frontiere prossime alla chiusura. Contaminato un pastore evangelico a Goma. Centinaia di casi, l'Onu lancia l'allarme globale
Silvia a Natale era ancora viva
Silvia a Natale era ancora viva
Vertice italo-keniota a Nairobi sulle sorti della cooperante italiana rapita il 22 novembre. Arrestati i primi rapitori, presto il processo. Ma avrebbero ceduto la giovane ad altre bande. Forse terroristi islamici
Bottiglie di plastica per pagare le rette scolastiche
Bottiglie di plastica per pagare le rette scolastiche
Le madri le raccolgono nelle sterminate discariche a di Lagos, Nigeria. La plastica viene poi riciclata. Un progetto che tutela il diritto allo studio e l'ambiente. già coinvolte un migliaia di famiglie
La vendetta contro una banda di pedofili
La vendetta contro una banda di pedofili
A Johannesburg, in Sudafrica, la folla inferocita ha preso d’assalto una gang che aveva appena violentato due ragazzine. Uno dei balordi è stato ucciso in modo atroce
Uccidere leoni prigionieri, l'ultima moda
Uccidere leoni prigionieri, l
Hanno scatenato rabbia e indignazione le foto del manager inglese Alex Gloss in casa con leoni appena uccisi in aree recintate. I falsi safari costano somme ingenti. Animali uccisi dai cinesi in nome della "medicina tradizionale"
Si libera del suo bimbo gettandolo nello scarico del bagno di un aereo
Si libera del suo bimbo gettandolo nello scarico del bagno di un aereo
Indagini su un atroce episodio in Sudafrica. L'addetta alle pulizie di un Boeing della Flysafair s'è accorta che la toilette era intasata da un neonato morto. Volo sospeso e scuse della compagnia. Inchiesta, caccia alla madre assassina
Bikers assassini, strage in Mali
Bikers assassini, strage in Mali
Un centinaio di armati in moto fa irruzione nei villaggi e fa strage di civili: 41 morti in due raid. Vittime di etnia Dogon. E' in atto un conflitto etnico che ha già provocato centinaia di morti tra opposte fazioni. Governo impotente
1860: negli Usa in catene sulle navi
ma oggi gli africani vogliono l'America
1860: negli Usa in catene sulle navi<br>ma oggi gli africani vogliono l
Viene trovata l'ultima nave negriera affondata in Alabama nel 1860. Trasportava 110 africani strappati alla loro terra. Oggi, dagli stessi confini, centinaia migranti da Congo e Angola attraversano i confini del Sud per vivere in USA
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
Attentato in Egitto, si teme per il turismo
La bomba che ha ferito 17 turisti sudafricani alle Piramidi del Cairo riaccende le preoccupazioni delle autorità per il turismo, voce fondamentale nell’economia egiziana
Silvia sparita: 'Rompiamo il silenzio'
Silvia sparita:
Da sei mesi nessuna notizia di Silvia Romano, la 22enne rapita in Kenya il 20 novembre. Appello a Quirinale e istituzioni. Mistero anche su Luca Tacchetto, Edith Blais e padre Gigi Maccalli, sparti nel Bourkina Faso