CAVALLETTE
Una maledizione biblica nelle campagne sarde

| Milioni di insetti devastano le colture del Nuorese. Colpa dei cambiamenti climatici, dell'incuria e della mancanza di prevenzione. Distrutto il raccolto di fieno, pesanti ricadute per gli allevamenti

+ Miei preferiti

Calliptamus italicus. E’ il nome scientifico delle cavallette che stanno infestando da giorni la zona del nuorese, in Sardegna, provocando danni gravissimi all’agricoltura. Le condizioni climatiche di quest’anno hanno creato un humus ideale per un’invasione così massiccia come non si vedeva da deccenni. Le terre incolte e i cambiamenti climatici hanno fatto il resto. In passato, le cavallette erano considerate una piaga biblica: gli sciami di insetti che si muovono spostandosi in massa da una coltura all’altra hanno colpito la Barbagia, le campagne di Orani, Ottana e Olotana.

Cronache da film horror: strati di locuste (le femmine possono raggiungere i 4 cm di lunghezza, i maschi meno di tre) costituiscono una nuova minaccia che è impossibile affrontare e distruggere con successo. Una volta devastata una coltura, gli insetti passano a un’altra con sorprendente velocità. La gente si chiude in casa, non piò camminare, vivere, mentre milioni di cavallette sfiorano e colpiscono chiunque nel loro volo incessante. "La presenza massiccia degli insetti - spiega Coldiretti - sta facendo terra bruciata di pascoli e foraggio ma invadono anche cortili e case coloniche. Prolificano tra giugno e luglio con un primo calo ad agosto, e non c’è nessun trattamento efficace per contrastarle”. Le cavallette, insetti dell'ordine degli ortotteri e del sottordine caelifera, proliferano con i climi secchi e nei terreni aridi. Le più diffuse sono il Calliptamus Italicus, le Anacrydium aegyptium, le Dociostaurus maroccanus, di colore bruno, le Tettigonia viridissima, le Dectigus verrucivorus, più grandi e di colore verde, e le Oedipula coerulescens, assai meno dannose per l’agricoltura. Coldiretti Nuoro Ogliastra spiega che “Il territorio sta subendo dei danni di rilievo, poiché ad essere interessati sono soprattutto i pascoli di aziende che ora dovranno fare i conti con una maggiore necessità di scorte per l’alimentazione del bestiame”. Gli unici alleati potrebbero essere i naturali predatori delle cavallette, sopratutto gli uccelli, ma ormai è troppo tardi per fermare l’invasione.

Spiega Alessandro Serra, direttore di Coldiretti Nuoro Ogliastra: “Serve subito anche una seria ed approfondita riflessione sui motivi che hanno portato a questo fenomeno di altri tempi. I milioni di cavallette  sono frutto dei cambiamenti climatici e delle terre incolte, delle quali oggi viviamo e vediamo davanti ai nostri occhi le conseguenze di queste mancate risposte.

"Chi lavora la terra la vive e la protegge, è la sentinella e il custode del territorio – ha aggiunto Leonardo Salis, presidente di Coldiretti Nuoro Ogliastra – ma l’incuria porta queste conseguenze. Per questo è necessario, passata l’emergenza, fare una stima dei danni contingenti ma soprattutto cominciare un lavoro di programmazione che inizi dal capire le ragioni di questi fenomeni e studi soluzioni applicabili, altrimenti ci ritroveremo a vivere fenomeni ben più consistenti che faranno male non solo all’economia agricola ma anche all’ambiente e alla socialità”.

E’ uno spettacolo che non si dimentica, a cui nessuno era più abituato. Ricorda le maledizioni bibliche, come la peste e la calata dei Lanzichenecchi. I danni sono ingenti, ma quello che preoccupa di più sono le repliche, nel futuro prossimo. 

 
Ambiente
Jane Fonda arrestata a Washington
Jane Fonda arrestata a Washington
La celebre attrice protestava contro i cambiamenti climatici davanti al Campidoglio
Un iceberg colossale si è staccato dall’Antartide
Un iceberg colossale si è staccato dall’Antartide
D28 è grande quanto l’isola di Zanzibar, ma secondo gli esperti si tratta di un evento naturale atteso e del tutto normale. Li preoccupa di più la situazione dell’Antartide
I giovani in piazza per il clima
I giovani in piazza per il clima
Manifestazioni e cortei previsti in 130 paesi: in Italia la mobilitazione coinvolge 160 città. Speciale dispensa del ministro dell’istruzione per gli assenti da scuola
L’FBI ha preso di mira gli ambientalisti americani
L’FBI ha preso di mira gli ambientalisti americani
Malgrado numerose indagini non abbiano portato a nulla, molti attivisti dei gruppi che si battono per il pianeta sono classificati come potenziali terroristi interni. E la loro vita è cambiata
Foto fake calunnia i Climate Strikers
Foto fake calunnia i Climate Strikers
In Australia diventa virale una foto che riprende un stato ingombro di rifiuti. La didascalia accusa gli ecologisti ma riguarda un raduno londinese dell'aprile 2019. Eppure è stata condivisa da migliaia di persone
Il giorno del Global Climate Change
Il giorno del Global Climate Change
Da Londra a New York, da Perth a Parigi, gli attivisti del clima daranno vita ad una manifestazione in quella che si prevede sarà la più grande giornata di proteste sul clima nella storia del pianeta. Li guida Greta Thunberg
Il cancro (anche) dall'acqua potabile
Il cancro (anche) dall
Una sconvolgente ricerca Usa rivela che in 100mila casi di cancro, nell'arco di una vita di 70 anni, un collegamento con l'acqua pubblica contaminata da sostanza cancerogene. Adottare subito i filtri già in commercio
Berlino vuole bloccare i Suv
Berlino vuole bloccare i Suv
In Germania, malgrado i marchi tedeschi facciano da padrone al mercato, crescono le proteste contro le integrali da città
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Norvegia, il misterioso virus che uccide i cani
Si è scatenato all’improvviso lo scorso weekend, e finora ha mietuto 25 cani, con altri 40 che si sospetta siano stati contagiati. Le autorità sanitare norvegesi al lavoro
Francia, 1.500 morti di caldo
Francia, 1.500 morti di caldo
Due ondate di calore intenso hanno provocato una strage durante l’estate. Le cifre dei decessi diffuse dal Ministero della Sanità francese