Bagnanti intossicati, mistero in UK

| Accade sulle spiagge dell'Essex. Decine di persone con gli stessi sintomi: tosse e difficoltà respiratorie. Forse una fuga di carburante ma le autorità tacciono. L'intervento della Croce Rossa

+ Miei preferiti

Un'indagine è in corso dopo che diversi bagnanti sul lungomare dell'Essex hanno detto di essere stati colti da una strane insistente tosse, con conseguente fatica a fatica a respirare. La polizia, l'ambulanza ed il personale del servizio antincendio sono stati tutti chiamati al litorale vicino al quarto viale in Frinton-on-Sea dopo la ricezione delle chiamate a circa 2pm la domenica mentre la gente ha preso al litorale per raffreddarsi durante il periodo più caldo del tempo di fine settimana di festa di banca su annotazione. Una persona ha twittato che c'erano "un sacco di persone che tossiscono pesantemente", mentre una madre ha detto che suo figlio ha iniziato a tossire dopo il nuoto e ha dovuto essere somministrato il suo inalatore.

Miram Lansdell, un operatore sanitario mentale da Derbyshire, era su un giorno della famiglia fuori quando una delle sue figlie gemelle di 10 anni gemelle è stato lasciato "boccheggiare,,, per l’alito. Ha detto: "Mia figlia ha iniziato a tossire. Ha detto: "Non mi sento bene. Fa male respirare". L'altra mia figlia stava ansimando e non riusciva parlare perché non riusciva a respirare abbastanza bene”. La 45enne ha detto di aver trovato anche lei difficoltà.respirare. Attualmente non è chiaro che cosa ha causato l'incidente, tuttavia alcuni nella zona hanno ipotizzato che i sintomi possono essere stati causati dall'inquinamento da una fuoriuscita di carburante.

Lansdell ha aggiunto: "Mio padre ha detto che gli è stato chiesto di uscire dall'acqua da un uomo su una barca. Ha chiesto perché, e l'uomo ha detto che c'è stata una fuoriuscita di carburante. Ha detto che se qualcuno ha difficoltà respiratorie, probabilmente dovrebbe chiamare un’ambulanza". Un portavoce del servizio di ambulanze dell'Inghilterra orientale ha detto: "Siamo a conoscenza di un incidente di domenica 25 agosto con la segnalazione di un certo numero di persone che soffrono di tosse sul lungomare al largo di Fourth Avenue, Frinton. "Stiamo assistendo la polizia e i vigili del fuoco in questo incidente. La causa è attualmente sconosciuta".

Ambiente
Il silenzio del mondo
Il silenzio del mondo
Mesi di lockdown hanno ridotto drasticamente i rumori emessi dall’attività umana. Gli esperti insistono: il silenzio è una lezione che dovremmo aver imparato, una forma di inquinamento troppo sottovalutata
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Cala l’inquinamento, ma durerà poco
Il lockdown di quest’anno sarà come 10 secondi di rubinetti chiusi in una vasca piena d’acqua, avvertono gli esperti, che si aspettano un ritorno alla normalità pericoloso per il riscaldamento globale
Il pianeta respira
Il pianeta respira
Durante il blocco del coronavirus, l’inquinamento atmosferico è sceso a livelli senza precedenti nelle principali città del mondo
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
USA, dove l’aria è sempre più irrespirabile
Lo dice o “State of the Air”, un report che illustra chiaramente quanto il cambiamento climatico e le politiche ambientali non efficaci stiano minando l’esistenza di milioni di americani
Coronavirus Vs. inquinamento
Coronavirus Vs. inquinamento
Conclusa la prima ondata di infezioni in Cina. Il nostro governo blocca gli spostamenti privati al di fuori dei comuni di residenza. Forse esiste un legame tra il virus e i gruppi sanguigni. Il lockdown sta migliorando la qualità dell’aria
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Dalla Germania arriva l’anti Greta
Praticamente sconosciuta fino a due settimane fa, la Youtuber Naomi Seibt è oggetto di un’intensa copertura mediatica
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Entro il 2100 diremo addio alle barriere coralline
Le simulazioni di un team di scienziati lascia poche speranze e lancia l’allarme: il vero nemico è il cambiamento climatico, o agiamo subito, o ci saranno conseguenze pesantissime
L’ipocrisia del Forum di Davos
L’ipocrisia del Forum di Davos
Un documento di Greenpeace ha messo in imbarazzo i partecipanti al World Economic Forum: sotto accusa banche, fondi pensioni e assicurazioni, che continuano a investire nei combustibili fossili in nome del profitto
Australia, arrestati 183 piromani
Australia, arrestati 183 piromani
Per il 70% sarebbero ragazzini: sono considerati responsabili dei 29 roghi che continuano a devastare diverse regioni. Polemiche anche sulle stime degli animali perduti, che qualcuno ipotizza possano essere 480 milioni di capi
L’Australia brucia
L’Australia brucia
Centinaia di roghi, favoriti da temperature elevatissime, sono ormai troppo estesi per sperare di essere domati. Si attendono le piogge, che non arriveranno prima di fine gennaio. Per gli esperti avranno un grane impatto sulla biodiversità