Se la vagina della madre del presidente quel giorno l'avesse affogato...

|

+ Miei preferiti

Una nota femminista e scrittrice ugandese è finita in carcere perchè, in una poesia, si rivolge alla vagina della madre del presidente, rammaricandosi del parto. Così Stella Nyanzi, da una cella, si appresta a difendersi davanti ad una corte giudiziaria. Indossando il tradizionale kitenge africano, rossetto rosso e un sorriso ironico, la scrittrice ha fatto capire di non avere una gran fiducia nei giudici. L’accademica, nella prigione femminile di Luzira per otto mesi, è sotto processo dopo che il governo l'ha accusata di "molestie informatiche e comunicazione offensiva" per aver scritto e pubblicato la poesia incriminata su Facebook.

La composizione, diffusa lo scorso settembre, usa una descrizione grafica della nascita del presidente ugandese e della vagina di sua madre per criticare la sua "oppressione, soppressione e repressione" del paese che governa da oltre 30 anni.

All'inizio di giugno, l'equipe legale di Nyanzi ha dichiarato al tribunale di Buganda Road Chief Magistrate Court che la loro assistita non aveva nulla di cui difendersi e ha insistito per il suo immediato rilascio. Ma la sentenza ha stabiloito il contrario, ed è rimasta in prigione. Nyanzi ha chiesto al tribunale di convocare 20 testimoni della difesa, tra cui lo stesso presidente Yoweri Museveni.

Nyanzi è conosciuta negli ambienti accademici e femministi africani da decenni, ma la sua poesia provocatoria sul presidente l'ha resa celebre in Uganda. "Yoweri, dicono che ieri era il tuo compleanno. Che giorno orribilmente canceroso", recita parte della poesia. ”Vorrei che la figa di Esiteri [la madre di Museveni] ti avesse affogato a morte / ti avesse affondato e ucciso i sogni e le aspirazioni di milioni di giovani che languono nel profondo mare di massiccia disoccupazione e lavori miseri in Uganda".

Mentre il linguaggio e le immagini nella poesia di Nyanzi possono sembrare scioccanti, lei si difende, spiega il Guardian, affermando che la "maleducazione è l'unica opzione possibile. La gentilezza è stata rubata, è stata tenuta prigioniera, e nessuno ascolta più. Così a volte tutto quello che hai da dire è 'f*** it!. A quel punto la gente ti ascolterà e ti prenderà sul serio”.

La "radicale maleducazione", che in Uganda è iniziata come una forma inedita di dissenso anti-coloniale, chiama i potenti a rendere conto del loro operato attraverso insulti pubblici, tipo il "vaffaday" di Grillo che oggi però gli si è ritorto contro. Nell'ultimo anno, altre due donne sono state arrestate per aver usato una retorica altrettanto sboccata per criticare il governo, e una per aver minacciato di colpire il Presidente ai genitali. Le donne, che protestavano per l'arresto del musicista diventato politico Bobi Wine, hanno entrambi ritirato i loro commenti.

 
Africa
Congo, 4.000 morti di morbillo
Congo, 4.000 morti di morbillo
Una delle più devastanti epidemie del mondo è in corso nel paese africano: l’Unicef in campo per vaccinare quanti più bimbi sia possibile, le principali vittime del contagio
Scandalo sessuale nelle università africane
Scandalo sessuale nelle università africane
La giornalista della BBC Kiki Mordi ha indagato sotto copertura per un anno, svelando il sistema di ricatti del corpo docente, che chiede sesso in cambio di bei voti
Dal terrorismo ai barconi
Dal terrorismo ai barconi
Anche nelle nazioni africane dove il jihadismo non è mai stato presente, negli ultimi anni la situazione è sensibilmente peggiorata. Solo la cooperazione internazionale permetterà di evitare attentati e salvare vite umane
Congo e ora Uganda: il virus Ebola dilaga in Africa
Congo e ora Uganda: il virus Ebola dilaga in Africa
Bimba congolese trovata positiva, aveva appena passato il confine con la madre. Allarme delle autorità sanitarie ugandesi. I timori ONU che l'epidemia possa ulteriormente estendersi nell'Africa Centrale
Gambia, liberi gli assassini di massa ex Junglers
Gambia, liberi gli assassini di massa ex Junglers
Alcuni si sono pentiti e hanno confessato i loro crimini ma i parenti delle vittime gettate in fosse comuni dopo torture e strangolamenti. "Non sono pentiti, vogliono solo salvarsi". Un killer: "Dio ci disse di uccidere"
Albino 15enne ucciso, corpo smembrato
Albino 15enne ucciso, corpo smembrato
E' accaduto in Burundi al confine con la Tanzania, dal 2008 già uccisi 20 bambini. Traffico dei corpi per fini propiziatori. Il governo contro i "medici stregoni", la drammatica denuncia di Albinos Without Borders
Ebola, il virus invade il Congo
Ebola, il virus invade il Congo
Morta una madre 24enne, infettato anche il suo bimbo. Già 1800 morti. Difficoltà nel dispare le terapie a causa della guerra civile in atto in alcune aree del Paese. Timori di un ulteriore allargamento. I dati OMS
Marocco: lo scandalo delle volontarie in short
Marocco: lo scandalo delle volontarie in short
Proteste e minacce per le immagini delle giovani, in short e canottiera per combattere il caldo. Ma buona parte del Paese si schiera con loro
Ebola, in Congo la guerra dei vaccini
Ebola, in Congo la guerra dei vaccini
Intanto, dopo la morte di un bambino, il Ruanda blinda le frontiere con il Congo tra le polemiche. Contrasti se sperimentare un nuovo vaccino o se utilizzare quelli già prodotti. Ministro congolese si dimette per protesta. Casi in aumento
Epidemia Ebola, emergenza mondiale
Epidemia Ebola, emergenza mondiale
Si estende il focolaio nel Congo, frontiere prossime alla chiusura. Contaminato un pastore evangelico a Goma. Centinaia di casi, l'Onu lancia l'allarme globale