Foto fake calunnia i Climate Strikers

| In Australia diventa virale una foto che riprende un stato ingombro di rifiuti. La didascalia accusa gli ecologisti ma riguarda un raduno londinese dell'aprile 2019. Eppure è stata condivisa da migliaia di persone

+ Miei preferiti

Una foto che mostra la spazzatura lasciata dai manifestanti australiani per lo sciopero del clima sta circolando su Facebook, nonostante sia stata rivelata come falsa mesi fa. Anche se non ha alcuna verifica, ed è stato sfatato in aprile, l'immagine e la falsa didascalia sono state condivise 19.000 volte in 12 ore, e migliaia di volte dagli imitatori. Venerdì scorso, circa 300.000 australiani, e milioni di persone in tutto il mondo, hanno partecipato a proteste contro l'inazione sull'emergenza climatica. Ore dopo, una pagina australiana a favore del carbone ha ripreso la foto, che ha avuto origine in aprile. E 'stato sottotitolato: "Guardate la confusione che i manifestanti di oggi hanno lasciato dietro di sé nel bellissimo Hyde Park".

Tuttavia, la foto non proviene da uno sciopero climatico, non da venerdì e non è stata scattata in Australia. Si tratta di un festival a base di marijuana chiamato 420 che si tiene a Londra nell'aprile 2019. A Sydney, non c'è stato uno sciopero climatico a Hyde Park il venerdì. Né a Londra, dove l'evento si è tenuto al di fuori delle Camere del Parlamento.

Secondo il sito di controllo Snopes, l'evento londinese della marijuana si è tenuto accanto a una protesta di ribellione dell'estinzione. La foto mostra Hyde Park di Londra, ma la spazzatura è stata creata dai 420 partecipanti, non dai manifestanti climatici.

Secondo gli organizzatori, i manifestanti di Extinction Rebellion hanno aiutato a ripulire il disordine creato durante l'evento 420. Snopes dice che la confusione è iniziata a causa di una formulazione ambigua da una pagina Facebook THTC (The Hemp Trading Company) che stava cercando di far credere che l’immagine fosse vera.

Ambiente
L’ipocrisia del Forum di Davos
L’ipocrisia del Forum di Davos
Un documento di Greenpeace ha messo in imbarazzo i partecipanti al World Economic Forum: sotto accusa banche, fondi pensioni e assicurazioni, che continuano a investire nei combustibili fossili in nome del profitto
Australia, arrestati 183 piromani
Australia, arrestati 183 piromani
Per il 70% sarebbero ragazzini: sono considerati responsabili dei 29 roghi che continuano a devastare diverse regioni. Polemiche anche sulle stime degli animali perduti, che qualcuno ipotizza possano essere 480 milioni di capi
L’Australia brucia
L’Australia brucia
Centinaia di roghi, favoriti da temperature elevatissime, sono ormai troppo estesi per sperare di essere domati. Si attendono le piogge, che non arriveranno prima di fine gennaio. Per gli esperti avranno un grane impatto sulla biodiversità
La California vieta l’acquisto di auto inquinanti
La California vieta l’acquisto di auto inquinanti
Con una norma che suona come una battaglia politica, il Golden State annuncia che non acquisterà auto dai marchi che si sono schierati con Trump sulle emissioni
Amazzonia, persi 10mila km di foresta
Amazzonia, persi 10mila km di foresta
Il tasso di deforestazione è salito al livello più alto in 11 anni, secondo i dati del governo brasiliano. Bolsonaro criticato per non aver difeso il polmone verde del mondo
Ucciso un guardiano della foresta amazzonica
Ucciso un guardiano della foresta amazzonica
Era il capo delle pattuglie di indios che tentano di difendere il polmone verde del mondo dai morbosi interessi di multinazionali che hanno iniziato una deforestazione sistematica
Il dazio che inquina
Il dazio che inquina
La guerra commerciale in atto tra Stati Uniti e Cina potrebbe influire negativamente sul miglioramento della qualità dell’aria. I maggiori costi spingono la nazione asiatica a utilizzare fonti più economiche, come il carbone
Jane Fonda arrestata a Washington
Jane Fonda arrestata a Washington
La celebre attrice protestava contro i cambiamenti climatici davanti al Campidoglio
Un iceberg colossale si è staccato dall’Antartide
Un iceberg colossale si è staccato dall’Antartide
D28 è grande quanto l’isola di Zanzibar, ma secondo gli esperti si tratta di un evento naturale atteso e del tutto normale. Li preoccupa di più la situazione dell’Antartide
I giovani in piazza per il clima
I giovani in piazza per il clima
Manifestazioni e cortei previsti in 130 paesi: in Italia la mobilitazione coinvolge 160 città. Speciale dispensa del ministro dell’istruzione per gli assenti da scuola