Cinque cicloni tropicali si aggirano nell’Oceano Atlantico

| È la seconda volta nella storia che si registrano contemporaneamente così tanti fenomeni climatici di forte intensità, e almeno tre preoccupano le coste americane

+ Miei preferiti
Gli uragani “Paulette” e “Sally”, le tempeste tropicali “Teddy” e “Vicky” e la depressione tropicale “Rene”: sono le cinque nuove minacce che si aggirano nell’Oceano Atlantico, rese ancora peggiori da un dettaglio sconcertante: sono tutte attive contemporaneamente. La stagione degli uragani in media deve vedersela con tre uragani, per questo secondo gli esperti si tratta di un evento rarissimo, registrato poche volte nella storia: l’ultimo risale al 1971.

L’uragano Paulette è arrivato con le prime luci del giorno alle Bermuda, isole che sta lentamente abbandonando con una scia di venti e piogge di forte intensità. “Le onde prodotte da Paulette stanno colpendo parte delle Isole Leeward, le Grandi Antille, le Bahamas e gli Stati Uniti”, conferma il National Hurricane Center. Ma le previsioni fanno temere il peggio: Paulette continuerà a rafforzarsi man mano che si addentrerà nell’Atlantico passando nel giro di poche ore a venti che potrebbero raggiungere i 180 km/h.

La depressione tropicale René continuerà a indebolirsi man mano che si insinua nell’Oceano Atlantico centrale: non dovrebbe avere alcun impatto con la terraferma e si prevede che si disperderà nei prossimi due giorni.

L’uragano Sally si sta dirigendo verso il Golfo del Messico, dove sono già in corso le evacuazioni. Al momento, si prevede che Sally arrivi fra martedì e mercoledì al confine fra Louisiana e Mississippi. Il pericolo di Sally è la grande quantità d’acqua: l’NHC ha avvisato la popolazione della possibilità di “inondazioni improvvise”. Si prevede che l’onda di tempesta più alta si verifichi alla foce del fiume Mississippi e fino a Ocean Springs, anche se gli effetti si faranno sentire fino alla Florida.

La tempesta tropicale Teddy si trova attualmente nell’Atlantico centrale, a quasi 2.000 km dalle Piccole Antille, ma secondo le previsioni nei prossimi giorni si rafforzerà diventando uragano: se dovesse accadere, Teddy sarà l’ottavo della stagione.

La tempesta tropicale Vicky si trova attualmente nell’Atlantico orientale, a poche centinaia di km delle isole di Capo Verde: secondo le previsioni, nei prossimi giorni dovrebbe incontrare condizioni sfavorevoli che ne limiteranno l’intensificazione.

Ambiente
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
10 minuti di ricarica per 400 km di autonomia
Una nuova batteria per auto elettriche ideata un team di scienziati della Penn State University, in America: ha peso, volume e costi molto bassi, perché possa diventare patrimonio dell’umanità e cambiare le sorti del pianeta
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Clima, le promesse dei potenti della Terra
Riuniti in modo virtuale ai tavoli del “Climate Ambition Summit”, rinnovano gli impegni nella lotta ai cambiamenti climatici. Biden annuncia il ritorno degli Stati Uniti
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
Singapore, via libera alla carne creata in laboratorio
È il primo Paese al mondo ad autorizzare un prodotto nato dalla coltivazione in vitro di cellule animali. Secondo gli esperti, un settore che nei prossimi anni vivrà una crescita esponenziale
Australia, il novembre più caldo di sempre
Australia, il novembre più caldo di sempre
La colonnina di mercurio è salita ad oltre 40° di giorno scendendo a 30 di notte. La preoccupazione delle autorità, che temono nuovi e devastanti incendi
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
Il fiume sotto il ghiaccio della Groenlandia
La più grande isola del mondo perde una quantità di ghiaccio enorme e ogni anno la situazione peggiora. Lungo una valle nel nord dell’isola dovrebbe scorrere un fiume il cui studio consentirà valutazioni più precise sul clima terrestre
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Bezos: un fiume di denaro contro i cambiamenti climatici
Il fondatore di “Amazon” ha stanziato 791 milioni di dollari attraverso il “Bezos Hearth Found”, destinati a 16 Ong, scienziati e organizzazioni che si battono per proteggere il nostro pianeta
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
«L’Australia si prepari ad un futuro allarmante»
L’inchiesta scattata dopo la devastante stagione degli incendi spiega i motivi del disastro e raccomanda un’azione incisiva del Paese, soprattutto nella lotta ai cambiamenti climatici
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
14 milioni di tonnellate di microplastiche sul fondo dell’oceano
È la stima – per difetto - di uno studio realizzato da un’equipe scientifica che ha individuato nelle profondità degli oceani quantità enormi di residui plastici che stanno uccidendo flora e fauna
La guerra mondiale della monnezza
La guerra mondiale della monnezza
È quella in corso fra Oriente e Occidente, puntellata da Paesi che rispediscono al mittente mercantili carichi di rifiuti pericolosi mescolati alla plastica da riciclare
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
L’inquietante verità sul riciclaggio della plastica
Una bugia creata 50 anni fa dall’industria della plastica con il solo scopo di produrne di più. L’unica alternativa per fermare il soffocamento di mari e oceani è che chi ha invaso il pianeta, ci ripensi